rifer


Capitolo Precedente
Riferimento: Sal 141,1s
Capitolo Successivo
RIFERIMENTI   | NUOVA CEI  Sfoglia il Testo   | NUOVA RIVEDUTA  Sfoglia il Testo   | NUOVA DIODATI  Sfoglia il Testo
   
1 Salmo. Di Davide. Signore, a te grido, accorri in mio aiuto; porgi l’orecchio alla mia voce quando t’invoco. 1 Salmo di Davide. SIGNORE, io t'invoco; affrèttati a rispondermi. Porgi orecchio alla mia voce quando grido a te. 1 [Salmo di Davide.] O Eterno, io grido a te; affrettati a rispondermi. Porgi orecchio alla mia voce, quando grido a te.
Lv 2,2
Es 30,8
Nm 28,4
2 La mia preghiera stia davanti a te come incenso, le mie mani alzate come sacrificio della sera. 2 La mia preghiera sia in tua presenza come l'incenso, l'elevazione delle mie mani come il sacrificio della sera. 2 Giunga la mia preghiera davanti a te come l'incenso, l'elevazione delle mie mani come il sacrificio della sera.
3 Poni, Signore, una guardia alla mia bocca, sorveglia la porta delle mie labbra. 3 SIGNORE, poni una guardia davanti alla mia bocca, sorveglia l'uscio delle mie labbra. 3 O Eterno, poni una guardia davanti alla mia bocca.
4 Non piegare il mio cuore al male, a compiere azioni criminose con i malfattori: che io non gusti i loro cibi deliziosi. 4 Non inclinare il mio cuore ad alcuna cosa malvagia, per commettere azioni malvagie con i malfattori; e fa' che io non mangi delle loro delizie. 4 Non permettere che il mio cuore sia attirato da alcuna cosa malvagia, per commettere opere malvagie con gli operatori d'iniquità, e fa' che io non mangi dei loro cibi squisiti.
Pr 9,8
Pr 25,12
Pr 27,6.9
5 Mi percuota il giusto e il fedele mi corregga, l’olio del malvagio non profumi la mia testa, tra le loro malvagità continui la mia preghiera. 5 Mi percuota pure il giusto; sarà un favore; mi riprenda pure; sarà come olio sul capo; il mio capo non lo rifiuterà. Io continuo a pregare mentre fanno il male. 5 Mi percuota pure il giusto, sarà una cortesia; mi riprenda pure, sarà come olio sul capo; il mio capo non lo rifiuterà. Ma la mia preghiera continua ad essere contro le loro opere malvagie.
6 Siano scaraventati sulle rocce i loro capi e sentano quanto sono dolci le mie parole: 6 I loro giudici saranno precipitati per il fianco delle rocce e si darà ascolto alle mie parole, perché sono piacevoli. 6 I loro principi sono stati precipitati dai dirupi, ed essi daranno ascolto alle mie parole, perché sono piacevoli.
7 «Come si lavora e si dissoda la terra, le loro ossa siano disperse alla bocca degli inferi». 7 Come quando si ara e si rompe la terra, le nostre ossa sono sparse all'ingresso del soggiorno dei morti. 7 Come quando uno ara e apre la terra, così le nostre ossa sono sparse all'ingresso dello Sceol.
8 A te, Signore Dio, sono rivolti i miei occhi; in te mi rifugio, non lasciarmi indifeso. 8 A te sono rivolti i miei occhi, o Dio, Signore; in te mi rifugio, non abbandonare l'anima mia. 8 Ma i miei occhi sono rivolti a te, o Eterno, mio Signore; io mi rifugio in te, non lasciarmi indifeso.
9 Proteggimi dal laccio che mi tendono, dalle trappole dei malfattori. 9 Salvami dal laccio che mi hanno teso e dalle insidie dei malfattori. 9 Preservami dal laccio che mi hanno teso e dai tranelli degli operatori d'iniquità.
10 I malvagi cadano insieme nelle loro reti, mentre io, incolume, passerò oltre. 10 Cadano gli empi nelle loro proprie reti, mentre io passerò oltre. 10 Cadano gli empi nelle loro stesse reti, mentre io passerò oltre.