Riflessioni - Archivio

aggiorna per vederne altre

UNA NECESSARIA MISTICA CRISTIANA (Enric Capò)

Riflessioni - UNA NECESSARIA MISTICA CRISTIANA (Enric Capò)
Karl Rahner, il noto teologo cattolico, in un’occasione disse che il cristianesimo sarà mistico o non sarà. In questo bisognerebbe dargli completamente ragione. Non credo che la religione cristiana, ...

La risurrezione di Cristo, fonte di ogni nostra speranza - di P. Vladimir Zelinskij

Riflessioni - La risurrezione di Cristo, fonte di ogni nostra speranza - di P. Vladimir Zelinskij
...Dio è più vicino a noi di quanto lo siamo noi stessi, ma per raggiungerlo ci manca tutta la vita; il Regno è gratuito, è dato a tutti, ma - come dice Gesù nel Vangelo di Matteo - solo «i violenti se ne impadroniscono» (11,12); la promessa è eredità di ciascuno di noi, ma bisogna combattere per acquistarla nel proprio spirito...

Seguimi - di Chiara Lubich

Riflessioni - Seguimi - di Chiara Lubich
...Imparare ad ascoltare nel profondo del cuore la voce di Dio che parla anche con la voce della coscienza: ci dirà quello che Egli vuole da noi in ogni momento, pronti a sacrificare tutto per attuarlo....

Omnia munda mundi - di Don Davide Banzato

Riflessioni - Omnia munda mundi - di Don Davide Banzato
Condivido con voi un po’ di genesi di quest’immagine, ma soprattutto un episodio emblematico e particolare che avvenne qualche anno fa, mentre evangelizzando, all’interno di una missione di primo annuncio, mi trovai a consegnare questo volantino in una sede televisiva....

Don Serafino Falvo - Unità della Comunità

Riflessioni - Don Serafino Falvo - Unità della Comunità
Nel vangelo di S. Giovanni il Signore ci dice:”Rimanete in me e io in voi” (Gv 15, 4). Quanti errori abbiamo commesso volendo fare tutto con l’aiuto di Dio, ma è Lui che vuole fare tutto in noi. Ecco l’unione mirabile che abbiamo con Gesù. Nella Bibbia c’è una parolina che noi ignoriamo ed è:”In Cristo Gesù”...

Che cos’è la preghiera - di Giovanni Paolo II

Riflessioni - Che cos’è la preghiera - di Giovanni Paolo II
...Noi cominciamo a pregare con l’impressione che sia una nostra iniziativa. Invece è sempre un’iniziativa di Dio in noi. Proprio così, come scrive san Paolo. Questa iniziativa ci restituisce alla nostra vera umanità, ci restituisce alla nostra particolare dignità. Si, ci introduce alla superiore dignità dei figli di Dio, figli di Dio che sono l’attesa di tutto il creato. ...

Marco Bersanelli: ... chi si sente chiamato per nome

Riflessioni - Marco Bersanelli: ... chi si sente chiamato per nome
L'uomo per sua natura aspira a essere protagonista della propria vita, del tempo che gli è dato. Secondo la tradizione giudaico-cristiana l’essere umano è colui che dà il nome a tutte le creature, cioè cerca il senso di tutte le cose. Ma oggi dobbiamo constatare un’estrema debolezza del soggetto umano, il quale non riesce veramente a interessarsi più di nulla. È come se qualcuno ci avesse convinto che la realtà non ci riguarda se non marginalmente, e che possa essere ridotta a ciò che di essa noi decidiamo di scegliere ...

Gridare il Vangelo con la vita - di Charles de Foucault

Riflessioni - Gridare il Vangelo con la vita - di Charles de Foucault
Tutta la nostra vita, per quanto mu­ta essa sia, la vita di Nazareth, la vita del deserto, così come la vita pubblica, devono essere una predicazione del vangelo mediante l'esempio; tutta la no­stra esistenza, tutto il nostro essere de­ve gridare il Vangelo sui tetti;...

Come si catturano le scimmie (... e non solo)

Riflessioni - Come si catturano le scimmie (... e non solo)
Quanta gente perde la vita per la paura di allentare i pugni con cui stringe cio’ che crede indispensabile ed e’ inutile. ...nasce cosi’ un popolo dai pugni perennemente chiusi e il cuore spento.

«NON AMATE IL MONDO NE CIO CHE E MONDANO» di ENZO BIANCHI

Riflessioni - «NON AMATE IL MONDO NE CIO CHE E MONDANO» di ENZO BIANCHI
Ieri, in obbedienza al tema di questo convegno, abbiamo meditato sull’esortazione rivolta dall’Apostolo Paolo ai cristiani di Roma: «Non conformatevi alla mentalità di questo mondo, ma trasformatevi rinnovandovi nella vostra mente, rinnovando il vostro modo di pensare, ...

Amerai il prossimo tuo come te stesso di Chiara Lubich

Riflessioni - Amerai il prossimo tuo come te stesso di Chiara Lubich
Amerai il prossimo tuo come te stesso.(Mt 22,39). Questa Parola la si trova già nell'Antico Testamento. Per rispondere ad una domanda insidiosa, Gesù si inserisce nella grande tradizione profetica e rabbinica ...

Sull’umiltà (Paisio Olaru di Romania)

Riflessioni - Sull’umiltà (Paisio Olaru di Romania)
Un vegliardo che era solito vagare in inverno, a piedi scalzi nella neve e con la testa scoperta, ...

Qual è “il peccato che mena alla morte”? - di pastore Paolo Castellina

Riflessioni - Qual è “il peccato che mena alla morte”? - di pastore Paolo Castellina
Mi hanno chiesto, senza ulteriore specificazione, quale sia "il peccato che mena alla morte". Così rispondo, riservandomi di trattare in seguito degli argomenti correlati. L’espressione “il peccato che mena alla morte” è tratta dalla versione Luzzi/Riveduta della Bibbia e che cosi traduce il testo di Romani 6:16 che dice:“Non sapete voi che se vi date a uno come servi per ubbidirgli, siete servi di colui a cui ubbidite: o del peccato che mena alla morte o dell'ubbidienza che mena alla giustizia?”. Altre versioni dicono: “Non sapete voi ...

La vera povertà oggi in Italia - di Don Davide Banzato

Riflessioni - La vera povertà oggi in Italia - di Don Davide Banzato
Il termine “povertà” può assumere molteplici significati ed essere impiegato con diverse accezioni. Quando la povertà assume connotazioni estreme di assenza di beni materiali primari si parla di miseria. Nonostante i notevoli progressi tecnologici che si sono verificati negli ultimi anni, ...

Giuseppe di Nazareth: Quei calli sulle mani - di Cristiana Dobner

Riflessioni - Giuseppe di Nazareth: Quei calli sulle mani - di Cristiana Dobner
di Cristiana Dobner

Giuseppe di Nazareth: egli fu “giusto”, una persona cioè che ha colto il senso della vita e ha il cuore aperto verso Dio e verso i fratelli.

Che cos’è la preghiera - di Giovanni Paolo II

Riflessioni - Che cos’è la preghiera - di Giovanni Paolo II
...Noi cominciamo a pregare con l’impressione che sia una nostra iniziativa. Invece è sempre un’iniziativa di Dio in noi. Proprio così, come scrive san Paolo. Questa iniziativa ci restituisce alla nostra vera umanità, ci restituisce alla nostra particolare dignità. Si, ci introduce alla superiore dignità dei figli di Dio, figli di Dio che sono l’attesa di tutto il creato. ...

Fuggire Halloween - 31 ottobre, è una data importante non soltanto nella cultura celtica, ma anche....

Riflessioni - Fuggire Halloween - 31 ottobre, è una data importante non soltanto nella cultura celtica, ma anche....
31 ottobre, è una data importante non soltanto nella cultura celtica, ma anche nel satanismo.E’ uno dei quattro sabba delle streghe. I primi tre segnavano il tempo per le stagioni “benefiche”: il risveglio della terra dopo l’inverno, il tempo della semina, il tempo della messe. Il quarto sabba marcava l’arrivo dell’inverno e la “sconfitta” del sole, freddo fame, morte. ...

La morte e risurrezione di Gesù fondamento dell'unità dei

Riflessioni - La morte e risurrezione di Gesù fondamento dell'unità dei "Figli di Dio" - di Joseph Ratzinger – Benedetto XVI
...I figli di Dio dispersi non sono più soltanto Ebrei, ma figli di Abramo nel significato profondo sviluppato da Paolo: persone che, come Abramo, sono in ricerca di Dio; persone che sono pronte ad ascoltarlo e a seguire la sua chiamata – persone, potremmo dire, in atteggiamento “di Avvento”...