Home

Parola del Giorno

29.a Tempo Ordinario
Prima Lettura
Salmo
Seconda Lettura
Vangelo
riflessioni

Il sano stupore nell'ascoltare la Parola

Il sano stupore nell'ascoltare la Parola

Ogni volta che ci fermiamo ad asc ...

Commenti

Lc 15,1-3.11-32

Sono andato, mi sono lavato, e ora ci vedo

Sono andato, mi sono lavato, e ora ci vedo
Noi siamo cioè chiamati a testimoniare agli altri questa nuova identità che il battesimo ci assicura, e divenire così, come ci dice Gesù, sale, luce, lievito per tutti i nostri fratelli.

Sapienza d'Oriente: un passo al giorno ...


Antonhy Bloom
IL CONTRASTO FRA PREGHIERA E MEDITAZIONE
Meditare è un' attività del pensiero, mentre la preghiera è rifiuto di qualsiasi pensiero. Secondo quanto insegnano i padri dell' oriente, perfino i pensieri più spirituali e le considerazioni teologiche più profonde e sublimi, se compiute nel corso dell' orazione, devono essere ritenute alla stregua di una tentazione, e perciò soppresse; perché, come dicono i padri, è da stupidi pensare a Dio e dimenticare che ci troviamo in sua presenza.
Tutte le guide spirituali dell' ortodossia ci ammoniscono di non sostituire all'incontro con Dio una riflessione su di lui. La preghiera è essenzialmente stare davanti a Dio, faccia a faccia, consapevoli di dover lottare per rimanere raccolti, assolutamente nel silenzio e attenti alla sua presenza, vale a dire serbare una mente, un cuore e una volontà indivisi al cospetto del Signore. E non è affatto facile.
Per quanto possiamo aver imparato dall' educazione ricevuta, una scorciatoia si può sempre aprire in qualsiasi momento: l'unificazione può essere raggiunta da quella persona per la quale l'amore di Dio è tutto, che ha rotto ogni legame, che si è offerta completamente a Dio; allora non c'è più lotta personale, ma solo l'opera luminosa della grazia di Dio.

(Tratto da "LA PREGHIERA GIORNO DOPO GIORNO" di Anthony Bloom - edizioni QIQAJON Comunità Di Bose)

Oggi si ricorda ...

Cambia Martirologio: CHIESA CATTOLICA - ECUMENICO

CATTOLICI D'OCCIDENTE: Antonio Maria Claret († 1870), vescovo (calendario romano e ambrosiano) Luigi Guanella (†1915), presbitero (calendario ambrosiano)
COPTI ED ETIOPICI: Filippo (I sec.), uno dei 7 diaconi (Chiesa copta) Abbà Zamika'él Aragàwi, monaco (Chiesa etiopica)
LUTERANI: Leonida di Optina (†1841), monaco e padre spirituale in Russia
MARONITI: Areta di Najran e i suoi compagni (†523), martiri
ORTODOSSI E GRECO-CATTOLICI: Areta, megalomartire, e compagni Sinassi dei santi di Optina (Chiesa russa)
Commenti

Mc 16,15-20

Quella fine che apre il cammino

Quella fine che apre il cammino
Ascensione del Signore - Gesù sale in cielo e i discepoli vanno nel mondo. Ma la partenza di Gesù non è una vera assenza, bensì un'altra modalità di presenza: «Il Signore operava insieme con loro e dava fondamento alla Parola»

ecumenismo

I Cristiani: una famiglia divisa

I Cristiani: una famiglia divisa

Le divisioni in ...