Home

Parola del Giorno

VISITAZIONE B. V. MARIA - Venerdì
Grande in mezzo a te è il Santo d’Israele.
Prima Lettura
Salmo
Seconda Lettura
Vangelo
Famiglia

...se non vi convertirete e non diventerete come bambini

...se non vi convertirete e non diventerete come bambini

Ogni comunità, come famigl ...

Commenti

Gv 18,33-37

Quel re al servizio della verità

Quel re al servizio della verità
«Chiunque è dalla parte della verità, ascolta la mia voce»

Pregare con i Salmi ...

... un versetto da portare con te oggi

Sapienza d'Oriente: un passo al giorno ...


Antonhy Bloom
CROCE E INCARNAZIONE
Per comprendere il significato della morte redentrice di Cristo, dobbiamo cogliere il senso dell'incarnazione. Ognuno di noi è nato nel tempo, dal non-essere. Entriamo in una vita precaria e fugace, per crescere nella stabilità della vita senza fine. Chiamati dal nulla dalla Parola di Dio entriamo nel tempo, ma nel tempo possiamo trovare l'eternità, perché l'eternità non è un flusso di tempo che, non ha mai fine. L'eternità non è qualcosa. E Qualcuno. L'eternità è Dio stesso, che è possibile incontrare nel fluire effimero del tempo e attraverso quest'incontro, tramite la comunione che Dio ci offre per grazia e amore nella libertà reciproca, possiamo accedere all' eternità e condividere la vita stessa di Dio, diventare, nelle parole audaci di Pietro: "Partecipi della natura divina" (2Pt 1,4). La nascita del Figlio di Dio è diversa dalla nostra. Egli non entra nel tempo dal nulla. La sua nascita non è l'inizio di una vita, di una vita destinata a crescere per sempre; è la limitazione di una pienezza che esisteva prima che il mondo avesse inizio. Colui che possedeva la gloria eterna con il Padre, prima di tutti i secoli, entra nel nostro mondo, nel mondo creato, nel quale l'uomo ha portato il peccato, la sofferenza, la morte. La nascita di Cristo è per lui non l'inizio della vita, bensì l'inizio della morte. Egli accetta tutto ciò che appartiene alla nostra condizione e il primo giorno della sua vita sulla terra è il primo giorno della sua ascesa verso la croce.

(Tratto da "LA PREGHIERA GIORNO DOPO GIORNO" di Anthony Bloom - edizioni QIQAJON Comunità Di Bose)

Oggi si ricorda ...

Cambia Martirologio: CHIESA CATTOLICA - ECUMENICO

san Gavino, martire
santi Basilio ed Emmelia, coniugi
sant'Atanasio, vescovo di Pavia
santa Dinfna, vergine e martire
sant'Uberto, vescovo di Liegi
san Ferdinando III, re di Castiglia e di León
santa Giovanna d'Arco, vergine
san Luca Kirby e beati Guglielmo Filby, Lorenzo Johnson e Tommaso Cottam sacerdoti e martiri
beati Guglielmo Scott e Riccardo Newport, sacerdoti e martiri
san Mattia Kalemba, martire dell'Uganda
san Giuseppe Marello, vescovo di Aqui, fondatore degli Oblati di San Giuseppe
beato Ottone Neururer, sacerdote e martire
Commenti

Gv 8,1-11

Peccato e perdono

Peccato e perdono
... Il rapporto con Dio è questione d'amore ... Il punto è lì: credere che possedere Dio è possedere tutto...

scienza

La Fede di Albert Einstein

La Fede di Albert Einstein

"La parola Dio per me non è null'altro che l'espressione e il pro ...