Home

Parola del Giorno

12.a Tempo Ordinario - Martedì
Signore, chi sarà ospite nella tua tenda?
Prima Lettura
Salmo
Seconda Lettura
Vangelo
Famiglia

...se non vi convertirete e non diventerete come bambini

...se non vi convertirete e non diventerete come bambini

Ogni comunità, come famigl ...

Commenti

Mc 9,38-43.45.47-48

Commento su Marco 9,38-43.45.47-48

Commento su Marco 9,38-43.45.47-48
"Nessuno può dire Gesù è il Signore se non sotto l'azione dello Spirito Santo" 1Cor 12,3

Pregare con i Salmi ...

... un versetto da portare con te oggi

Sapienza d'Oriente: un passo al giorno ...


Antonhy Bloom
LA CONDIZIONE PER UNA VITA DI PREGHIERA
Vorrei ribadire che l'incontro fra Dio e l'uomo è pericoloso. Non è senza motivo che la tradizione orientale zen chiama il luogo in cui si trova colui che cerchiamo "la tana della tigre". Cercare Dio è una cosa da temerari, a meno che non si tratti di un atto di completa umiltà. Incontrare Dio comporta sempre una crisi, e in greco krisis significa giudizio. L'incontro può avvenire nello stupore e nell'umiltà. Ma può anche aver luogo nel terrore e nella condanna.
Non c'è dunque da stupirsi se i manuali di preghiera ortodossi concedono molto poco spazio alle tecniche e ai metodi, mentre interminabili sono le raccomandazioni sulle condizioni morali e spirituali che debbono assolutamente essere presenti in essa. Richiamiamo anzitutto alla memoria il comando evangelico: "Se vieni al tempio e ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, lascia la tua offerta, torna da colui che hai offeso e riconciliati con lui, poi torna a presentare la tua offerta" (Mt 5,23-24).
Questo precetto è ripreso in modo eccellente da Simeone il Nuovo Teologo, il quale ci dice che se vogliamo pregare con un cuore libero, dobbiamo riconciliarci con Dio, con la nostra coscienza, con il prossimo, perfino con gli oggetti che ci circondano. Ciò significa che la condizione per una vita di preghiera è vivere secondo l'evangelo. Una vita che fa dei comandamenti e dei consigli donatici nell' evangelo una seconda natura.

(Tratto da "LA PREGHIERA GIORNO DOPO GIORNO" di Anthony Bloom - edizioni QIQAJON Comunità Di Bose)

Oggi si ricorda ...

Cambia Martirologio: CHIESA CATTOLICA - ECUMENICO

natività di san Giovanni Battista
santi Giovanni e Festo, martiri
san Simplicio, vescovo
santi Agoardo, Agliberto e compagni, martiri
san Rumoldo, eremita e martire
san Teodolfo, vescovo e abate di Lobbes
san Gontrano, vescovo di Nantes e martire
san Teogaro, sacerdote
san Giuseppe Yuan Zaide, sacerdote e martire
Commenti

Gv 14,23-29

Prenderemo dimora presso di Lui

Prenderemo dimora presso di Lui
... Dio ha preso come in contropiede l'uomo, ha voluto Lui anticipare questo incontro, prima - quasi scavalcando i cieli ... e poi, molto più profondamente - quasi scavalcando il tempo