rifer


Capitolo Precedente
Riferimento: 2Tm 2,17
Capitolo Successivo
RIFERIMENTI   | NUOVA CEI  Sfoglia il Testo   | NUOVA RIVEDUTA  Sfoglia il Testo   | NUOVA DIODATI  Sfoglia il Testo
   
1 E tu, figlio mio, attingi forza dalla grazia che è in Cristo Gesù: 1 Tu dunque, figlio mio, fortìficati nella grazia che è in Cristo Gesù, 1 Tu dunque, figlio mio, fortificati nella grazia che è in Cristo Gesù;
1 Tm 4,14
1 Tm 6,12
2 le cose che hai udito da me davanti a molti testimoni, trasmettile a persone fidate, le quali a loro volta siano in grado di insegnare agli altri. 2 e le cose che hai udite da me in presenza di molti testimoni, affidale a uomini fedeli, che siano capaci di insegnarle anche ad altri. 2 e le cose che hai udite da me in presenza di molti testimoni, affidale a uomini fedeli, che siano capaci di insegnarle anche ad altri.
3 Come un buon soldato di Gesù Cristo, soffri insieme con me. 3 Sopporta anche tu le sofferenze, come un buon soldato di Cristo Gesù. 3 Tu dunque sopporta sofferenze, come un buon soldato di Gesù Cristo.
4 Nessuno, quando presta servizio militare, si lascia prendere dalle faccende della vita comune, se vuol piacere a colui che lo ha arruolato. 4 Uno che va alla guerra non s'immischia in faccende della vita civile, se vuol piacere a colui che lo ha arruolato. 4 Nessuno che presta servizio come soldato s'immischia nelle faccende della vita, se vuol piacere a colui che lo ha arruolato.
1 Cor 9,25
5 Anche l’atleta non riceve il premio se non ha lottato secondo le regole. 5 Allo stesso modo quando uno lotta come atleta non riceve la corona, se non ha lottato secondo le regole. 5 Similmente, se uno compete nelle gare atletiche, riceve la corona unicamente se ha lottato secondo le regole.
1 Cor 3,6-9
1 Cor 9,7.10
6 Il contadino, che lavora duramente, dev’essere il primo a raccogliere i frutti della terra. 6 Il lavoratore che fatica dev'essere il primo ad avere la sua parte dei frutti. 6 L'agricoltore, che lavora duramente, deve essere il primo a goderne i frutti.
7 Cerca di capire quello che dico, e il Signore ti aiuterà a comprendere ogni cosa. 7 Considera quel che dico, perché il Signore ti darà intelligenza in ogni cosa. 7 Considera le cose che dico, poiché il Signore ti darà intendimento in ogni cosa.
Rm 1,3-4
At 13,22-23
8 Ricòrdati di Gesù Cristo, risorto dai morti, discendente di Davide, come io annuncio nel mio Vangelo, 8 Ricòrdati di Gesù Cristo, risorto dai morti, della stirpe di Davide, secondo il mio vangelo, 8 Ricordati che Gesù Cristo, della stirpe di Davide, è risorto dai morti secondo il mio evangelo,
Ef 3,1
Fil 1,13-17
Lc 23,32
9 per il quale soffro fino a portare le catene come un malfattore. Ma la parola di Dio non è incatenata! 9 per il quale io soffro fino ad essere incatenato come un malfattore; ma la parola di Dio non è incatenata. 9 per il quale io soffro fino a portare le catene come un malfattore, ma la parola di Dio non è incatenata.
Col 1,24
1 Ts 2,12
10 Perciò io sopporto ogni cosa per quelli che Dio ha scelto, perché anch’essi raggiungano la salvezza che è in Cristo Gesù, insieme alla gloria eterna. 10 Ecco perché sopporto ogni cosa per amor degli eletti, affinché anch'essi conseguano la salvezza che è in Cristo Gesù, insieme alla gloria eterna. 10 Perciò io soffro ogni cosa per gli eletti, affinché anch'essi ottengano la salvezza che è in Cristo Gesù insieme alla gloria eterna.
1 Tm 1,15
Rm 6,5
11 Questa parola è degna di fede: Se moriamo con lui, con lui anche vivremo; 11 Certa è quest'affermazione: se siamo morti con lui, con lui anche vivremo; 11 Questa parola è fedele, perché se siamo morti con lui, con lui pure vivremo;
Rm 8,17
Mt 10,33
12 se perseveriamo, con lui anche regneremo; se lo rinneghiamo, lui pure ci rinnegherà; 12 se abbiamo costanza, con lui anche regneremo; 12 se perseveriamo, regneremo pure con lui; se lo rinneghiamo, egli pure ci rinnegherà.
1 Cor 1,9
13 se siamo infedeli, lui rimane fedele, perché non può rinnegare se stesso. 13 se lo rinnegheremo anch'egli ci rinnegherà; se siamo infedeli, egli rimane fedele, perché non può rinnegare sé stesso. 13 Se siamo infedeli, egli rimane fedele, perché egli non può rinnegare se stesso.
1 Tm 1,4
14 Richiama alla memoria queste cose, scongiurando davanti a Dio che si evitino le vane discussioni, le quali non giovano a nulla se non alla rovina di chi le ascolta. 14 Ricorda loro queste cose, scongiurandoli davanti a Dio che non facciano dispute di parole; esse non servono a niente e conducono alla rovina chi le ascolta. 14 Ricorda loro queste cose, scongiurandoli davanti al Signore a non fare vane dispute di parole che non giovano a nulla, ma sono deleterie per coloro che ascoltano.
1 Tm 4,6-7
15 Sfòrzati di presentarti a Dio come una persona degna, un lavoratore che non deve vergognarsi e che dispensa rettamente la parola della verità. 15 Sfòrzati di presentare te stesso davanti a Dio come un uomo approvato, un operaio che non abbia di che vergognarsi, che dispensi rettamente la parola della verità. 15 Studiati di presentare te stesso approvato davanti a Dio, operaio che non ha da vergognarsi, che esponga rettamente la parola della verità.
1 Tm 1,4
16 Evita le chiacchiere vuote e perverse, perché spingono sempre più all’empietà quelli che le fanno; 16 Ma evita le chiacchiere profane, perché quelli che le fanno avanzano sempre più nell'empietà 16 Ma evita i discorsi vani e profani, perché fanno progredire nell'empietà;
1 Tm 1,20
17 la parola di costoro infatti si propagherà come una cancrena. Fra questi vi sono Imeneo e Filèto, 17 e la loro parola andrà rodendo come fa la cancrena; tra questi sono Imeneo e Fileto, 17 e la parola di questi andrà rodendo come la cancrena; fra costoro sono Imeneo e Fileto,
18 i quali hanno deviato dalla verità, sostenendo che la risurrezione è già avvenuta e così sconvolgono la fede di alcuni. 18 uomini che hanno deviato dalla verità, dicendo che la risurrezione è già avvenuta, e sovvertono la fede di alcuni. 18 i quali si sono sviati dalla verità, dicendo che la risurrezione è già avvenuta, e sovvertono la fede di alcuni.
Ef 2,20
Nm 16,5.26
Is 26,13
19 Tuttavia le solide fondamenta gettate da Dio resistono e portano questo sigillo: Il Signore conosce quelli che sono suoi, e ancora: Si allontani dall’iniquità chiunque invoca il nome del Signore. 19 Tuttavia il solido fondamento di Dio rimane fermo, portando questo sigillo: «Il Signore conosce quelli che sono suoi», e «Si ritragga dall'iniquità chiunque pronunzia il nome del Signore». 19 Tuttavia il saldo fondamento di Dio rimane fermo, avendo questo sigillo: «Il Signore conosce quelli che sono suoi», e: «Si ritragga dall'iniquità chiunque nomina il nome di Cristo».
Rm 9,21
Is 29,16
20 In una casa grande però non vi sono soltanto vasi d’oro e d’argento, ma anche di legno e di argilla; alcuni per usi nobili, altri per usi spregevoli. 20 In una grande casa non ci sono soltanto vasi d'oro e d'argento, ma anche vasi di legno e di terra; e gli uni sono destinati a un uso nobile e gli altri a un uso ignobile. 20 Or in una grande casa non vi sono soltanto vasi d'oro e d'argento, ma anche di legno e di terra; gli uni sono ad onore, gli altri a disonore.
21 Chi si manterrà puro da queste cose, sarà come un vaso nobile, santificato, utile al padrone di casa, pronto per ogni opera buona. 21 Se dunque uno si conserva puro da quelle cose, sarà un vaso nobile, santificato, utile al servizio del padrone, preparato per ogni opera buona. 21 Se dunque uno si purifica da queste cose, sarà un vaso ad onore, santificato e utile al servizio del padrone, preparato per ogni buona opera.
1 Tm 6,11
Gal 5,22
22 Sta’ lontano dalle passioni della gioventù; cerca la giustizia, la fede, la carità, la pace, insieme a quelli che invocano il Signore con cuore puro. 22 Fuggi le passioni giovanili e ricerca la giustizia, la fede, l'amore, la pace con quelli che invocano il Signore con un cuore puro. 22 Or fuggi le passioni giovanili, ma persegui la giustizia, la fede, l'amore e la pace con quelli che con cuore puro invocano il Signore.
1 Tm 1,4
23 Evita inoltre le discussioni sciocche e da ignoranti, sapendo che provocano litigi. 23 Evita inoltre le dispute stolte e insensate, sapendo che generano contese. 23 Evita inoltre le discussioni stolte e insensate, sapendo che generano contese.
1 Tm 3,2s
Is 42,3
Mt 12,19
24 Un servo del Signore non deve essere litigioso, ma mite con tutti, capace di insegnare, paziente, 24 Il servo del Signore non deve litigare, ma deve essere mite con tutti, capace di insegnare, paziente. 24 Ora un servo del Signore non deve contendere, ma deve essere mite verso tutti, atto ad insegnare e paziente,
Gal 6,1
25 dolce nel rimproverare quelli che gli si mettono contro, nella speranza che Dio conceda loro di convertirsi, perché riconoscano la verità 25 Deve istruire con mansuetudine gli oppositori nella speranza che Dio conceda loro di ravvedersi per riconoscere la verità, 25 ammaestrando con mansuetudine gli oppositori, nella speranza che Dio conceda loro di ravvedersi perché giungano a riconoscere la verità,
1 Gv 2,14
26 e rientrino in se stessi, liberandosi dal laccio del diavolo, che li tiene prigionieri perché facciano la sua volontà. , 26 in modo che, rientrati in sé stessi, escano dal laccio del diavolo, che li aveva presi prigionieri perché facessero la sua volontà. , 26 e ritornino in sé, sottraendosi dal laccio del diavolo, che li aveva fatti prigionieri, perché facessero la sua volontà. ,