rifer


Capitolo Precedente
Riferimento: Sal 19,5
Capitolo Successivo
RIFERIMENTI   | NUOVA CEI  Sfoglia il Testo   | NUOVA RIVEDUTA  Sfoglia il Testo   | NUOVA DIODATI  Sfoglia il Testo
   
1 Al maestro del coro. Salmo. Di Davide. 1 Al direttore del coro. Salmo di Davide. I cieli raccontano la gloria di Dio e il firmamento annunzia l'opera delle sue mani. 1 [Al maestro del coro. Salmo di Davide.] I cieli raccontano la gloria di Dio e il firmamento dichiara l'opera delle sue mani.
Gen 1,1-8
Gen 1,14-19
Sir 43,1s
Sal 93
Sal 147,4-5
Sal 147,15-20
2 I cieli narrano la gloria di Dio, l’opera delle sue mani annuncia il firmamento. 2 Un giorno rivolge parole all'altro, una notte comunica conoscenza all'altra. 2 Un giorno proferisce parole all'Altro, e una notte rivela conoscenza all'altra.
Pr 8,22-31
Gb 38,7
Gb 38,31-33
Sal 104
Rm 1,20+
3 Il giorno al giorno ne affida il racconto e la notte alla notte ne trasmette notizia. 3 Non hanno favella, né parole; la loro voce non s'ode, 3 Non hanno favella, né parole; la loro voce non s'ode;
4 Senza linguaggio, senza parole, senza che si oda la loro voce, 4 ma il loro suono si diffonde per tutta la terra, i loro accenti giungono fino all'estremità del mondo. Là, Dio ha posto una tenda per il sole, 4 ma la loro armonia si diffonde per tutta la terra e il loro messaggio giunge fino all'estremità del mondo; nei cieli Dio ha posto una tenda per il sole;
Rm 10,18
5 per tutta la terra si diffonde il loro annuncio e ai confini del mondo il loro messaggio. Là pose una tenda per il sole 5 ed esso è simile a uno sposo ch'esce dalla sua camera nuziale; gioisce come un prode lieto di percorrere la sua via. 5 ed esso è come uno sposo che esce dalla sua camera di nozze, esulta come un prode che percorre la sua via.
6 che esce come sposo dalla stanza nuziale: esulta come un prode che percorre la via. 6 Egli esce da una estremità dei cieli, e il suo giro arriva fino all'altra estremità; nulla sfugge al suo calore. 6 Esso sorge da una estremità dei cieli, e il suo giro giunge fino all'altra estremità; niente è nascosto al suo calore.
Sal 65,9
7 Sorge da un estremo del cielo e la sua orbita raggiunge l’altro estremo: nulla si sottrae al suo calore. 7 La legge del SIGNORE è perfetta, essa ristora l'anima; la testimonianza del SIGNORE è veritiera, rende saggio il semplice. 7 La legge dell'Eterno è perfetta, essa ristora l'anima; la testimonianza dell'Eterno è verace e rende savio il semplice.
Sal 119,1s
8 La legge del Signore è perfetta, rinfranca l’anima; la testimonianza del Signore è stabile, rende saggio il semplice. 8 I precetti del SIGNORE sono giusti, rallegrano il cuore; il comandamento del SIGNORE è limpido, illumina gli occhi. 8 I precetti dell'Eterno sono giusti e rallegrano il cuore, il comandamento dell'Eterno è puro e illumina gli occhi.
9 I precetti del Signore sono retti, fanno gioire il cuore; il comando del Signore è limpido, illumina gli occhi. 9 Il timore del SIGNORE è puro, sussiste per sempre; i giudizi del SIGNORE sono verità, tutti quanti son giusti, 9 Il timore dell'Eterno è puro, rimane in eterno; i giudizi dell'Eterno sono verità, tutti quanti sono giusti;
10 Il timore del Signore è puro, rimane per sempre; i giudizi del Signore sono fedeli, sono tutti giusti, 10 sono più desiderabili dell'oro, anzi, più di molto oro finissimo; son più dolci del miele, anzi, di quello che stilla dai favi. 10 essi sono più desiderabili dell'oro, sì, più di molto oro finissimo; sono più dolci del miele, di quello che stilla dai favi.
Sal 119,127
Sal 119,103
11 più preziosi dell’oro, di molto oro fino, più dolci del miele e di un favo stillante. 11 Anche il tuo servo è da essi ammaestrato; v'è gran ricompensa a osservarli. 11 Anche il tuo servo è da essi istruito; vi è grande ricompensa ad osservarli.
12 Anche il tuo servo ne è illuminato, per chi li osserva è grande il profitto. 12 Chi conosce i suoi errori? Purificami da quelli che mi sono occulti. 12 Chi conosce i suoi errori? Purificami da quelli che mi sono occulti.
13 Le inavvertenze, chi le discerne? Assolvimi dai peccati nascosti. 13 Trattieni inoltre il tuo servo dai peccati volontari, e fa' che non prendano il sopravvento su di me; allora sarò integro e puro da grandi trasgressioni. 13 Preserva inoltre il tuo servo dai peccati volontari, e fa' che non signoreggino su di me; allora io sarò integro e sarò puro da grandi trasgressioni.
14 Anche dall’orgoglio salva il tuo servo perché su di me non abbia potere; allora sarò irreprensibile, sarò puro da grave peccato. 14 Siano gradite le parole della mia bocca e la meditazione del mio cuore in tua presenza, o SIGNORE, mia Ròcca e mio redentore! 14 Siano gradite davanti a te le parole della mia bocca e la meditazione del mio cuore, o Eterno, mia rocca e mio redentore.
15 Ti siano gradite le parole della mia bocca; davanti a te i pensieri del mio cuore, Signore, mia roccia e mio redentore. 15 15