Santo del Mese

san Trifone, martire

San Trifone

San Trifone

SAN TRIFONE nacque nel 232 circa nella città di Kampsada (oggi Iznir) nei pressi di Nicea (Lampsakos), provincia romana di Apamea. Perde il padre da bambino.

Fu modello di grande fede, amante delle sacre scritture e della preghiera. Nel 249 l’Imperatore Romano Decio emanò un decreto autorizzando la persecuzione dei Cristiani e fu in quest’occasione che Trifone fu torturato e ucciso per decapitazione. Morì all’età di appena diciotto anni perché si rifiutò di onorare dei pagani.Il corpo fu riportato a Camposede (Kampsada). Nell’809, con una nave veneziana avveniva la traslazione del corpo con destinazione Venezia, ma una tempesta la fermò a Cattaro in Montenegro dove rimase perché la nave non potette più riprendere la rotta. Da qui, ben presto, il culto di san Trifone si espanse per tutta la costa orientale del mar Adriatico a seguito dei molti miracoli avvenuti.

 All’inizio del X secolo venne nuovamente traslato con destinazione Roma. Venne deposto nella chiesetta di Campo Marzio, diventata poi Basilica di Sant'Agostino.Nel tempo le vicende si sono susseguite e varie reliquie del santo sono oggi custodite in varie parti d’Italia.Trifone è un modello di fede a cui ispirarsi, fu testimone di Cristo fino a dare la propria vita, nonostante avesse appena diciotto.