Ricerca per Nome


Il nome cercato : | Nuova Ricerca

Figlio di Beniamino (1) 1Cr 8:1.
Figlio di Arum e discendente di Cos (2) 1Cr 4:8.
Il fratello maggiore di Mosè e di Maria (8). Era il figlio di Amram (1) e Iochebed, ed ebbe da sua moglie Eliseba quattro figli, Nadab (1), Abiu, Eleazar (1) e Itamar Es 4:14; 6:20,23; 7:7; 15:20; 28:1; Nu 3:2; 26:59-60; 1Cr 6:3,50; 23:13; 24:1. Era il portavoce e il profeta di Mosè davanti al faraone per far uscire gli Israeliti dall'Egitto Es 4:14,27-30; 7:1-2,9,19; 8:5,16. Era il primo sommo sacerdote di Israele, e tutti gli altri sommi sacerdoti dovevano essere i suoi discendenti; così 'i figli di Aaronne' è spesso un termine usato per i sacerdoti Es 27:1; 28:1,41; 30:30; Nu 3:3; 16:40; 1Cr 23:13; 1Macc 7:14; Sir 45:6,20-21; Eb 5:1-4; 7:11. Fece l'idolo del vitello di metallo fuso Es 32:1-6,21-25,35; De 9:20; At 7:40, ma di solito stava con Mosè nel seguire Dio ammonendo il popolo di Israele. Non poté entrare nel paese di Canaan (2), e morì sul monte Or (1), perché si ribellò a Meriba Nu 20; 33:38-39; De 10:6.
Figlio di un Maacateo (vedi Maaca (11)) e padre di Elifelet (3) 2Sam 23:34.
Figlio di Asur e Naara (1) 1Cr 4:6.
Una città e fiume babilonesi, dove Esdra (2) radunò gli esiliati per ritornare a Gerusalemme Esd 8:15,21,31.
Figlio di Mica (4) e padre di Iara (2) 1Cr 8:35-36; 1Cr 9:41-42.
Impiegato dal re Ezechia (2) alla gestione delle offerte nel tempio sotto la direzione di Conania (1) 2Cr 31:13.
Un profeta della fine del settimo secolo a.C. che scrisse un libro dell'Antico Testamento Abac 1:1; 3:1. È anche menzionato nel racconto apocrifo di Dan 14:33-39.
L'angelo satanico dell'abisso Ap 9:11. Il nome è ebraico e sta per '(luogo di) distruzione'. La traduzione in greco è 'Apollion'.
Uno dei sette eunuchi del re Assuero (2), che gli dovevano condurre la regine Vasti Est 1:10-12.
Figlio di Abisur e Abiail (2) 1Cr 2:29.
Un fiume di Damasco paragonato da Naaman (4) al Giordano 2Re 5:12. Probabilmente è il moderno Barada, che ha la sua fonte a 29 chilometri a nord-ovest di Damasco, scorre per la città, e termina in un lago a 29 chilometri a est.
Le montagne ad est del mar Morto. Dalla parte settentrionale stava il monte Nebo (1), dove Mosè vide Canaan (2) prima di morire. I monti di Abarim furono anche l'ultima tappa degli Israeliti prima di accamparsi presso il Giordano pronti ad entrare nella terra promessa Nu 27:12; 33:47-48; De 32:49; Ger 22:20.
1. Padre di Adoniram 1Re 4:6. 2. Figlio di Sammua (= Samma (12)), un Levita che si stabilì a Gerusalemme dopo l'esilio Ne 11:17.
Padre di Selemia (6) Ger 36:26.
1. Figlio di Malluc (1) e padre di Chisi 1Cr 6:44. 2. Padre di Chis (4) 2Cr 29:12. 3. Dei figli di Elam (4), sposò una donna straniera Esd 10:26.
1. Il sovrintendente del palazzo del re Acab (1); era molto timorato del Signore e trovò Elia (1) durante la carestia 1Re 18:3-16. 2. I figli di Abdia erano fra i figli di Anania (4) nella genealogia dei re di Giuda (1) 1Cr 3:21. 3. Il figlio di Izraia (1) e un capo della tribù di Issacar (1) 1Cr 7:3. 4. Un profeta del 587 a.C. circa che profetizzò contro Edom (vedi Esaù) Abd 1.
Figlio di Guni (2) e padre di Ai (2) 1Cr 5:15.
1. Una città levitica nel territorio della tribù di Ascer Gios 21:30; 1Cr 6:74. 2. Figlio di Illel, di Piraton, ebbe 40 figli e 30 nipoti, e fu giudici di Israele per otto anni Giudic 12:13-15. 3. Figlio di Sasac (2) 1Cr 8:23-25. 4. Il primo figlio di Gabaon (2) e Maaca (5) 1Cr 8:29-30; 9:36. In 2Cr 34:20, Abdon è Acbor (2).
Il nome babilonese di Azaria, uno dei tre amici di Daniele (1) Dan 1:6-7. Con loro, non mangiò il cibo del re Dan 1:11,19, pregò Dio di rivelare un sogno Dan 2:17-18, diventò un amministratore della provincia di Babilonia Dan 2:49, e fu gettato nella fornace ardente Dan 3:12-30; 1Macc 2:59.
La città di Neftali dove Ioab (1) assediò Seba (6). Era nota come una città saggia, pacifica e fedele 2Sam 20:14-22. Fu catturata dalla Siria sotto Ben-Adad (1) 1Re 15:20; 2Cr 16:4, e di nuovo dall'Assiria sotto Tiglat-Pileser 2Re 15:29. Chiamata anche Abel e Abel-Maim.
Iefte distrusse 20 città di Ammon (1), fino a Abel-Cheramin; presumibilmente è nella zone di Aroer (1) Giudic 11:33.
Si pensa che si trovava nella valle del Giordano, a sud di Bet-Sean, ma non è sicuro. L'esercito di Madian ci fuggì dopo la sconfitta contro Gedeone (1). Faceva parte del quinto distretto del regno di Salomone, e fu la città di Eliseo Giudic 7:22; 1Re 4:12; 19:16.
Il nome dato all'aia di Atad, dove ci fu un lutto di una settimana per Giacobbe (1). Il nome significa 'lutto degli Egiziani' Gen 50:11.
Il secondo figlio di Adamo e Eva. Era un pastore di pecore, e per fede offrì a Dio il migliore del suo gregge. A Dio piacque questa offerta, ma ciò fece arrabbiare Caino il fratello di Abele, che lo uccise Gen 4:1-10,25; Eb 11:4. Il sangue di Abele è così un esempio dell'innocente ucciso ingiustamente Mt 23:35; Lu 11:51; Eb 12:24.
Una città del territorio della tribù di Issacar (1) Gios 19:20.
1. Il secondo figlio del profeta Samuele (3), che non seguiva le sue orme 1Sam 8:2; 1Cr 6:28. 2. La moglie di Chesron (2) che gli partorì Asur dopo la sua morte 1Cr 2:24. 3. Il nome greco del re Abiia Mt 1:7 - vedi la sua voce per ulteriori informazioni. 4. Il nome del turno dei sacerdoti a cui apparteneva Zaccaria (34) Lu 1:5.
1. Padre di Suriel Nu 3:35. 2. Moglie di Abisur; madre di Aban e Molid 1Cr 2:29. 3. Figlio di Uri (3); padre di Micael (3), Mesullam (3), Seba (5), Iorai, Iacan, Zia e Eber (5) 1Cr 5:13-14. 4. Figlia di Eliab (4), moglie di Ierimot (6), madre di Maalat (2) 2Cr 11:18. 5. Padre di Ester e zio di Mardocheo (2). Era già morto quando si svolsero gli eventi del libro di Ester, perché Mardocheo aveva adottata Ester come figlia Est 2:7,15; 9:29.
Figlio di Core (1) Es 6:24.
L'unico figlio di Achimelec (1)(un discendente del sacerdote Eli (1) 1Re 2:27) che sopravvisse alla strage dei sacerdoti di Nob. Si rifugiò presso Davide 1Sam 22:20-23; 23:6,9; 30:7; Mar 2:26. Suo figlio Achimelec (3) era uno dei sacerdoti principali sotto il re Davide, ma probabilmente Abiatar stesso aveva questo ruolo 2Sam 8:17; 20:25; 1Cr 15:11; 18:16; 24:6; 27:34; 1Re 4:4. Con suo figlio Gionatan (4) e con Sadoc(1), restò a Gerusalemmequando Davide fuggì da Absalom (1), e furono spie per Davide 2Sam 15:24-29,35-36; 19:11. Dopo la morte di Davide, favorì Adonia (1) invece di Salomone, per cui Salomone lo destituì dalle funzioni di sacerdote 1Re 1:7,19,25,42; 2:22,26-27,35; 4:4. Marco lo chiama "sommo sacerdote": è chiaro dall'AT che lo era anche se questo titolo non gli è dato; si legge questo versetto 'al tempo di Abiatar, che era anche (più tardi) sommo sacerdote' e non 'al tempo quando Abiatar era sommo sacerdote' Mar 2:26.
Il primo mese dell'anno (marzo-aprile).
Figlio di Madian Gen 25:4; 1Cr 1:33.
Figlio di Ghideoni, capo della tribù di Beniamino (1) dopo l'esodo Ne 1:11; 2:22; 7:60-65; Nu 10:24.
1. Figlio di Seror, padre di Chis (1) e Ner (2), nonno di Saul (3) 1Sam 9:1; 14:51. 2. Di Arbat, un guerriero valoroso di Davide 2Sam 23:31; 1Cr 11:32. Chiamato anche Abi-Albon.
1. Figlio di Galaad (1). I figli di Abiezer (gli Abiezeriti) furono una delle famiglie della tribù di Manasse (1), di cui Gedeone (1) faceva parte Nu 4:30; Gios 17:2; Giudic 6:11,24,34; 8:2,32. Chiamato anche Iezer. 2. Figlio di Ammolechet, la sorella di Galaad (1) 1Cr 7:18. 3. Della città Anatot (3) e della tribù di Beniamino (1), uno dei guerrieri valorosi di Davide e un capo dell'esercito 2Sam 23:27; 1Cr 11:28; 27:12.
1. Di Carmel, la moglie di Nabal, era una donna di buon senso e di bell'aspetto. Placò Davide quando stava per attaccare suo marito 1Sam 25:3-36. Poi Davide la sposò 1Sam 25:39-42; 27:3; 30:5; 2Sam 2:2, ed ebbero il figlio Chileab(cioè Daniel) 2Sam 3:3; 1Cr 3:1. 2. Figlia di Nacas (1) e sorella di Seruia, che ebbe relazioni con Ieter (2); da loro nacque Amasa (1) 2Sam 17:25; 1Cr 2:16-17.
1. Il figlio di Becher (1) e nipote di Beniamino (1) 1Cr 7:8. 2. Uno dei 24 sacerdoti principali al tempo di Davide 1Cr 24:10. 3. Il figlio di Geroboamo (1), il primo re del regno diviso di Israele, che si ammalò e, secondo la parola del profeta Aiia (1), morì perché fu il solo nella casa di Geroboamo in cui si fosse trovato qualcosa di buono 1Re 14:1, 5, 12-13, 17. 4. Il figlio di Roboamo e Maaca (10), nipote di Salomone, e così il secondo re del regno di Giuda (1)(913-910 a.C.). Peccò come suo padre, e fu il padre di Asa (1). Chiamato anche Abiiam e Abia 1Re 14:31-15:8; 1Cr 3:10; 2Cr 11:20, 22; 12:16-13:23; Mt 1:7. 5. La madre del re Ezechia (2), figlia di Zaccaria (18)(chiamata anche Abi) 2Re 18:2; 2Cr 29:1. 6. Un sacerdote che sigillò un patto sotto Neemia (2) Ne 10:7. 7. Un sacerdote che tornò a Gerusalemme con Zorobabele (1) dopo l'esilio Ne 12:4. 8. Il nome di una famiglia sacerdotale Ne 12:17.
La regione che apparteneva alla città di Abila, a 29 chilometri a nord-ovest di Damasco. Fu governata da Lisania fino al 37 d.C., quando fu data ad Erode Agrippa per far parte del suo regno Lu 3:1.
Figlio di Ioctan; abitava sulla montagna orientale Gen 10:26-29; 1Cr 20-23.
1. Re della Filistia a Gherar, voleva prendere Sara (1) prima di essere avvertito da Dio Gen 20:1-18. Fece un'alleanza con Abraamo a Beer-Sceba Gen 21:22-34. Anche Isacco andò da Abimelec (possibilmente un altro; il nome significa "il re (divino) è mio padre" e potrebbe essere un titolo) e disse che sua moglie era sua sorella Gen 26:1-11, e fece un'alleanza con lui con una disputa riguardo dei pozzi Gen 26:12-31. 2. Figlio di Gedeone (1) e della sua concubina Giudic 8:31. Con i fratelli di sua madre, uccise i figli di suo padre, e fu proclamato re a Sichem (1), governando per tre anni prima di essere ucciso da una macina gettata giù da una torre che attaccava Giudic 9; 2Sam 11:21. 3. Il sacerdote Achimelec (3) è chiamato Abimelec in 1Cr 18:16. 4. Achis, re di Gat, è chiamato Abimelec in Sal 34:1.
1. Padre di Eleazar (2), Uzza (1) e Aio (3). Ebbe una casa su una collina a Chiriat-Iearim (2), dove l'arca del patto fu portata quando ritornò dalla Filistia. Da lì fu portata a Gerusalemme da Davide 1Sam 7:1; 2Sam 6:3; 1Cr 13:7. 2. Il secondo figlio di Isai (1) 1Sam 16:8; 17:13; 1Cr 2:13. 3. Figlio di Saul (3) 1Sam 31:2; 1Cr 8:33; 9:39; 10:2.
Padre di Barac Giudic 4:6,12; 5:1,12.
1. Figlio di Eliab (2), e membro del consiglio; con Core (1) si ribellò contro Mosè ed Aaronne, per cui morì Nu 16:1-40; 26:9-10; De 11:6; Sal 106:17; Sir 45:18. 2. Primogenito di Chiel; morì quando suo padre gettò le fondamenta di Gerico, per adempire la profezia di Giosuè (1) 1Re 16:34.
Una Sunamita (cioè di Sunem), una bella ragazza che serviva il re Davide nella sua vecchiaia. Dopo la morte del re, Adonia (1) chiese di sposarla, per cui Salomone lo fece uccidere (in pratica, la richiesta faceva parte di un tentativo di diventare re) 1Re 1:3-4,15; 2:17-22.
Figlio di Seruia e fratello di Ioab (1) 1Sam 26:6; 2Sam 2:18; 18:2; 23:18; 1Cr 2:16. Era un famoso guerriero, il quarto migliore fra i soldati di Davide 2Sam 23:18-19; 1Cr 11:20-21. Accompagnò Davide quando scese nel campo di Saul (3); Davide gli impedì di uccidere Saul 1Sam 26:6-9. Con Ioab uccise Abner, perché aveva ucciso il loro fratello Asael (1) 2Sam 2:24; 30:30. In una battaglia contro la Siria, Abisai fu il capo di una metà dell'esercito 2Sam 10:9-14; 1Cr 19:10-15. Due volte Davide gli impedì di uccidere Simei (8), che maledisse il re 2Sam 16:9-11; 19:21-22. Nella battaglia contro Absalom (1) fu il capo di un terzo dell'esercito 2Sam 18:2,5,12. Anche nella battaglia contro Seba (6) comandò l'esercito 2Sam 20:6-10. Salvò Davide quando attaccato da Isbi-Benob, della Filistia 2Sam 21:17. Sconfisse anche Edom 1Cr 18:12.
1. Figlio di Fineas (1) e padre di Bucchi nella discendenza dei sommi sacerdoti 1Cr 6:4-5,50-51; Esd 7:5. 2. Figlio di Bela (5) 1Cr 8:4.
Figlio di Sammai (1); marito di Abiail (2); padre di Aban e Molid 1Cr 2:28-29.
La madre di Sefatia (1)(e così moglie o concubina di Davide) 2Sam 3:4; 1Cr 3:3.
Figlio di Saaraim (1) e Cusim (3) 1Cr 8:11.
Figlio di Aaronne e Eliseba. Salì sul monte Sinai con Mosè e gli anziani di Israele. Doveva essere un sacerdote di Dio, ma gli offrì un fuoco diverso da quello ordinato, per cui fu divorato da un fuoco dall'Eterno Es 6:23; 24:1,9-11; 28:1; Le 10:1-2; Nu 3:2-4; Nu 26:60-61; 1Cr 6:3; 1Cr 24:1-2.
1. Un figlio di Bela (5) e nipote di Beniamino (1) 1Cr 8:3. 2. Figlio di Zorobabele (1) e padre di Eliachim (6) nella genealogia di Gesù Mt 1:13.
Figlio di Ner (2), era il capitano dell'esercito di Saul (3), suo cugino 1Sam 14:50-51; 1Cr 26:28; stava vicino a lui come guardia del corpo 1Sam 20:25; 26:5,15. Condusse Davide da Saul 1Sam 17:55-57. Dopo la morte di Saul, fece re suo figlio Is-Boset 2Sam 2:8-10, ma fu sconfitto dall'esercito di Davide 2Sam 2:12-17. Durante la fuga dopo la battaglia uccise Asael (1), il fratello di Ioab (1) 2Sam 2:18-31. Poi Abner si adirò con Is-Boset, lo lasciò e fece alleanza con Davide 2Sam 3:6-21. Ma Ioab lo uccise 2Sam 3:22-39; 4:1,12; 1Re 2:5,32. Il padre di Iaaziel (4), capo della tribù di Beniamino (1), può essere lo stesso Abner 1Cr 27:21.
Un fiume che scorre per 300 chilometri, prima di unirsi all'Eufrate. Passa in mezzo a Gozan, per cui è anche chiamato "fiume di Gozan". Alcuni Israeliti ci furono deportati 2Re 17:6; 18:11; 1Cr 5:26. Chiamato anche Cabor.
Figlio di Tera, fratello di Naor (2) e Caran (2), marito di Sara (1) Gen 11:26-29; Lu 3:34. Fu chiamato da Dio ad andare in Canaan (2), dove sarebbe stato benedetto e il padre di un grande nazione, e sarebbe stato una benedizione per altri Gen 12:1-9; Ne 9:7-8; At 7:2-8; Eb 11:8-10. Non aveva figli, e Sara era sterile, e quindi ebbe un figlio con Agar, la serva di Sara. Ma questo figlio, Ismaele (1), non era il figlio della promessa, e molti anni più tardi Sara partorì Isacco, che diventò il padre di Israele Gen 16; 21:1-21; Gios 24:2-3; 1Cr 1:28; 1Macc 2:52; Is 51:2; Mt 1:2; Lu 3:34; Gal 4:22-31; Eb 11:11-12. Dopo la morte di Sara, Abraamo prese un'altra moglie, Chetura, che gli partorì Zimran, Iocsan, Medan, Madian, Isbac e Suac (1). Poi morì all'età di 175 anni Gen 25:1-10; 1Cr 1:32. È chiamato anche Abramo, il suo nome prima che Dio lo cambiasse in Abraamo (da 'padre eccelso' a 'padre di una moltitudine') Gen 17:5; 1Cr 1:27; Ne 9:7. La promessa/benedizione ad Abraamo è molto importante nella Bibbia, e gli Israeliti se ne ricordavano spesso, aspettandone l'adempimento Gen 26:3-5; 28:4,13; 35:12; 50:24; Es 2:2; 6:8; 32:13; 33:1; Le 26:42; Nu 32:11; De 1:8; 9:5; 34:4; 2Re 13:23; 1Cr 16:16; 2Cr 20:7; Sal 105:9,42; Mi 7:20; Lu 1:72-73; At 3:25; 7:17; Eb 6:13-15, un adempimento che fu in Gesù Mt 8:10-12; Lu 19:9; Gv 8:52-58; Rom 4; 9:6-13; Gal 3:6-18,29.
Una parola egiziana che vuol dire 'in ginocchio' Gen 41:43.
1. Un accampamento di Israele nel deserto, fra Iotbata e Esion-Gheber Nu 33:32-33. 2. Una tappa del viaggio di Oloferne verso la Giudea Giudit 2:24.
1. Il terzo figlio di Davide; era un uomo molto bello, e sua madre era Maaca (9). Ebbe tre figli, e le figlie Tamar (3) e Maaca (10) 2Sam 3:3; 14:25-27; 1Re 15:2,10; 1Cr 3:2; 2Cr 11:20-21. (In 2Sam 18:18dice, "Io non ho un figlio che conservi il ricordo del mio nome"; forse i figli erano già morti.) Sua sorella era Tamar (2), e quando il suo fratellastro Amnon(1) si innamorò di lei e la violentò lo odiò; così due anni dopo lo uccise. Fuggì a Ghesur (1), dove rimase per tre anni 2Sam 13. Ioab (1) lo fece ritornare a Gerusalemme, ma ci vollero due anni prima che potesse vedere il re, suo padre 2Sam 14:1-24, 28-33. Quattro anno più tardi si ribellò, facendosi re. Davide fu costretto a sfuggire da Gerusalemme e Absalom ci entrò 2Sam 15; 16:15-17:23; Sal 3:1. Ma fu sconfitto in una battaglia con Davide, e Ioab lo uccise 2Sam 17:25-19:10. Alcune versioni traducono invece Assalonne.Possibilmente uguale a Uriel(3), perché hanno la stessa figlia. 2. (Assalonne) Ci sono tre riferimenti ad Assalonne nei libri dei Maccabei, probabilmente alla stessa persona. Fu padre di Mattatia (4) e Gionata (vedi Gionatan (11)), e fu inviato dai Giudei a Lisia (2) nel 164 a.C. 1Macc 11:70; 13:11; 2Macc 11:17.
Padre di Tolomeo (5) 1Macc 16:11,15.
1. Figlio di Omri (4), marito di Izebel (1), padre dei re Acazia (1) e Ioram (4), di Ioas (6) e di una figlia Atalia (1) che sposò Ioram (3); fu il re di Israele (874-853 a.C.) 1Re 16:28-29,31; 22:26,40; 2Re 3:1; 8:18. Fece ciò che è male agli occhi del Signore, più di tutti i re che l'avevano preceduto 1Re 16:30-33. Elia (1) lo contestò spesso 1Re 17:1; 18:1-20,41-46; 19:1. Ma tuttavia Dio liberò Israele dalla Siria due volte 1Re 20. Elia lo condannò per aver ucciso Nabot e per aver preso la sua vigna, ma il re si umiliò davanti a Dio 1Re 21. Morì in una battaglia contro la Siria 1Re 22:1-38; 2Cr 18:1-34, e la sua stirpe fu sterminata, come profetizzata da Elia (1) 2Re 9:1-26; 10:1-17,30; 2Cr 22:7-8. Fu poi un esempio di malvagità a cui alcuni re futuri furono paragonati 2Re 8:18,27; 21:3,13; 2Cr 21:6,13; 22:3-4; Mi 6:16. 2. Figlio di Colaia (1) che era un falso profeta nei giorni di Geremia (5) Ger 29:21-23.
La provincia del sud della Grecia, con capoluogo Corinto. Spesso vuol dire soltanto Corinto 1Cor 16:15; 2Cor 9:2, ma di solito tutta la provincia At 18:12, 27; 19:21; Rom 15:26; 2Cor 1:1; 11:10; 1Tess 1:7, 8. At 20:2 si riferisce alla stessa provincia ma con il nome Grecia.
Un Cristiano di Corinto 1Cor 16:17. Secondo il nome, era probabilmente uno schiavo o ex-schiavo.
Padre di Neemia (2) Ne 1:1; 10:1.
1. Figlio di Eser Gen 36:27; 1Cr 1:42. Chiamato anche Iaacan e Iaakan. 2. Figlio di Carmi (3). Commise un'infedeltà prendendo dalla città di Ai (1) delle cose interdette da Dio, per cui l'ira del Signore si accese contro Israele. Quando Giosuè (1) lo scoprì, Acan fu lapidato Gios 7:1-26; 22:20; 1Cr 2:7. In Gios 22:20 è chiamato figlio di Zerac (3) - in realtà fu il bisnipote, della famiglia di Zerac.
Figlio di Iotam (2), marito di Abiia (5) e padre di Ezechia (2); re di Giuda (1)(732-716 a.C.). Non fece ciò che è giusto agli occhi del Signore. Fu assediato da Israele e dalla Siria, quando Isaia (1) profetizzò la salvezza del paese e il Messia, e Acaz chiese aiuto dall'Assiria. Poi costruì un altare agli dèi assiri e vi offrì dei sacrifici 2Re 15:38-16:20; 23:12; 1Cr 3:13; 2Cr 28:1-27; 29:19; Is 1:1; 7:1-16; Os 1:1; Mi 1:1; Mt 1:9.
1. Figlio di Acab (1) e re di Israele (853-852 a.C.). Non ebbe figli. Fece ciò che è male agli occhi del Signore. Elia (1) preannunziò la sua morte 1Re 22:40,50,52-54; 2Re 1; 2Cr 20:35-37. 2. Figlio di Ioram (3) e Atalia (1); re di Giuda (1)(841 a.C.). Marito di Sibia (2), fratello di Ioseba e padre di Ioas (7). Fece ciò che è male agli occhi del Signore, seguendo l'esempio della casa di Acab (1) con cui era imparentato. Combatté contro la Siria con Ioram (4) re di Israele, e fu ucciso insieme a lui (e ai suoi fratelli) da Ieu (5) 2Re 8:24-29; 9:16-29; 10:13-14; 11:1-2; 1Cr 3:11; 2Cr 22:1-11. Chiamato anche Ioacaz 2Cr 21:17; 25:23.
1. Padre di Baal-Anan (1) Gen 36:38-39; 1Cr 1:49. 2. Figlio di Micaia (3), andò dalla profetessa Culda per consultare Dio per il re Giosia (1) 2Re 22:12-14; 2Cr 34:20. Chiamato anche Abdon. 3. Padre di Elnatan (2) Ger 26:22; 36:12.
Una delle quattro città babilonesi fondate da Nimrod Gen 10:10. All'incirca nel 2350 a.C. Accad governava sulla maggior parte della Babilonia; nel periodo dell'impero babilonese, Accad veniva usato per descrivere la regione della Babilonia settentrionale.
Padre di Ioanan (= Ioacaz (11)), dei figli di Azgad (1) Esd 8:12.
Vedi Tolemaide.
1. Una delle 24 case patriarcali levitiche. Alcuni, quando tornarono dopo l'esilio, non poterono trovare il loro nome delle genealogie, e quindi furono esclusi dal sacerdozio 1Cr 24:10; Esd 2:61; Ne 7:63. 2. Padre di Uria (5) Ne 3:4,21. Chiamato anche Accoz. 3. Padre di Giovanni (8) 1Macc 8:17.
1. Figlio di Elioenai (1) 1Cr 3:24. 2. Un portinaio che ritornò con i suoi figli (cioè famiglia) dall'esilio 1Cr 9:17; Esd 2:42; Ne 7:45; 11:19; 12:25. 3. Alcuni figli di Accub, ritornati dall'esilio, erano Netinei (vedi Netineo) Esd 2:45. 4. Un Levita che spiegò la legge al popolo Ne 8:7.
Due parole in ebraico che vogliono dire 'Campo di sangue' At 1:19. Conosciuto anche come il campo del vasaio Mt 27:7. Alcuni dicono che è la casa del vasaio di Ger 18:2; il luogo tradizionale è posto a sud di Gerusalemme.
Figlio di Cusim (2) 1Cr 7:12.
1. Di Palon (=Pelet (5)), uno dei guerrieri valorosi di Davide 1Cr 11:36. 2. Un capo del popolo che applicò il proprio sigillo al patto di Neemia (2) Ne 10:26. Vedi anche Aia.
Il re Ciassare della Media, che sconfisse Assiria nel 612 a.C. Tob 14:15.
Figlio di Sacar (1), da Arar; uno dei guerrieri valorosi di Davide 1Cr 11:35. Potrebbe essere uguale a Aiam figlio di Sarar.
Figlio di Anael e così nipote di Tobi; padre adottivo di Nadab (5). Fu incaricato della contabilità del regno di Esaraddon Tob 1:21-22; 2:10; 11:19; 14:10.
Una collina vicina a Zif (2), dove Davide si nascose da Saul (3) due volte 1Sam 23:19; 26:1-3.
Figlio di Sadoc (8) e padre di Eliud nella genealogia di Gesù Mt 1:14.
1. Figlio di Achitub, padre di Abiatar. Fu il sacerdote da cui Davide andò a Nob dopo essere fuggito da Saul (3). Achimelec gli diede del pane consacrato e la spada di Goliat 1Sam 21:1-9; Sal 52:1. Quando Saul lo seppe, fece uccidere lui e la sua famiglia 1Sam 22:9-20; 23:6; 30:7. 2. Un Ittita (1), compagno di Davide 1Sam 26:6. 3. Figlio di Abiatar, dei figli di Itamar, sacerdote durante il regno di Davide, aiutò a classificare i sacerdoti 2Sam 8:17; 1Cr 24:3,6,31. Chiamato Abimelec in 1Cr 18:16.
Il condottiero di Ammon (1), che parlò bene di Israele a Oloferne. Dopo la morte di Oloferne, credette in Dio e diventò Giudeo Giudit 5:5,22; 6:1-2,5,10,13,16,20; 11:9; 14:5-10.
Figlio di Maaca (8) e il re di Gat. Quando Davide fuggì da Saul (3), andò da Achis, dove fu costretto di fingersi pazzo 1Sam 21:10-15. Anche una secondo si rifugiò con i suoi uomini da Achis per 16 mesi, diventando la sua guardia del corpo. Ma gli altri principi della Filistia non si fidavano di Davide, e lo mandarono via prima della battaglia con Israele 1Sam 27:1-28:2; 29:1-9. 43 anni dopo, i due servi di Simei (8) fuggirono presso Achis 1Re 2:39-40. Il titolo del salmo 34 lo chiama Abimelec (4) Sal 34:1.
Padre di Achimelec (1) 1Sam 22:9-12,20. Forse uguale a Aitub (1).
Vedi Ai.
Padre di Ieiel (5) 1Cr 27:32.
Il significato di questa parola (che è uguale a Tachemonita) è incerta. Iasobeam (1) era un Acmonita 2Sam 23:8; 1Cr 11:11.
Padre di Dodo (2) 2Sam 23:9.
Una valle vicina a Gerico, dove Acan (1) fu giustiziato - ricevette il suo nome (che significa 'turbare, affliggere') da questo evento Gios 7:24-26. Se Gios 15:7 si riferisce alla stessa valle, stava sul confine fra i territori di Giuda (1) e di Beniamino (1), cioè a sud di Gerico; la tradizione però mette la valle al nord. Nei profeti, sarà il luogo di benedizione Is 65:10; Os 2:15.
Una porta nelle mura orientali di Gerusalemme, per uscire dalla città di Davide, e dove c'era una piazza Ne 3:26; 8:1,3,16; 12:37.
L'Acra era una fortezza quasi esattamente nel centro di Gerusalemme durante il periodo dei Maccabei, posseduta da una guarnigione dei nemici della Giudea 1Macc 3:45; 4:2,41; 6:18-27,32; 9:52-53; 10:6-9; 2Macc 15:31,35. Fu conces sa a Gionata (vedi Gionatan (10)) da Demetrio (3) nel 152 a.C. 1Macc 10:32; 11:20-23,41-42; 12:36; 13:21, ma solo nel 141 a.C. fu presa dei Giudei, sotto Simone (13) 1Macc 13:49-52; 14:7,36; 15:28.
Una parte dell'Idumea, verso il confine con la Giudea. Giuda (14) Maccabeo mosse guerra contro gli Edomiti (vedi Esaù) di Acrabattene, perché perseguitavano i Giudei 1Macc 5:3.
Un passo nella zona a sud del mar Salato, fra Amoreo (nell'Arabà) e il territorio di Giuda (1) Nu 34:3; Gios 15:3; Giudic 1:36.
Figlia di Caleb (2), data in moglie a Otniel quando batté Debir (2) Gios 15:16-17; Giudic 1:12-13; 1Cr 2:49.
Una città vicina a Tolemaide del territorio di Ascer, sconfitta da Giosuè (1) Gios 11:1; 12:20; 19:25.
Alcuni figli di Bacbuc, Netinei (vedi Netineo), ritornarono a Gerusalemme con Zorobabele (1) Esd 2:51; Ne 7:53.
1. Una città nella regione bassa di Giuda (1), che è menzionata in una profezia contro Lachis Gios 15:44; Mi 1:14. 2. Una città sul confine del territorio di Ascer. La tribù non scacciò gli abitanti della città Gios 19:29; Giudic 1:31.
1. La prima moglie di Lamec (1), madre di Iabal e Iubal Gen 4:19-21,23. 2. Figlia di Elon (1), moglie di Esaù e madre di Elifaz (1) Gen 36:2,4,10,12,16.
1. Figlio di Ismaele (1) Gen 25:15; 1Cr 1:30. Chiamato anche Cadad. 2. Figlio di Bedad, fu un re di Edom (vedi Esaù) a Avit. Sconfisse Madian Gen 36:35-36; 1Cr 1:46-47. Chiamato anche Cadad. 3. Marito di Meetabeel, fu un re di Edom (vedi Esaù) a Pau Gen 36:39; 1Cr 1:50-51. Chiamato anche Cadad. 4. Di Idumea, fuggì in Egitto dalla sconfitta di Edom da parte di Davide. Mentre era in Egitto, sposò la cognata del faraone (5) ed ebbe un figlio, Ghenubat. Dopo la morte di Davide ritornò al suo paese, e fu nemico di Salomone 1Re 11:14-22,25.
Figlio di Reob (3) e re di Soba. In alleanza con la Siria, fu sconfitto da Davide due volte 2Sam 8:3-12; 1Cr 18:3-10 e 2Sam 10:16-19; 1Cr 19:16-19. Un suo suddito Rezon fu un nemico di Salomone 1Re 11:23-25.
Un lutto di ravvedimento di cui Zaccaria (23) profetizzò è paragonato al lutto di Adadrimmon nella valle di Meghiddo Zac 12:11. Alcuni la identificano con una città chiamata Rummane, a sud di Meghiddo, altri con un dio - sia Adad che Rimmon sono nomi di dèi, e vogliono dire 'colui che tuona'.
1. Figlio di Etan (2) e padre di Zera (= Zerac (6)) 1Cr 6:41-42. 2. Figlio di Simei (3) 1Cr 8:21. 3. Padre di Iedida, da Boscat 2Re 22:1. 4. Padre di Maaseia (2) 2Cr 23:1. 5. Figlio di Ieroam (3), fu un sacerdote che si stabilì a Gerusalemme 1Cr 9:12; Ne 11:12. 6. Un figlio di Bani (5) che sposò una donna straniera Esd 10:29. 7. Un figlio di Bani (6) che sposò una donna straniera Esd 10:39. 8. Figlio di Ioiarib (2) e padre di Azaia Ne 11:5.
Un uomo messo a morte nella residenza reale di Susa dai Giudei Est 9:8.
Una città sul fiume Giordano. Quando Giosuè (1) divise il fiume, l'acqua si elevò in un mucchio fino a questa città Gios 3:16.
Una fortezza della tribù di Neftali Gios 19:36.
Una città del confine di Neftali Gios 19:33.
Il primo uomo creato. Il nome vuol dire 'umanità' in ebraico, ed è simile alla parola 'terra o suolo' Gen 2:7,20; 5:1; Tob 8:6; Sir 49:16. Il nome viene usato nella Nuova Riveduta dal tempo del giudizio da parte di Dio per il suo peccato in più, prima veniva usato 'l'uomo' Gen 3:17,21. Sua moglie era Eva, e i suoi figli Caino, Abele, Set ed altri, e visse per 930 anni Gen 2:22-23; 4:1-2,25; 5:3-5; 1Cr 1:1; Lu 3:38. Siccome cadde quando tentato e peccò, è un esempio del peccato, e per mezzo di lui il peccato e la morte sono entrati nel mondo Os 6:7; Rom 5:12-15. Ma Gesù è l'ultimo Adamo che porta la vita (invece della morte) a tutti gli uomini Rom 5:15-20; 1Cor 15:22,45. La creazione e il peccato di Adamo sono alla base ancora oggi del rapporto fra l'uomo e la donna 1Tim 2:11-14.
Il dodicesimo mese dell'anno (febbraio-marzo).
Figlio di Ismaele (1) Gen 25:13; 1Cr 1:29.
1. Figlio di Bela (5) 1Cr 8:3. 2. Una città del confine meridionale del territorio di Giuda (1) Gios 15:3.
Il figlio di Cosam e il padre di Melchi (1) nella genealogia di Gesù Lu 3:28.
Una città nel territorio meridionale della tribù di Giuda (1) Gios 15:22.
Nell'AT, i morti vanno allo Sceol, cioè alla tomba. Nel NT, questo stato viene chiamato Ades. A volte è anche tradotto il "soggiorno dei morti". Ma questo stato non è vita. Infatti, spesso è solo un modo di dire per la morte, e tutti ci vanno (sia i giusti che i malvagi) Gen 42:38; 2Sam 22:6; Sal 30:3; 89:48. È un luogo occulto, in cui Dio non è ricordato; non cniente Giob 14:13; Sal 6:5; Ec 9:10; Is 38:18. La parabola del ricco e Lazzaro (2) sembrerebbe di insegnare il contrario Lu 16:23, ma è meglio non basare una dottrina sui dettagli di una parabola, soprattutto quando contraddicono l'insegnamento del resto della Bibbia. Gesù invece uscì dall'Ades e adesso vive At 2:27-31; Ap 1:8.
Una città della regione meridionale del territorio di Giuda (1), fortificata da Simone (13) Maccabeo 1Macc 12:38; 13:13.
1. Un capofamiglia della tribù di Simeone (1) 1Cr 4:36. 2. Figlio di Iazera e padre di Maesai 1Cr 9:12. 3. Padre di Azmavet (4) 1Cr 27:25.
1. 454 o 655 figli di Adin ritornarono a Gerusalemme con Zorobabele (1) Esd 2:15; Ne 7:20. 50 altri, incluso il capo Ebed (2), ritornarono con Esdra (2) Esd 8:6. 2. Un capo del popolo che applicò il proprio sigillo al patto di Neemia (2) Ne 10:16.
Figlio di Siza, fu capo della tribù di Ruben e uno dei guerrieri valorosi di Davide 1Cr 11:42.
Una città nella regione bassa del territorio di Giuda (1) Gios 15:36.
Padre di Safat (3) 1Cr 27:29.
Una città della pianura del Giordano, vicina a Sodoma (con cui fu distrutta) e associata con Seboim (1). Sineab ne era il re al tempo di Abraamo Gen 10:19; 14:2,8; De 29:22; Os 11:8.
Uno dei sette principi di Persia e di Media Est 1:14.
Figlio di Arni e padre di Amminadab (2) nella genealogia di Gesù Lu 3:33. Vedi Arni per le differenze nelle genealogie.
1. Un capo di migliaia nella tribù di Manasse (1) che passò dalla parte di Davide 1Cr 12:21. 2. Di Giuda (1), il capo di 300000 uomini nell'esercito di Giosafat (3) 2Cr 17:14. 3. Il capo della famiglia sacerdote di Carim (1), e che ritornò a Gerusalemme con Zorobabele (1) Ne 12:15. 4. Dei figli di Paat-Moab, sposò una donna straniera Esd 10:30.
Il re di Bezec - probabilmente un titolo, perché 'Adoni' vuol dire 'Signore'. Fu catturato nella battaglia contro Bezec, e gli tagliarono i pollici e gli alluci, come il re aveva fatto a 70 altri re Giudic 1:5-7.
Il re di Gerusalemme che fece un'alleanza di re contro Giosuè (1). Giosuè li sconfisse presso Gabaon (1), e i re sfuggì e si nascosero nella caverna di Maccheda, dove furono uccisi Gios 10:1-27.
1. Il quarto figlio di Davide; sua madre era Agghit 2Sam 3:4; 1Cr 3:2. Era di bellissimo aspetto, ma viziato 1Re 1:6. Mosso dall'ambizione, cercò di diventare re dopo suo padre, mentre Davide voleva che Salomone gli succedesse. Quindi Davide nominò Salomone come suo erede 1Re 1:5-53. Quando Adonia fece chiedere che Abisag gli fosse data in moglie (siccome Abisag era come la concubina di Davide, questa richiesta poteva essere interpretata come un nuovo tentativo per il trono), Salomone lo fece uccidere 1Re 2:13-28. Chiamato anche Adoniia. 2. Un Levita mandato da Giosafat (3) ad insegnare nelle città di Giuda (1) 2Cr 17:8. 3. Un capo del popolo che applicò il suo sigillo al patto di Neemia (2) Ne 10:16. Presumibilmente è lo stesso di Adonicam di cui i figli (cioè la famiglia di cui era capo) tornarono dall'esilio Esd 2:13; 8:13; Ne 7:18 - sono nello stesso posto negli elenchi.
Figlio di Abda (1), fu addetto ai lavori forzati nel regno di Salomone 1Re 4:6; 5:14. Possibilmente uguale a Adoram (2).
Il nome di Adoraim nell'apocrifa 1Macc 13:20.
Una città di Giuda (1) ricostruita da Roboamo 2Cr 11:9. Nell'apocrifa è chiamata Adora 1Macc 13:20. Si trovava a otto chilometri a sud-ovest di Ebron (2).
1. Figlio di Ioctan Gen 10:27; 1Cr 1:21. 2. Addetto ai lavori forzati nel regno di Davide. Roboamo lo mandò in Israele, dove fu lapidato 2Sam 20:24; 1Re 12:18; 2Cr 10:18. Possibilmente uguale a Adoniram - infatti alcuni manoscritti greci e siri hanno Adoniram invece di Adoram in questi brani. Adoram, il figlio del re Toi, è Ioram (1) 2Sam 8:10; 1Cr 18:10.
Una città del confine settentrionale della Siria, contro cui Zaccaria (23) profetizzò Zac 9:1.
Un porto in Asia, di fronte a Lesbo. Paoloprese una nave di questa città per la prima parte del viaggio a Roma At 27:2.
1. Figlio del re Sennacherib; con il fratello Sareser (1) uccise suo padre e poi si rifugiò nel paese di Ararat 2Re 19:37; Is 37:38. 2. Uno degli dèi di Sefarvaim, portato nella Samaria dalla gente di Sefarvaim che si stabilì nella Samaria dopo la sua conquista 2Re 17:31.
Il mare di Adria At 27:27 in cui Paolo andò alla deriva per quindici giorni durante il suo viaggio a Roma. Non è quello che noi chiamiamo il mare Adriatico, che si chiamava il golfo di Adria, ma invece la parte centrale del mar Mediterraneo.
Figlio di Barzillai (2), marito di Merab (quando Saul (3) non la diede a Davide), di Meola. I suoi cinque figli furono uccisi dagli abitanti di Gabaon 1Sam 18:17-19; 2Sam 21:1-9.
Figlio di Gabael (1) e padre di Ananiel Tob 1:1.
Una città del territorio della tribù di Giuda (1) Gios 15:35. Quando Giuda (1) si separò dai suoi fratelli, andò da un suo amico Chira di Adullam Gen 38:1,12,20. Giosuè (1) sconfisse il re di Adullam Gios 12:15. Davide si rifugiò nella spelonca di Adullam, dove molti si unirono a lui 1Sam 22:1-2; 2Sam 23:13; 1Cr 11:15. Roboamo costruì (probabilmente ricostruì, o fortificò) Adullam 2Cr 11:6-7. Alcuni Giudei si stabilirono ad Adullam dopo l'esilio Ne 11:30. La città è menzionata da Michea Mi 1:15.
Un passo sul confine fra Giuda (1) e Beniamino (1), sulla strada fra Gerico e Gerusalemme Gios 15:7; 18:17. Forse Gesù pensava di questa salita quando raccontò la parabola del buon Samaritano.
Uno dei popoli trasportati e stabiliti in Samaria dopo la sconfitta della nazione di Israele (3) Esd 4:9.
Un tipo di ufficiale imperiale, il nome viene da una parola persiana che vuol dire investigatore o ispettore. Sono menzionati negli indirizzi delle lettere di Tattenai Esd 5:6; 6:6.
Uno dei popoli trasportati e stabiliti in Samaria dopo la sconfitta della nazione di Israele (3) Esd 4:9. Alcuni traducono come un titolo ('ufficiali') invece di un nome.
1. Una città sul mar Mediterraneo, a 42 chilometri a sud di Cesarea (2). Fu sconfitta da Giosuè (1) Gios 12:18. Due volte, prima di una battaglia contro Israele, la Filistia si accampò ad Afec 1Sam 4:1; 29:1. Erode (1) il Grande la ricostruì in memoria di suo padre, e la chiamò Antipatrida At 23:31. 2. Una città che segnalava il limite settentrionale del territorio da conquistare dopo le campagne di Giosuè (1) Gios 13:4. 3. Una città del territorio di Ascer, ma gli abitanti non furono scacciati Gios 19:30; Giudic 1:31. Chiamata anche Afic. 4. Ben-Adad (2) di Siria marciò verso Afec contro Israele sotto Acab (1) 1Re 20:26-30. Anche Ioas (8) sconfisse la Siria ad Afec 2Re 13:17.
Una città nella regione montuosa del territorio di Giuda (1) Gios 15:53.
Il capoluogo di una distretta detratto dalla Samaria ed assegnato alla Giudea 1Macc 10:30,38; 11:34. Probabilmente la stessa di Ofra (2) e Efraim (3) e (4).
Il soprannome di Gionata (vedi Gionatan (10)) 1Macc 2:5. Vuol dire 'astuto'.
Padre di Becorat, della tribù di Beniamino (1) 1Sam 9:1.
Alcuni figli di Agab, Netinei (vedi Netineo), ritornarono a Gerusalemme con Zorobabele (1) Esd 2:46.
Alcuni figli di Agaba, Netinei (vedi Netineo), ritornarono a Gerusalemme con Zorobabele (1) Esd 2:45; Ne 7:48.
Un profeta di Gerusalemme. Predisse una carestia sotto l'imperatore Claudio che è attestata da molti storici romani At 11:28. Predisse anche la prigionia di Paolo At 21:10-11.
1. Un re, presumibilmente di Amalec, a cui Balaam paragonò Israele Nu 24:7. 2. Re di Amalec sconfisse da Saul (3) e uccise da Samuele (3)(quando Saul, disubbidendo a Dio, non lo uccise) 1Sam 15:7-9,20,32-33.
Un aggettivo usato di Aman Est 3:1,10; 8:3,5; 9:24 e nella C.E.I. Est 1:17. Il significato è sconosciuto. Giuseppe Flavio credeva che fosse di Amalec, un discendente del re Agag (2). L'AT greco (la versione dei LXX) ha una parola di significato sconosciuto in Est 3:1, "macedone" in Est 9:24 (e nella C.E.I. in Est 8:22), e omette la parola negli altri versetti.
Una serva egiziana di Sara (1) la moglie di Abraamo. Siccome Sara era sterile, diede Agar a suo marito affinché avesse un figlio con lei, che (secondo la cultura della società di allora) era come suo. Così Agar partorì Ismaele (1) ad Abraamo Gen 16; 25:12. Ma c'era gelosia fra Agar e Sara, e fra Ismaele e Isacco, e quindi Agar e Ismaele furono cacciati via; ma Dio li sostenne perché Ismaele era comunque un figlio di Abraamo Gen 21:9-21; Bar 3:23. Allegoricamente Agar rappresenta il patto del monte Sinai Gal 4:22-31. Laziz l'Agarita (un discendente di Agar?) era responsabile del bestiame minuto nel regno di Davide 1Cr 27:30-31.
Un popolo che abitava ad est di Galaad (4), e che fu conquistato dai discendenti di Bela (6)(della tribù di Ruben) 1Cr 5:10,19-20; Sal 83:6. Il nome è anche menzionato in altri documenti antichi, per esempio in un'iscrizione di Tiglat-Pileser.
Un profeta del 520 a.C. circa, dopo il ritorno dall'esilio. Esortò i Giudei a ricostruire il tempio a Gerusalemme Esd 5:1; 6:14; Ag 1:1-3; 2:1, 10, 13-14, 20.
Figlio di Gad (1), da cui discese la famiglia degli Agghiti Gen 46:16; Nu 26:15.
Figlio di Simea (vedi Samma (3)) e padre di Asaia (2) 1Cr 6:30.
Moglie di Davide e madre di Adonia (1) 2Sam 3:4; 1Re 1:5,11; 2:13; 1Cr 3:2.
Padre di Samma (9), un Ararita (vedi Arar) 2Sam 23:11.
Padre di Mibar 1Cr 11:38.
Figlio di Erode Agrippa At 12 e fratello di Berenice e Drusilla. Aveva 17 anni alla morte di suo padre nel 44 d.C., e dunque non poté ereditare il suo regno. Però, ricevette territori nel nord della Palestina da Nerone nel 56 d.C. Dal 48 al 66 ebbe il diritto di nominare i sommi sacerdoti. Conobbe Paolo circa l'anno 60 a Cesarea At 25:13-26:32. Fece del suo meglio per la pace fra i Giudei e i Romani fino alla guerra del 66, dopodiché rimase leale ai Romani, per cui ricevette ancora più territorio. Morì senza figli nel 100 circa.
Figlio di Iaché, scrisse alcune massime nel libro di Proverbi Prov 30. Non si sa chi fosse. Alcuni traducono invece "Parola Agur, figlio di Iaché, di Massa (1), che pronunziò per...".
Il testo ebraico di Is 66:17 non è chiaro. La Diodati traduce "Ahad" dove il testo ha solo "uno" (o "una"); alcuni aggiungono "idolo" per dare un senso al versetto.
1. Una città ad est di Betel (1), vicino a Bet-Aven (1) Gen 12:8; Gios 7:2; 8:9. Fra Betel ed Ai Abraamo costruì un altare Gen 12:8; 13:3. Israele sotto Giosuè (1) fu sconfitto dalla gente di Ai Gios 7:2-5, ma dopo aver purificato il popolo del peccato di Acan (2) Ai fu sconfitto e distrutto Gios 8:1-29; 9:3; 10:1-2; 12:9; Ger 49:3. [Il riferimento in Ger 49:3 può essere un riferimento storico ("Chesbon sarà distrutta come Ai"), oppure un riferimento ad un'altra Ai contemporanea di Geremia.] Alcuni uomini di Ai ritornarono a Gerusalemme con Neemia (2) Esd 2:28; Ne 7:32. Alcune versioni hanno Aiia (invece di Gaza (2)) a 1Cr 7:28, fra le città di Efraim (1); probabilmente Aiia è un altro nome per Ai. Anche Aiat Is 10:28 e Aia (1) Ne 11:31 probabilmente sono questa città. 2. Figlio di Abdiel, era il capo di una casa della tribù di Gad (1) 1Cr 5:15. 3. Figlio di Semer (3) nella discendenza di Ascer 1Cr 7:34.
1. Una città dove i Beniaminiti si stabilirono dopo l'esilio - probabilmente Ai (1) Ne 11:31. 2. Figlio di Sibeon Gen 36:24; 1Cr 1:40. 3. Figlio di Aitub (1), portava l'efod durante il regno di Saul (3) 1Sam 14:3,18. 4. Padre di Rispa 2Sam 21:8-11. 5. Figlio di Scisa e segretario del re Salomone 1Re 4:3.
Vedi Aia.
1. Una città levitica della tribù di Dan (1)(e dopo di Efraim (1) e di Beniamino (1); è vicina al confine fra le tre tribù). Durante la battaglia contro gli Amorei (vedi Amoreo) a Gabaon (1), Giosuè (1) fece fermare la luna sulla valle di Aialon. Ma gli Amorei respinsero Dan da questa e le altre città delle valli Gios 10:12; 19:42; 21:24; Giudic 1:35; 1Cr 6:69. Saul (3) sconfisse la Filistia ad Aialon 1Sam 14:31, e fu fortificata da Roboamo 2Cr 11:10. I Filistei ripresero Aialon durante il regno di Acaz 2Cr 28:18. Beria (3) e Sema (2) furono di questa Aialon 1Cr 8:13. 2. Una città della tribù di Zabulon (1) dove Elon (3) fu sepolto Giudic 12:12.
Figlio di Sarar, di Arar, fu uno dei guerrieri valorosi di Davide 2Sam 23:33. Potrebbe essere uguale a Achiam figlio di Sacar (1).
Figlio di Semida 1Cr 7:19.
Figlio di Safan (1), un ufficiale del re Giosia (1) 2Re 22:12,14; 2Cr 34:20. Sostenne Geremia (5) contro il popolo Ger 26:24. Fu il padre di Ghedalia (4), il governatore dopo la caduta di Gerusalemme Ger 39:14; 2Re 25:22; Ger 40:5-41:19; 43:6.
La città a cui Davide fuggì da Absalom (1) 2Sam 16:14. Altri traducono invece 'la destinazione'.
Il nome di una aria, su cui il Salmo 22 fu scritto. Altri traducono il nome, cioè "Cerca dell'aurora" Sal 22:1.
1. Figlio di Ammisaddai, fu il capo della tribù di Dan (1) dopo l'esodo Nu 1:12; 2:25; 7:66-71; 10:25. 2. Figlio di Semaa, da Ghibea (4), fu il capo dei prodi che si unirono a Davide mentre era a Siclag 1Cr 12:13.
1. Un profeta, di Silo. Incontrò Geroboamo (1), e profetizzò che sarebbe stato re di 10 tribù 1Re 11:29-39; 12:15; 2Cr 10:15. Geroboamo mandò sua moglie da Aiia per consultarlo riguardo a suo figlio, che era ammalato; ma Aiia profetizzò invece che la casa di Geroboamo sarebbe stata sterminata 1Re 14:2-18; 15:29. Scrisse delle profezie sulle azioni di Salomone, che non esistono più 2Cr 9:29. 2. Padre del re Baasa 1Re 15:27,33; 21:22; 2Re 9:9. 3. Moglie di Ierameel (1); madre di Ram (4), Buna, Oren e Osem (2) 1Cr 2:25. 4. Figlio di Ecud della tribù di Beniamino (1), capo delle famiglie che abitavano a Gheba; fu deportato da suo fratello Ghera (4) a Manacat 1Cr 8:6-7.
Vedi Aia.
1. Padre di Giosafat (1) 2Sam 8:16; 20:24; 1Re 4:3; 1Cr 18:15. 2. Padre di Baana (3) 1Re 4:12.
1. Figlio di Sadoc (1) e padre di Azaria (5). Fece la spia per Davide durante la ribellione di Absalom (1) 2Sam 15:27,36; 17:17-20; 1Cr 6:8-9,53. Portò la notizia della sconfitta di Absalom al re, ma non gli disse che era morto 2Sam 18:19-33. 2. Uno dei 12 prefetti di Salomone, nel territorio della tribù di Neftali; sposò Basmat (3) la figlia di Salomone 1Re 4:15.
Padre di Ainoam 1Sam 14:50.
1. Un discendente di Anac che abitava a Ebron (2). Fu scacciato da Caleb (2) Nu 13:22; Gios 15:14; Giudic 1:10. 2. Un portinaio che si stabilì a Gerusalemme dopo l'esilio 1Cr 9:17.
Figlio di Elcana (2) e padre di Elcana (3) 1Cr 6:25-26.
1. Una città che doveva fa parte della frontiera orientale di Israele, vicina a Ribla (2) Nu 34:11. 2. Una città levitica del territorio della tribù di Simeone (1), nella regione meridionale di Giuda (1) Gios 15:32; 19:7; 21:16; 1Cr 4:32.
Figlio di Iddo (1), fu il prefetto del regno di Salomone a Maanaim 1Re 4:14.
1. Figlia di Aimaaz e moglie di Saul (3) 1Sam 14:50. 2. Di Izreel (1); fu la seconda moglie di Davide e la madre di Amnon (1) 1Sam 25:43; 27:3; 30:5; 2Sam 2:2; 3:2.; 1Cr 3:1.
1. Figlio di Beria (3) 1Cr 8:14. 2. Figlio di Gabaon (2) 1Cr 8:31; 9:37. 3. Figlio di Abinadab (1). Condusse il carro con l'arca di Dio 2Sam 6:3-4; 1Cr 13:7.
Figlio di Enan, il capo della tribù di Neftali dopo l'esodo Nu 1:15; 2:29; 7:78-83; 10:27.
Figlio di Beniamino (1), da cui discese la famiglia degli Airamiti Num 26:38.
Figlio di Bilan (2) 1Cr 7:10.
Padre di Ooliab Es 31:6; 35:34; 38:23.
Sovrintendente del palazzo di Salomone 1Re 4:6.
Della città di Ghilo, padre di Eliam (=Ammiel (4)). Era un consigliere di Davide che congiurò con Absalom (1) contro il re. Si impiccò quando Absalom non seguì il suo consiglio 2Sam 15:12,31,34; 16:15,20-23; 17:1-23; 23:34; 1Cr 27:33-34.
1. Padre di Aia (3) e figlio di Fineas (2), un sacerdote 1Sam 14:3. Forse uguale a Achitub. 2. Figlio di Amaria (1) e padre di Sadoc (1) 2Sam 8:17; 1Cr 6:7-8,52; 1Cr 18:16. 3. Figlio di Amaria (2,6) e padre di Sadoc (2) 1Cr 6:12; Esd 7:2. 4. Padre di Meraiot (2) 1Cr 9:11; Ne 11:11. 5. (Achitob) Figlio di Elia (5) e padre di Rafain Giudit 8:1.
1. Figlio di Selomi, della tribù di Ascer; aiutò Mosè a spartire il paese Nu 34:27. 2. Figlio di Ghera (4) 1Cr 8:7.
Il nome di una aria, su cui alcuni Salmi furono scritti. Altri traducono il nome, cioè "Non distruggere" Sal 57:1; 58:1; 59:1; 75:1.
Una città dell'Assiria, a nord-est di Ninive, a cui alcuni Israeliti furono deportati 2Re 17:6; 18:11; 1Cr 5:26. Chiamata anche Calac.
Una città del territorio di Ascer. La tribù non scacciò gli abitanti della città Giudic 1:31.
1. Figlio di Sesan (1) 1Cr 2:31. 2. Padre di Zabad (4) 1Cr 11:41.
Il titolo del Salmo 46. Altri traducono il nome come una direzione, cioè "Per voci di soprano (o fanciulle)", o come il nome della canzone, cioè "Le vergini" 1Cr 15:20; Sal 46:1.
Un uomo perfide ed empio, era stato il sommo sacerdote ma si contaminò volontariamente. Aspirando comunque al sommo sacerdozio, andò dal re Demetrio (2) per accusare i Maccabei. Fu nominato sommo sacerdote dal re, e nel 161 a.C. fu mandato in Giudea con Bacchide e un esercito. Bacchide poi affidò il paese ad Alcimo, lasciandogli dei soldati per sostenerlo come sommo sacerdote. Però, quando vide che i Maccabei si erano rinforzati e erano troppo forti per lui, ritornò dal re 1Macc 7:5-25; 2Macc 14:3-13,26. L'anno seguente, dopo la sconfitta e morte di Nicanore (2), Bacchide e Alcimo furono mandati nuovamente in Giudea con un esercito. Quando fu stabilito a Gerusalemme come sommo sacerdote, fece demolire il muro del santuario (che separava i Giudei dai Gentili nel tempio, in quel modo il tempio sarebbe più ellenizzato). Ma fu paralizzato e morì 1Macc 9:1-57.
Una città di Galaad (4), dove i Giudei furono perseguitati 1Macc 5:26-28. Forse la stessa città di Chelam.
1. Figlio di Becher (1) 1Cr 7:8. 2. Figlio di Iara (2) 1Cr 8:36; 9:42.
Una città con un grande porto in Egitto, fondata da Alessandro Magno nel 332 a.C. Per molto tempo fu la città più importante di Egitto, e per molti versi del mondo (per esempio, la sua biblioteca). È sempre stata una città multiculturale, e vi abitavano molti Giudei. Vi fu fatta la traduzione dell'AT in greco (la versione dei 70, la LXX), usata dalla chiesa primitiva. Alcuni della sinagoga degli Alessandrini erano fra quelli che accusarono Stefano At 6:9. Apollo era di questa città At 18:24, e due navi di Alessandria portarono Paolo verso Roma At 27:6; 28:11.
1. Il figlio di Simone (5) cireneo e fratello di Rufo Mar 15:21. 2. Un membro della famiglia dei sommi sacerdoti At 4:6. 3. Il portavoce dei Giudei al tumulto di Efeso At 19:33. 4. Un falso insegnante 1Tim 1:20. 5. Un oppositore di Paolo 2Tim 4:14, probabilmente ad Efeso. 6. Alessandro Magno (356-323 a.C.), di Macedonia, figlio di Filippo(5), che conquistò una grande parte del mondo antico, dalla Grecia e l'Egitto all'India 1Macc 1:1-9; 6:2. Alcune delle profezie di Daniele (1) probabilmente si riferiscono a lui e al suo regno Dan 2:40-41; 7:7; 11:3-4. 7. Alessandro Epifane o Balas. Diceva di essere figlio di Antioco(2) Epifane, e nel 153 a.C. si imbarcò a Tolemaidee diventò il re della Palestina, combattendo contro Demetrio (3) il nipote e successore di Antioco. Gionata (vedi Gionatan (10)) Maccabeo fece un'alleanza con lui. All'inizio era anche sostenuto da Tolomeo (1), sposando la figlia Cleopatra(1), ma Tolomeo lo tradì, e nel 145 a.C. fuggì in Arabia dove il re Zabdiel (3) lo fece uccidere per ottenere il favore di Tolomeo 1Macc 10-11. 'Alessandro' era un nome comune fra i Greci, e poi anche fra i Giudei. Non è improbabile dunque che i primi cinque siano diversi. Alcuni però identificano (3) con (5). (4) e (5) possono essere la stessa persona, ma è impossibile averne la sicurezza.
1. Padre di Giacomo (2) l'apostolo, chiamato così per distinguerlo dal figlio di Zebedeo Mt 10:3; Mar 3:18; Lu 6:15; At 1:13. 2. Padre di Matteo Mar 2:14.
Una città della Caria,vicina a Cos (1), a cui Lucio (1) scrisse per informarla del patto fra Roma e Giudea 1Macc 15:23. Il più famoso re di Alicarnasso fu Mausolo - quando morì nel 352 a.C., sua moglie fece costruire un monumento, da cui prendiamo la parola 'mausoleo'.
Una città di Galaad (4) conquistata da Giuda (14) Maccabeo 1Macc 5:33.
Una città del territorio della tribù di Ascer Gios 19:26.
Una città levitica del territorio di Beniamino (1) 1Cr 6:60.
1. Padre di Sallum (13) Ne 3:12. 2. Un capo del popolo che applicò il proprio sigillo al patto di Neemia (2) Ne 10:24. Forse sono la stessa persona.
Figlio di Iedaia (1) e padre di Sifi 1Cr 4:37.
Il nome di una quercia a Betel (1) dove Debora fu sepolta (1) Gen 35:8. Vuol dire 'quercia del pianto'.
Figlio di Ioctan; abitava sulla montagna orientale Gen 10:26-29; 1Cr 20-23.
Una città levitica nel territorio della tribù di Giuda (1) Gios 21:18.

Uno dei posti dove Israele si accampò dopo l'esodo, fra Dibon (1) e Abarim Nu 33:46-47. Alcuni invece traducono "Almon verso Diblataim".
Il nome di una aria, su cui il Salmo 9 fu scritto. Altri traducono il nome, cioè "Muori per il (o La morte del) figlio" o "I Torchi" Sal 9:1.
Con Ascer, la zona della prefettura di Baana (4) 1Re 4:16.
Un accampamento di Israele dopo l'esodo, fra Dofca e Refidim Nu 33:13-14.
Un capo di Edom, cioè i discendenti di Esaù Gen 36:40; 1Cr 1:51.
Figlio di Sobal (1) Gen 36:23; 1Cr 1:40. Chiamato anche Alian.
La città dove Chedorlaomer sconfisse il paese di Zuzeo Gen 14:5.
Una città del territorio della tribù di Ascer Gios 19:26.
Figlio di Chelem (1) 1Cr 7:35.
Figlio di Elifaz (1) e la sua concubina Timna (2), e nipote di Esaù Gen 36:12,16; 1Cr 1:36. I suoi discendenti, gli Amalechiti, furono la nazione di Amalec, e abitavano nel sud del Canaan (2) Nu 13:29; 14:25,43,45. Combatterono contro Israele dopo l'esodo, per cui la loro distruzione fu profetizzata Es 17:8-16; De 25:17-19; 1Sam 15:2-3, come ribadita da Balaam Nu 24:20. Assistettero Eglon (2) re di Moab a sconfiggere Israele Giudic 3:13, e con Madian devastarono Israele prima di essere sconfitti da Gedeone (1) Giudic 6:3,33; 7:12; 10:12. Samuele (3) comandò Saul (3) di combattere contro Amalec, per adempire la profezia. Li sconfisse, ma non li votò al sterminio; per questa disubbidienza perse il regno 1Sam 14:48; 15:1-33; 28:18. Anche Davide combatté contro gli Amalechiti 1Sam 27:8; 30:1-20; 2Sam 1:1; 8:12; 1Cr 18:11. Un Amalechita disse di aver ucciso Saul, cercando il favore di Davide 2Sam 1:8,13. In seguito declinarono, e al tempo del re Ezechia (2) alcuni della tribù di Simeone (1) distrussero gli Amalechiti superstiti 1Cr 4:43; vedi anche Sal 83:7. Il monte Amalec si trovava nel territorio di Efraim (1) Giudic 5:14; 12:15.
Una città nel territorio meridionale della tribù di Giuda (1) Gios 15:26.
Figlio di Ammedata, un Agaghita, marito di Zeres. Fu innalzato dal re Assuero (2). Siccome Mardocheo (2) rifiutò di inchinarsi davanti ad Aman, Aman decise di far uccidere Mardocheo - e tutti gli altri Giudei Est 3; 4:7. Ma Aman fu costretto ad onorare Mardocheo Est 6:4-14, ed Ester convinse il re di fare sì che il suo popolo non fosse distrutto, e Aman fu ucciso dal re Est 5:4-14; 7:1-9:25. Appare anche nella versione C.E.I. (nell'apocrifa) in Est 1:17; 4:40; 8:22,29; 10:7.
Una montagna del Libano, di cui non è conosciuta l'identità esatta CC 4:8. Forse la montagna da cui il fiume Abana scorre.
1. Figlio di Meraiot (1) e padre di Aitub (2) 1Cr 6:7,52. 2. Figlio di Azaria (6) e padre di Aitub (3) 1Cr 6:11. Probabilmente uguale a (6). 3. Il secondo figlio di Ebron (1) 1Cr 23:19; 24:23. 4. Il sommo sacerdote durante il regno di Giosafat (3) 2Cr 19:11. 5. Un sacerdote di fiducia che faceva la distribuzione 2Cr 31:15. 6. Figlio di Azaria (19) e padre di Aitub (3) Esd 7:3. Probabilmente uguale a (2). 7. Un figlio di Bani (6) che sposò una donna straniera Esd 10:42. 8. Applicò il proprio sigillo al patto di Neemia (2) Ne 10:3. 9. Figlio di Sefatia (6) e padre di Zaccaria (29) Ne 11:4. 10. Un sacerdote che tornò con Zorobabele (1) Ne 12:2. 11. Il nome di una famiglia sacerdotale, di cui Ioanan (=Ioacaz (12)) era il capo Ne 12:13. 12. Figlio di Ezechia (3) e padre di Ghedalia (2) So 1:1.
1. Figlio di Ieter (2) e Abigail (2) e così nipote di Davide. Fu il capo dell'esercito di Absalom (1), sostituendo Ioab (1) suo cugino 2Sam 17:25; 19:13; 1Cr 2:13-17. Dopo la sconfitta di Absalom, Davide promise che sarebbe stato il capo del suo esercito, al posto di Ioab, presumibilmente perché Ioab aveva ucciso Absalom 2Sam 19:13. Durante la ribellione di Seba (6), radunò gli uomini di Giuda per combattere, ma fu ucciso con inganno da Ioab, che prese il suo posto come capo dell'esercito 2Sam 20:4-5,8-13; 1Re 2:5,32. 2. Figlio di Cadlai, si alzò contro quelli che tornavano dalla guerra con prigionieri israeliti 2Cr 28:12.
1. Figlio di Elcana (2) 1Cr 6:25. 2. Figlio di Elcana (5), padre di Maat (1), nonn o di Elcana (6) 1Cr 6:35-36; 2Cr 29:12. 3. Capo dei figli di Beniamino (1) e di Giuda (1) che si unirono a Davide. Fu rivestito dallo Spirito 1Cr 12:19. 4. Un sacerdote che suonava la tromba davanti all'arca di Dio 1Cr 15:24.
1. Figlio di Zicri (8), un capo dei guerrieri di Giosafat (3) 2Cr 17:16. 2. Figlio di Ioas (7) e Ioaddan, e re di Giuda (1)(796-767 a.C.); marito di Iecolia; padre del re Azaria (11). Fece ciò che è giusto agli occhi del Signore 2Re 12:21; 14:1-6,21; 1Cr 3:11-12; 2Cr 24:27-25:4; 29:1. Sconfisse Edom (vedi Esaù) 2Re 14:7,10; 2Cr 25:5-13, ma poi si dedicò all'idolatria 2Cr 25:14-16. Attaccò il regno di Israele, ma fu sconfitto 2Re 14:8-14; 2Cr 25:17-24. Fu ucciso in una congiura 2Re 14:17-21; 2Cr 25:25-28. 3. Un sacerdote di Betel (1) che si oppose ad Amos (1) Am 7:10-13. 4. Padre di Iosa della discendenza di Simeone (1) 1Cr 4:34. 5. Figlio di Chilchia (1) e padre di Casabia (1) della discendenza di Levi (1) 1Cr 6:45.
Figlio di Azareel (4), fu un sacerdote che si stabilì a Gerusalemme dopo l'esilio Ne 11:13.
Il paese della città di Petor. Altri invece traducono, "il paese della sua origine" Nu 22:5.
Cioè Ecbatana, già la capitale della Media, fu la residenza estiva dei re della Persia dal 540 a.C. Giudit 1:1-4 descrive la grandezza della città. Il decreto che permetteva la ricostruzione del tempio fu archiviato ad Ameta Esd 6:1-3. Era la città di Raguele Tob 3:7; 5:6; 6:10; 7:1; 14:12-13 e Arpacsad (2) Giudit 1:1-2,14, e Antioco (2) ci si trovava 2Macc 9:3
Una città della Grecia settentrionale che Paolo attraversò andando a Tessalonica At 17:1. Si trovava a circa 50 chilometri ad ovest di Filippi.
Vedi Amon (2).
Padre del profeta Giona (1), di Gat-Chefer 2Re 14:25; Gion 1:1.
Una collina, di fronte a Ghia, sulla via del deserto di Gabaon (1), dove Ioab (1) e Abisai raggiunsero Abner 2Sam 2:24.
Il paese dell'Ammanitide è probabilmente la terra di Ammon (1), ma scritto in greco invece di ebraico 2Macc 4:26; 5:7.
Padre di Aman, un Agaghita Est 3:1,10; 8:5; 9:10,24 e nella C.E.I. Est 1:17; 8:22,29.
1. Figlio di Ghemalli, fu l'esploratore del paese di Canaan (2) dalla tribù di Dan (1) Nu 13:21. 2. Padre di Machir (2) 2Sam 9:4-5; 17:27. 3. Padre di Bat-Sceba 2Sam 11:3; 1Cr 3:5. Chiamato anche Eliam. 4. (Eliam) Figlio di Aitofel, di Ghilo; uno dei guerrieri valorosi di Davide 2Sam 23:34. 5. Figlio di Obed-Edom (2) 1Cr 26:5.
Malchia (8) lavorò sulle mura di Gerusalemme fino alla porta di Ammifcad Ne 3:31.
Nel NT, Aminadab. 1. Padre di Naason (vedi Nason) e Eliseba, e così suocero di Aaronne Es 6:23. 2. Il figlio di Ram (3)(in Luca di Admin - vedi Arni) e padre di Nason (il capo dei figli di Giuda (1)) e un antenato di Davide e così di Gesù Nu 1:7; 2:4; 7:12,17; 10:14; Ru 4:19-20; 1Cr 2:10; Mt 1:4; Lu 3:33. 3. Il nipote di Levi (1) e figlio di Cheat, e padre di Core (1) - di solito chiamato Isear 1Cr 6:22. 4. Un Levita e capo dei figli di Uzziel (2) che aiutò a trasportare l'arca a Gerusalemme 1Cr 15:10-11. (1) e (2) sono probabilmente la stessa persona, siccome hanno un figlio e una figlia con lo stesso nome. In alcune versioni, cun riferimento ai "carri di Amminadib" in CC 6:12; altri traducono invece "carri del mio popolo" o "carri del popolo del principe".
Padre di Aiezer (1) Nu 1:12; 2:25; 7:66-71; 10:25.
1. Figlio di Ladan e padre di Elisama (1) Nu 1:10; 2:18; 7:48,53; 10:22; 1Cr 7:26. 2. Padre di Samuele (2) Nu 34:20. 3. Padre di Pedael Nu 34:28. 4. Figlio di Omri (2) e padre di Utai (2) 1Cr 9:4.
Padre del re Talmai (2) 2Sam 13:37.
Figlio di Benaia (2), fu l'ufficiale superiore della divisione di suo padre 1Cr 27:6.
Sorella di Galaad (1), madre di Isod, Abiezer (2) e Mala (vedi Maala (2)) 1Cr 7:17-18.
1. Una nazione, il popolo degli Ammoniti, discendenti di Ben-Ammi figlio di Lot Gen 19:38. Il loro paese, ad est della Palestina e a nord del fiume Arnon, gli fu dato da Dio, e Israele non poteva prenderselo; il confine era il torrente Iabboc De 2:18-21,37; 3:16; Giudic 11:15. Ma Ammon non aiutò Israele quando uscì dall'Egitto e assoldò Balaam, per cui gli Ammoniti non potevano entrare nell'assemblea del Signore De 23:4-5; Ne 13:1, e dal tempo dei giudici cominciarono a fare guerra contro Israele Giudic 3:13; 10:7-18, 11:4-12:3. Naas, il re di Ammon, assediò Iabes (1) di Galaad (4), ma fu sconfitto da Saul (3) 1Sam 11:1-11; 12:12. Saul vinse gli Ammoniti 1Sam 14:47, ed furono soggetti anche a Davide 2Sam 8:11-12. Naas diventò amico di Davide, ma suo figlio Canun (1) si ribellò e fu sconfitto, e la capitale Rabba (1) presa, da Davide 2Sam 10:1-19; 11:1; 12:26, 31. Ma Davide aveva ancora degli amici e guerrieri fra gli Ammoniti 2Sam 17:27; 23:37. Salomone sposò delle Ammonite (e la madre di Roboamo il futuro re era un'Ammonita 1Re 14:21), e seguì Moloc il dio degli Ammoniti 1Re 11:1,5,7. Gli Ammoniti attaccarono Giuda (1) anche altre volte 2Cr 20:1-28; 27:5; 2Re 24:2. Anche dopo il ritorno dall'esilio gli Ammoniti rimasero i nemici degli Israeliti, i quali non si separarono completamente dalle abominazioni degli Ammoniti Ne 2:10,19; 4:3,7; 13:23; Esd 9:1; 1Macc 5;6. Sono spesso condannati dai profeti come nemici di Israele, con la promessa della loro sconfitta Sal 83:7; Is 11:4; Ger 9:25-26; 25:21; 27:3; 49:1-6; Ez 21:25,33; 25:1-7,10; Am 1:13; So 2:8-9. Ma scamperanno dalle mani del re del mezzogiorno al tempo della fine Dan 11:41. Esistevano almeno fino al secondo secolo a.C. 2. Governatore della città di Samaria sotto il re Acab (1) 1Re 22:26.
Figlio di Misma (2) e padre di Zaccur (2) 1Cr 4:26.
1. Il primogenito di Davide, figlio di Ainoam (2) 2Sam 3:2; 1Cr 3:1. Si innamorò di sua sorellastra Tamar (2) e la violentò 2Sam 13:1-18. Per vendicarsi Absalom (1), il fratello di Tamar, fece uccidere Amnon 2Sam 13:20-39. 2. Un figlio di Simon (1) nella genealogia di Giuda (1) 1Cr 4:20.
Un sacerdote che tornò con Zorobabele (1). Eber (8) era il capo della sua famiglia sacerdotale Ne 12:7,20.
1. Figlio di Manasse (2) e Mesullemet; marito di Iedida; re di Giuda (1)(641-639 a.C.). Fu ucciso dai suoi servitori, e Giosia (1) suo figlio regnò dopo di lui 2Re 21:18-25; 1Cr 3:14; 2Cr 33:20-25; Ger 1:2; 25:3; So 1:1; Mt 1:10. 2. Un servo di Salomone che aveva dei figli fra quelli che ritornarono dall'esilio Esd 2:57; Ne 7:59. Chiamato anche Ami. 3. Il dio principale di Egitto, il 're degli dèi' Ger 46:25.
Una valle dove la moltitudine di Gog (1) sarà sepolta, nella visione di Ezechiele (2) Ez 39:11,15.
Una città sconosciuta Ez 39:16. Il nome vuol dire 'orda'.
Un popolo discendente da Canaan (1) Gen 10:16; 1Cr 1:14, elencato spesso con gli popoli Ittita (1), Ferezeo, eccetera come nemici di Israele o abitanti del loro paese Gen 15:21; Es 3:8,17; 13:5; 23:23; 33:2; 34:11; De 7:1; 20:17; Gios 3:10; Esd 9:1; Ne 9:8, anche se abitava soprattutto nella regione montuosa vicino al fiume Giordano - ad est del fiume, e a nord del torrente Arnon e del paese di Moab Nu 13:29; 21:13; De 1:19-27,44; Gios 11:3. Abraamo fece un'alleanza con alcuni Amorei Gen 14:7,13. Una ragione per cui Israele andò in Egitto era che l'iniquità degli Amorei non era completa - un'iniquità che più tardi anche Israele seguì Gen 15:16; 1Re 21:26; 2Re 21:11. Il nome viene usato anche per tutti gli abitanti di Canaan (2) Gen 48:22; Gios 24:15. Quando Israele entrò in Palestina, Sicon il re degli Amorei governava la regione ad est del Giordano, e fu sconfitto da Israele Nu 21:21-32; 22:2; De 1:4; 2:24; 3:8; 4:46-47; Gios 2:10; 9:10; 12:2; 24:8,12; Giudic 11:19-22; Sal 135:11; 136:19; Am 2:9-10; il loro territorio fu dato alle tribù di Gad (1), Ruben e Manasse (1) Nu 32:33,39. Gli abitanti di molte città di Canaan (2) erano Amorei Gios 7:7; 10:5-6; 24:11; Ez 16:3,45. Anche se Giosuè (1) sconfisse gli Amorei Gios 24:18, furono per molto tempo in mezzo agli Israeliti Giudic 1:34-36; 3:5; 1Sam 7:14; 2Sam 21:2; 1Re 9:20; 2Cr 8:7.
1. Un profeta di Tecoa(1). Scrisse il libro della Bibbia che porta il suo nome. Era un pastore, mandriano e coltivatore di sicomori, ma non sappiamo altro di lui. Profetizzò all'incirca nel 760 a.C. Am 1:1; 7:14; Tob 2:6. 2. Figlio di Naum (2) e padre di Mattatia (1) nella genealogia di Gesù Lu 3:25.
Padre del profeta Isaia (3) 2Re 19:2,20; 20:1; 2Cr 26:22; 32:20,32; Is 1:1; 2:1; 13:1; 20:2; 37:2,21; 38:1.
Un amico di Paolo a Roma Rom 16:8.
Re di Scinear, invase la Palestina e fu sconfitto da Abraamo Gen 14:1-16.
1. Figlio di Cheat, marito di Iochebed (sua zia), e padre di Aaronne, Mosè e Maria (8). Visse 137 anni. Da lui discese la famiglia degli Amramiti Es 6:18,20; Nu 3:19,27; 26:58-59; 1Cr 6:2-3,18; 23:12-13. Durante il regno di Davide Sebuel (2) fu il capo degli Amramiti 1Cr 24:20; 26:23. 2. Un figlio di Bani (6) che sposò una donna straniera Esd 10:34.
1. Figlio di Bani (2) e padre di Chilchia (1) 1Cr 6:45-46. 2. Figlio di Zaccaria (31) e padre di Pelalia Ne 11:12.
1. Figlio di Seir (1), padre di Dison (2) e Oolibama (1). Fu un capo dei Corei (vedi Coreo) ed abitava il paese di Edom (vedi Esaù) Gen 36:20-21,25,29; 1Cr 1:38,41. 2. Figlia di Sibeon, madre di Oolibama (2). Trovò la acque calde nel deserto mentre pascolava gli asini di suo padre Gen 36:2,14,18,24; 1Cr 1:40. Alcune versioni antiche hanno "figlio di Sibeon", mentre l'ebraico ha "figlia".
Una città del territorio della tribù di Issacar (1) Gios 19:19.
Una città della regione montuosa di Giuda (1), originalmente una città di Anac e catturata da Giosuè (1) Gios 11:21; 15:50.
Anac era l'antenato della stirpe degli Anachiti o Anachim (in ebraico, Anachim è il plurale di Anac). Appare senza l'articolo solo in Nu 13:33; De 9:2; presumibilmente, negli altri versetti, "gli Anac" significa la sua discendenza, gli Anachiti. Arba (= Ebron (2)) è chiamato il padre di Anac, cioè era l'antenato di tutti gli Anachiti, oppure il significato è che la città di Arba era il 'padre' degli Anachiti, cioè la loro origine geografica Gios 15:13; 21:11. La grandezza e potenza degli Anachiti era ben saputa, erano come giganti Nu 13:28,33; De 1:28; 9:2. Infatti, altri popoli furono spesso paragonati a loro De 2:10-11,21. Abitavano nella Palestina prima dell'entrata da parte di Israele Nu 13:22. Furono sterminati in Canaan da Giosuè (1), e Caleb (2) combatté contro loro Gios 11:21-22; 14:12-15; 15:13-14; Giudic 1:20; Ger 47:5.
Fratello di Tobi e padre di Achikar Tob 1:21.
Un popolo discese da Egitto, cioè Misraim Gen 10:13; 1Cr 1:11.
Uno degli dèi di Sefarvaim, portato nella Samaria dalla gente di Sefarvaim che si stabilì nella Samaria dopo la sua conquista 2Re 17:31.
1. Alcuni figli di Anan, Netinei (vedi Netineo), ritornarono a Gerusalemme dopo l'esilio Esd 2:46; Ne 7:49. La "camera dei figli di Anan, figlio di Igdalia, uomo di Dio" in cui Geremia (5) condusse la casa di Recab (2), forse apparteneva a questi servitori del tempio Ger 35:4. 2. Un Levita che spiegò la legge a Israele mentre Esdra (2) la leggeva Ne 8:7. Probabilmente è lo stesso Levita che applicò il proprio sigillo al patto di Neemia (2) Ne 10:10, e il figlio di Zaccur (7) a cui fu affidato la sorveglianza dei magazzini Ne 13:13. 3. Due capi del popolo che applicarono il proprio sigillo al patto di Neemia (2) Ne 10:22,26. Probabilmente uno di loro fu il capo della famiglia "figli di Anan (1)".
1. Figlio di Elioenai (1) 1Cr 3:24. 2. Un "fratello" di Neemia (2), che gli riferì la situazione a Gerusalemme Ne 1:2.
1. Un membro della chiesa di Gerusalemme che, insieme con sua moglie Saffira, morì a causa della sua disonestà At 5:1-10. 2. Un Cristiano di Damascoche andò a trovare Paolo subito dopo la sua conversione At 9:10-17; 22:12. 3. Sommo sacerdote (48-58 d.C.) e presidente del sinedrio quando Paolo comparve davanti ad esso At 23:2; 24:1. Noto per la sua voracità, fu ucciso da uno Zelotaperché parteggiava per i Romani. 4. Un figlio di Zorobabele (2); padre di Pelatia (1) e Isaia (4), e i figli di Refaia (=Ra fa (6)), di Arnan, di Abdia (2) e di Secania (1) 1Cr 3:19,21. 5. Figlio di Sasac(2), un capofamiglia della tribù di Beniamino (1) 1Cr 8:24. 6. Uno dei figli di Eman (3) appartati per la musica del tempio 1Cr 25:4,23. 7. Uno dei generali dell'esercito del re Azaria (11) 2Cr 26:11. 8. Un figlio di Bebai(1) che sposò una donna straniera Esd 10:28. 9. Un profumiere che lavorò alle riparazioni delle mura di Gerusalemme sotto Neemia (2) Ne 3:8. 10. Il nonno di Azaria (21) e padre di Maaseia (9) Ne 3:23. 11. Il figlio di Selemia(3) che restaurò una parte delle mura di Gerusalemme sotto Neemia (2) Ne 3:30. 12. Il fratello di Neemia (2), che gli diede il comando di Gerusalemme con Anania (13) Ne 7:2. 13. Il governatore della fortezza, un uomo fedele e timorato di Dio, a cui Neemia (2) diede il comando di Gerusalemme con Anania (12) Ne 7:2. Alcuni traducono questo versetto, "Anania mio fratello, cioè Anania governatore della fortezza". 14. Un uomo che stava accanto a Esdra (2) quando lesse la legge Ne 8:4. 15. Due capi che applicarono il loro sigillo al patto fatto da Esdra (2) Ne 10:22-23. 16. Uno dei villaggi dove i figli di Beniamino (1) si stabilirono dopo l'esilio Ne 11:32. 17. Un capo della famiglia sacerdotale di Geremia (8) Ne 12:12. 18. Un sacerdote che stava con Neemia (2) Ne 12:41. 19. Un falso profeta, figlio di Azzur (2), di Gabaon (1), che il profeta Geremia(5) denunciò durante il regno di Sedechia (5) Ger 28; confronta le profezie di Geremia in Ger 25:12, 27:2-3,12. 20. Il padre di Sedechia (4) che era uno dei capi Ger 36:12. 21. Padre di Selemia (8) e nonno di Ireia Ger 37:13. 22. Sadrac, uno degli amici di Daniele (1). 23. "Il grande", figlio di Semeia (=Semaia (28)), fratello di Natan (10) e padre di Azaria (31) Tob 5:13-14. 24. Figlio di Gedeone (2) e padre di Elkia Giudit 8:1.
Figlio di Aduel, padre di Tobiel, marito di Debora (3) Tob 1:1,8.
Padre di Samgar Giudic 3:31; 5:6.
1. Figlio di Becher (1) 1Cr 7:8. 2. Un capo del popolo che applicò il proprio sigillo al patto di Neemia (2) Ne 10:19. 3. Una città levitica nel territorio della tribù di Beniamino (1) Gios 21:18; 1Cr 6:60; 27:12; Ger 1:1, circa 5 chilometri a nord di Gerusalemme. Era la città del sacerdote Abiezer 2Sam 23:27; 1Re 2:26; 1Cr 11:28, di Beraca (1) e Ieu (3) 1Cr 12:3, di Abiezer 1Cr 27:12, e di Geremia (5) Ger 1:1; 29:7. Fu presa da Sennacherib Is 10:30. Geremia profetizzò contro Anatot Ger 11:21-23, e comprò un campo lì Ger 32:7-9. 128 uomini di Anatot ritornarono a Gerusalemme dopo l'esilio Esd 2:23; 7:27, ed alcuni Giudei ci si stabilirono Ne 11:32.
Apostolo, fratello di Pietro, del paese di Betsaida Gv 1:44; abitava a Capernaum dove pescavano insieme Mar 1:29; Mt 4:18. Era un discepolo di Giovanni il battista, che gli indicò Gesù Gv 1:40. Portò suo fratello a Gesù Gv 1:41, e poi fu chiamato ad essere uno dei dodici Mt 4:18; 10:2. Portò anche dei Greci a Gesù Gv 12:22.
1. Uno dei dignitari del re Antioco (2) IV, fu lasciato in comando quando il re dovette andare a Tarso. Fu corrotto da Menelao, che lo fece anche uccidere Onia (3). Quando il re lo seppe, fece uccidere Andronico 2Macc 4:31-38. 2. Il sovrintendente di Garizim, lasciato dal re Antioco (2) IV per opprimere la nazione 2Macc 5:23. 2. Un Cristiano di Roma, salutato da Paolo Rom 16:7 quale Giudeo e prigioniero con lui. Chiamato un apostolo (nel senso generale), si era convertito prima di Paolo.
1. Fratello di Mamre (1) e Escol (1), che fece un'alleanza con Abraamo e lo aiutò a salvare Lot Gen 14:13,24. 2. Una città levitica del territorio di Manasse (1) 1Cr 6:70, possibilmente uguale a Taanac Gios 21:25.
La porta dell'Angolo fu una porta delle mura occidentali di Gerusalemme nel periodo dei re 2Re 14:13; 2Cr 25:23; 26:9; Ger 31:38. L'angolo delle nuove mura Ne 3:19-20,24,31-32 si riferiscono a angoli normali nelle mura, non ad una porta, tranne in Zac 14:10, dove la porta degli Angoli è una porta sconosciuta - presumibilmente però a sud della città, per indicare la sua dimensione dalla porta di Beniamino al nord.
Figlio di Semida 1Cr 7:19.
Una città nella regione montuosa del territorio di Giuda (1) Gios 15:50.
1. Un'anziana, vedova, profetessa, figlia di Fanuel. Parlava di Gesù a tutti come il Messia dopo averlo visto alla sua presentazione al tempio Lu 2:36-38. 2. Sommo sacerdote dal 6 al 15 d.C. Benché deposto dai Romani, secondo i Giudei il sommo sacerdozio era a vita, e tuttavia era sempre molto potente. Così Lu 3:1-2 dice (nel greco) che IL sommo sacerdote era Anna E Caiafa(suo genero) - Caiafa secondo la legge, ma Anna in realtà. Vedi anche At 4:6. Condusse il primo processo di Gesù Gv 18:13, 24. 3. Una delle mogli di Elcana(7). Era sterile, e poi concepì il profeta Samuele (3) dopo aver pregato nella casa del Signore a Silo 1Sam 1. Il suo cantico di ringraziamento si trova in 2Sam 1:1-10,ed è simile al cantico di Maria (1) in Lu 1:46-55. Dopo la nascita di Samuele ebbe anche altri figli 1Sam 2:21. 4. Moglie di Tobi e madre di Tobia (5) Tob 1:9,20; 2:1,11; 10:4; 11:5,9.
Una catena di montagne, parallela a Libano, fino al monte Ermon Giudit 1:7.
1. (di Siria) Fondata all'incirca nel 300 a.C., e nel periodo dell'apocrifa era la capitale del regno della Siria 1Macc 3:37; 4:35; 6:63; 10:68; 11:13,44,56; 2Macc 4:33; 5:21; 8:35; 11:36; 13:23,26; 14:27. Nel periodo del NT, era la terza più grande città dell'impero romano, e la seconda più importante chiesa della chiesa primitiva si trovava là. Nicola, uno dei sette, era di Antiochia At 6:5. A causa della persecuzione dopo la morte di Stefano i Cristiani vi si recarono, e là avvenne la prima evangelizzazione sistematica di Gentili. Il nome Cristiano fu usato per la prima volta ad Antiochia At 11:19-27. Da Antiochia fu mandata la prima missione cristiana, quella di Paolo e Barnaba At 13:1-3, i quali furono anche mandati a parlare alla Conferenza di Gerusalemme At 15:2. 2. (di Pisidia) Fondata all'incirca nel 300 a.C., era un cento importante dell'ellenismo nel periodo prima di Cristo. In questa regione le donne avevano molto prestigio e potevano avere uffici pubblici, ed alcune delle quali furono usate per suscitare una persecuzione contro Paolo e Barnaba che vi erano giunti durante il loro primo viaggio missionario. I loro nemici li seguirono poi a Listra, dove li lapidarono At 13:14-52; 14:19,21; 2Tim 3:11
La concubina del re Antioco (2) IV, a cui donò le città di Tarso e Mallo 2Macc 4:30.
Il nome di 13 re della dinastia dei Seleucidi, di cui cinque sono menzionati nei libri dei Maccabei. 1. Antioco III il Grande 223-187 a.C., padre di Antioco (2). Sconfisse Tolomeo V di Egitto nel 200 a.C., aggiungendo così al suo regno la Palestina. Fu sconfitto da Roma nel 189 a.C. 1Macc 1:10; 8:6-8. 2. Antioco IV Epifane (che vuol dire 'illustre') 175-165 a.C., figlio di Antioco (1) e padre di Antioco (3). Alla morte del re, suo fratello Seleuco IV, Antioco usurpò il trono che spettava a Demetrio (3), il figlio di suo fratello. Nel 167 Costrinse i Giudei a praticare la cultura greca, in modo particolare ad adorare gli dèi greci, mettendo addirittura degli idoli pagani nel tempio a Gerusalemme. Gli Ebrei gli si opposero, prima sotto il sacerdote Mattatia (3) e poi sotto suo figlio Giuda (14) Maccabeo. Morì in Persia quando la invase 1Macc 1:10,1:16-3:31; 6:1-16,55; 10:1; 2Macc 1:13-16; 2:20; 4:7,21,37; 5:1-5,11-26; 7:24-26; 9:1-29; 10:9,13. È probabilmente menzionato nelle profezie di Daniele (1) senza essere nominato Dan 7:8; 8:9; 9:25-26; 11:21. 3. Antioco V Eupatore (che vuol dire 'figlio di un buon padre') 164-162 a.C., figlio di Antioco (2). Aveva nove anni quando suo padre morì, e il generale Lisia (2 regnò per lui, nonostante le azioni di Filippo (7). Poi Demetrio (3), il cugino di Antioco, si ribellò e fece uccidere il re e Lisia 1Macc 3:32-33; 6:17,55; 7:1-4; 2Macc 2:20; 10:10-11; 11:22,27; 13:1-4; 14:1-2. 4. Antioco VI Epifane 145-142 a.C., figlio di Alessandro (7) che aveva cercato di usurpatore il regno dicendo di essere il figlio di Antioco (2). Trifone, il generale di Alessandro, lo fece regnare invece di Demetrio (4), ed anche Gionata (vedi Gionatan (10)) Maccabeo lo sosteneva. Poi Trifone lo fece uccidere, volendo regnare per sé stesso invece di stare dietro al trono 1Macc 11:39-40,54,57; 12:39; 13:31-32. 5. Antioco VII Evergete (che vuol dire 'benefattore') Sidete (della città Side) 139-129 a.C., figlio di Demetrio (3). Per motivi politici cercò il favore degli Ebrei, ma poi revocò tutti i privilegi concessi loro da lui e gli altri re. Assediò e catturò Gerusalemme; la Giudea riottenne la sua indipendenza solo dopo la morte del re (durante un'invasione contro la Partia) 1Macc 15. Sposò Cleopatra (1). 6. Padre di Numenio 1Macc 12:16; 14:22.
Un martire della chiesa a Pergamo Ap 2:13.
Fu ricostruita da Erode (1) il Grande in memoria di suo padre; prima si chiamava Afec (1) Gios 12:18; 1Sam 4:1; 29:1. Si trovava a circa 42 chilometri a sud di Cesarea (2). Paoloe i soldati si fermarono là quando andarono da Gerusalemme a Cesa rea At 23:31.
Figlio di Giasone (3), fu inviato a Roma nel 145 a.C. per rinnovare l'alleanza 1Macc 12:16;14:20-23; 15:15.
Figlio di Sasac (2) 1Cr 8:22-24.
Figlio di Cos (2) 1Cr 4:8.
1. Figlio di Bela (5) 1Cr 8:3-4. 2. La città di Salmon (3) 2Sam 23:28; 1Cr 11:29. Chiamata anche Acoa.
Eleazar (3) e suo padre Dodo (2), e Dodai, sono chiamati Aoiti; il significato non è conosciuto 1Cr 11:12; 1Cr 27:4.
Un Cristiano a Roma salutato da Paolo Rom 16:10.
Una credente a Colosse, o almeno vicino. Probabilmente la moglie di Filemone e ospite della chiesa a Colosse File 1:2.
Vedi Abaddon
Un Giudeo di Alessandria, diventò un Cristiano senza una piena conoscenza del cristianesimo. Andò a Efeso mentre Paolo era in Palestina (il 52 d.C.), dove mostrò eloquenza, conoscenza delle Scritture e fervore di spirito. Prisca e Aquila gli insegnarono quello che gli mancava At 18:24-26. Di là andò a Corinto dove dimostrava che Gesù era il Cristo At 18:27-19:1. C'era un gruppo a Corinto che lo seguiva 1Cor 1:12, per cui Paolo scrisse che ciò non era giusto 1Cor 3:4-6,22. Forse per questa ragione Apollo non voleva tornare a Corinto 1Cor 16:12. Più tardi, stava per fare un viaggio Tito 3:13.
Fu ucciso quando Giuda (14) Maccabeo catturò la fortezza di Ghezer 2Macc 10:37.
Una città della Grecia settentrionale che Paolo toccò andando a Tessalonica At 17:1. Si trovava a circa 93 chilometri ad ovest di Filippi.
1. Figlio di Menesteo, di Tarso, stratega della Celesiria e della Fenicia. Informò il re Seleuco IV del tesoro del tempio 2Macc 3:5-7. Fu mandato dal re Antioco (2) in Egitto come ambasciatore 2Macc 4:4,21, e poi fece una strage a Gerusalemme 2Macc 5:24-26. Radunò un esercito dalla Samaria per combattere contro Israele; ma fu sconfisso e ucciso da Giuda (14) Maccabeo 1Macc 3:10-12. Possibilmente è lo stesso sovrintendente ai tributi di 1Macc 1:29-36, dopo la cattura di Gerusalemme. 2. Fu affidato il governo della Celesiria (inclusa la Palestina) da Demetrio (4) nel 145 a.C. Combatté contro Gionata (vedi Gionatan (10)) Maccabeo, e fu sconfitto 1Macc 10:67-87. 3. Figlio di Genneo, un comandante dell'esercito di Lisia (2) che perseguitava i Giudei nonostante la pace fra essi e la Siria 2Macc 12:2.
Figlio di Nadab (2) e padre di Isei 1Cr 2:30-31.
Vedi Foro Appio
Il capo di una delle 24 classi di sacerdoti 1Cr 24:15.
Benché di Ponto, con sua moglie Priscilla (chiamata anche Prisca) si trovavano nel NT a Roma, Corinto, Efeso, poi di nuovo a Roma ed Efeso, sempre al servizio della chiesa e spesso in aiuto a Paolo, con il quale condividevano il mestiere At 18:3. Dopo l'espulsione dei Giudei da Roma da parte dell'imperatore Claudio all'incirca nel 49 d.C., andarono a Corinto At 18:2. Poi viaggiarono con Paolo ad Efeso, dove insegnarono ad Apollo ciò che gli mancava At 18:18-19,26 e ospitavano una chiesa 1Cor 16:19. Probabilmente in questo periodo si rischiar ono la vita per Paolo Rom 16:3-5, il quale indica che anche allora ospitavano una chiesa a casa loro di nuovo a Roma. Verso la fine della vita di Paolo erano di nuovo ad Efeso 2Tim 4:19.
Un vento dal nord CC 4:16.
La città principale di Moab, vicino al fiume Arnon. Gli Israeliti furono proibiti di attaccare la città, perché era stata data ai Moabiti, i figli di Lot Nu 21:15,28; De 2:9,18,29. Isaia (3) la menziona in una profezia contro Moab Is 15:1. Alcuni la identificano con Cheriot.
Una città amorea (vedi Amoreo), che resistette a Israele durante la conquista della Palestina. Ma gli abitanti furono assoggettati a servitù. Una traduzione alternativa del nome è "monte Cheres" Giudic 1:35.
1. Figlio di Ieter (6) 1Cr 7:38. 2. Figlio di Ulla 1Cr 7:39. 3. 775 o 652 figli di Ara ritornarono a Gerusalemme con Zorobabele (1) Esd 2:5; Ne 7:10. 4. Padre di Secania (8) Ne 6:18. 5. Una città dell'Assiria dove alcuni del regno di Israele furono deportati 1Cr 5:26.
Una città della regione montuosa di Giuda (1). Naarai (1) era di questa città Gios 15:52; 2Sam 23:35.
Nell'AT, la parola 'Arabia' non è usata spesso, e gli scrittori usano invece i nomi delle tribù che ci abitano (per esempio Gen 10:7,26-30; 25:2-4, 13-15). Ma i contatti con l'Arabia crebbe sotto il re Salomone, soprattutto commerciali 1Re 10:15; 2Cr 9:14. Gli arabi portarono un tributo anche a Giosafat (3) 2Cr 17:11. Durante il regno di Ioram (3) invasero Giuda (1) 2Cr 21:16; 22:1, ma sotto Azaria (11) Giuda li attaccò di nuovo 2Cr 26:7. I profeti profetizzarono contro di loro Is 21:13-17; Ger 25:24. Ghesem, che si oppone a Neemia (2), era un Arabo Ne 2:19; 4:7; 6:1. L'Arabia è menzionata anche in Is 13:20; Ger 3:2; Ez 27:21. Gli Arabi combatterono contro la Giudea dei Maccabei alcune volte 1Macc 5:39; 11:16-17,39; 12:31; 2Macc 5:8; 12:10. Nel NT, si riferisce all'area ad est e a sud della Palestina, ed era abitata dai Nabatei. Paolo vi si recò dopo la sua conversione; non sappiamo dove precisamente Gal 1:17. In Gal 4:25 è usata nel senso stretto della penisola di Sinai. C'erano alcuni arabi alla Pentecoste At 2:11.
La valle che va dal mar Morto al Golfo di Aqaba. Era il confine orientale della tribù di Beniamino (1) Gios 18:18. Il torrente (o la valle) dell'Arabà è anche menzionato in Am 6:14 per sottolineare la totalità dell'oppressione profetizzata sugli Israeliti - da Camat (al nord) all'Arabà (al sud).
1. Una città del Canaan (2) meridionale, che attaccò Israele, fu sconfitta, e votata allo sterminio Nu 21:1-3; 33:40. Giosuè (1) sconfisse il re di Arad Gios 12:14. I figli di Cheneo si stabilirono a sud di Arad. È spesso associata con Corma Nu 21:3; Gios 12:14; Giudic 1:16-17. 2. Un figlio di Beria (3), della tribù di Beniamino (1) 1Cr 8:15-16.
Una città a cui Lucio (1) scrisse per informarla del patto fra Roma e Giudea 1Macc 15:23.
Un colle dove Giosuè (1) fece circoncidere gli Israeliti dopo l'entrata in Canaan (2). Alcuni invece traducono Gibeat Aralot - gibeat vuol dire colle, e aralot vuol dire prepuzio.
Un termine usato per descrivere i popoli della regione di Siria e di Assiria (prima dell'esistenza di queste nazioni), nella Mesopotamia settentrionale, probabilmente discendenti di Aram (=Ram (1)) figlio di Sem. La regione di Aram (=Ram (1)) è chiamata anche Paddan-Aram, cioè Mesopotamia. Gli antenati di Israele (e soprattutto Giacobbe (1)) sono descritti come un "Arameo errante" De 26:5, e Betuel e suo figlio Labano (parenti di Abraamo che sono rimasti a Caran (1) nel paese di Aram) sono chiamati aramei Gen 25:20; 28:5; 31:20,24. Anche Balac era un Arameo Nu 23:7; De 23:4. Spesso, 'Mesopotamia' nelle traduzioni dell'AT hanno una parola composta da Aram nell'ebraico, per esempio Giudic 3:7-11, o più tardi traducono 'Siria', per esempio Giudic 10:6. Infatti la cultura aramea continuava a crescere verso l'ovest, dominando Siria, Damasco, Soba e Ghesur (1), e dal tempo di Salomone in poi i riferimenti agli Siri significano quasi sempre gli Aramei. La lingua degli Aramei era l'aramaico, che era la lingua comune nel mondo antico nel primo millenario avanti Cristo - infatti, Gesù stesso probabilmente parlava di solito aramaico e non ebraico. Gli Assiri potevano parlare ai Giudei in aramaico, la lingua diplomatica (ma non lo facevano perché volevano essere capiti dai Giudei comuni) 2Re 18:26; Is 36:11, e la corrispondenza ufficiale con la Babilonia e la Persia era in aramaico Da 2:4; Esd 4:7. Alcuni brani dell'Antico Testamento furono scritti in aramaico: Dn 2:4-7:28; Esd 4:8-6:18; 7:12-26; Ger 10:11.
La città o famiglia di alcuni guerrieri di Davide: Samma (9) figlio di Aghè, Samma (11), Aiam figlio di Sarar, Ionatan (1) figlio di Saghè e Achiam figlio di Sacar (1) 2Sam 23:11,33; 1Cr 11:34-35. Alternativamente, siccome 'ar' sta per montagna o collina, il significato potrebbe essere 'che abita nelle montagne'.
Il nome delle montagne della Turchia nord-orientale e dell'Armenia. Era anche un regno, ben conosciuto dalle iscrizioni assire e da altre fonti. L'arca di Noè si fermò sulle montagne di questa regione Gen 8:4. Adrammelec (1) e Sareser (1) si rifugiarono nel paese di Ararat dopo aver ucciso il loro padre, il re Sennacherib 2Re 19:37; Tob 1:21; Is 37:38. Il regno fu chiamato, con Minni e Aschenaz, contro Babilonia in una profezia Ger 51:27.
La città di Abiel (2) 2Sam 23:31; 1Cr 11:32.
La regione a sud del monte Carmelo. Nel 164 a.C. Simone (13) portò gli Giudei della regione nella Giudea, per salvaguardarli 1Macc 5:23.
Una città della Galilea, a circa 5 chilometri da Tiberiade. L'esercito di Bacchide e Alcimo ci si accampò, facendo morire molti uomini 1Macc 9:2.
Regnò nella Giudea e la Samaria dal 4 a.C. al 6 d.C. al posto di suo padre Erode il Grande Mt 2:22. Offese i Giudei sposando la vedova del suo fratellastro, e era molto repressivo. Un gruppo di Giudei e Samaritani andò a Roma ad avvertire l'imperatore Augusto che ci sarebbe stata una ribellione se Archelao avesse continuato. Archelao fu deposto, e la Giudea diventò una provincia romana governata da prefetti nominati dall'imperatore.
Un compagno di Paolo, e forse il figlio di Filemone e Apfia File 2. Paolo, tramite la chiesa di Colosse, lo incoraggiò ad adempiere il suo ministero Col 4:17 - forse un nuovo impegno come missionario.
Gli Architi o Archei furono uno dei popoli discesi da Canaan (1) Gen 10:17; 1Cr 1:15; abitavano nella Fenicia, circa 20 chilometri a nord di Tripoli. Il territorio di Efraim (1) si confinava con la frontiera degli Architi ad Atarot (2) Gios 16:2. Cusai fu un Archita 2Sam 15:32, 16:16; 17:5,14; 1Cr 27:33.
1. Figlio di Beniamino (1) Gen 46:21. 2. Figlio di Bela (5) e nipote di Beniamino (1); da lui discese la famiglia degli Arditi Nu 26:40.
Figlio di Caleb (1) e Azuba (2) 1Cr 2:18.
Congiurò con Peca contro il re Pecachia 2Re 15:25.
Figlio di Caleb (1) e padre di Bet-Gader 1Cr 2:50-51.
Figlio di Gad (1), da cui discese la famiglia degli Areliti Gen 46:16; Nu 26:15-17.
Areo I, re di Sparta (309-265 a.C.), scrisse ad Onia (1) I per proporre un'alleanza. Gionata (vedi Gionatan (10)) Maccabeo citò quest'alleanza quando cercò di rinnovarla e fare un'alleanza con Roma 1Macc 12:7,20-23.
Una piccola collina a nord-ovest di Atene, che fu il luogo originale degli incontri del Concilio dell'Areopago. Era l'istituzione più vecchia di Atene, e malgrado che avesse perso molti dei suoi poteri, aveva giurisdizione soprattutto per quanto riguardo la moralità e la religione. Era naturale quindi che Paolo fosse portato davanti al Concilio, che per lo più faceva beffe di lui At 17:19-33. Dionisio, un convertito, faceva parte di questo Concilio At 17:34.
1. Areta I, re degli Arabi 169-168 a.C., imprigionò Giasone (1) 2Macc 5:8. 2. Areta IV Filometore, re dei Nabatei (Arabi) dal 9 a.C. al 40 d.C. circa. Sua figlia sposò Erode il tetrarca, che poi la ripudiò per sposare Erodiada. Da 2Cor 11:32, anche se è molto sorprendente, sembra che Areta abbia regnato a Damasco. Ma da alcuni indizi storici, è possibile che regnò in una parte del periodo dal 37 (o addirittura dal 34) al 40.
1. Congiurò con Peca contro il re Pecachia 2Re 15:25. 2. Una regione ad est del fiume Giordano, governata da Og di Basan e catturata da Israele prima di entrare in Canaan (2). Fu data alla tribù di Manasse (1), in modo particolare a Iair (1) De 3:4,13-14. Ben-Gheber fu il prefetto della regione durante il regno di Salomone 1Re 4:13.
Un re a cui Lucio (1) scrisse per informarlo del patto fra Roma e Giudea 1Macc 15:22.
Un uomo messo a morte nella residenza reale di Susa dai Giudei Est 9:9.
Un uomo messo a morte nella residenza reale di Susa dai Giudei Est 9:8.
1. Un nome poetico per Gerusalemme Is 29:1-7. 2. Uno dei capi dopo il ritorno dall'esilio Esd 8:16.
Il paesino di Giuseppe (11) Mt 27:57. La sua locazione non è più conosciuta con certezza; vedi la mappa per la locazione più probabile. Alcuni invece la identificano con Rama (2).
1. Re di Ellasar, con i suoi alleati sconfisse i cinque re, ma poi fu sconfitto da Abraamo Gen 14:1-16. 2. Capo delle guardie del re Nabucodonosor, che lo mandò ad uccidere i saggi di Babilonia. Ma Daniele (1), quando gli fu rivelato il sogno del re, mise fine al questo piano Dan 2:14-25. 3. Un personaggio non storico Giudit 1:6.
Un uomo messo a morte nella residenza reale di Susa dai Giudei Est 9:9.
Di Tessalonica, viaggiava con Paolo già prima del loro arrivo ad Efeso At 19:29. Rappresentò Tessalonica nella colletta per Gerusalemme At 20:4, e partì con Paolo per Roma At 27:2. A Roma fu in prigione con Paolo, forse volontariamente in turni con Epafra (confronta Col 4:10-12; File 23-24).
1. Maestro del re Tolomeo (1), un sacerdote, possibilmente lo stesso Aristobulo che scrisse un commentario sui primi cinque libri della Bibbia. Nel 164 a.C. ricevette una lettera da Giuda (17), che fa parte della prefazione di 2Maccabei 2Macc 1:10. 2. Un Cristiano di Roma, dove probabilmente ospitava una chiesa Rom 16:10.
Figlio di Saul (3) e Rispa, che Davide consegnò a Gabaon (1) per essere ucciso 2Sam 21:8.
I figli di Arnan erano fra i figli (discendenti) di Anania (4) 1Cr 3:21.
Figlio di Chesron (2) e padre di Admin nella genealogia di Gesù Lu 3:33. Nelle genealogie dell'AT e di Matteo, la discendenza è Chesron->Ram ->Amminadab(2); in Luca Chesron->Arni->Admin->Amminadab. Alcuni manoscritti di Luca (e la versione Nuova Diodati) hanno la prima discendenza, ma questo è probabilmente una correzione da parte di quelli che hanno copiato il testo. Per le possibili spiegazioni di questa differenza, leggi un commentario sul versetto.
Un torrente che scorre da est ad ovest, entrando nel mar Morto di fronte a En-Ghedi. Era il confine fra Moab e gli Amorei (vedi Amoreo) Nu 21:13-14,24-26,29; 22:36; De 2:24,36; 3:8; 4:48; Gios 12:2; Giudic 11:13,18,22,26; Is 16:2; Ger 48:20. Quando Israele ebbe conquistato la Palestina, era il confine meridionale del territorio di Ruben, e così di tutto il popolo De 3:12,16; Gios 12:1-2; 13:9,16; 2Re 10:33. L'importanza del fiume con confine è attestata dai molti guadi e fortezze che si trovano lì Is 16:2.
Figlio di Gad (1), da cui discese la famiglia degli Aroditi Gen 46:16; Nu 26:15-17. Chiamato anche Arod.
Un discendente di Sobal (3) e Chiriat-Iearim (1) 1Cr 2:52.
1. Una città di Moab, sulla sponda settentrionale del fiume Arnon a circa 22 chilometri ad est del mar Morto. Fu conquistata da Mosè De 2:36; 4:48; Gios 12:2. Apparteneva a Gad (1), che la ricostruì (ma a volte a Ruben) Nu 32:34; De 3:12; Gios 13:9,16,25; Giudic 11:26; 1Cr 5:8. Iefte sconfisse Ammon (1) da Aroer fino a Minnit Giudic 11:33. Ioab (1) si accampò ad Aroer durante il censimento di Davide 2Sam 24:5. Azael di Damasco catturò tutto il territorio ad est del Giordano fino ad Aroer 2Re 10:32-33; Is 17:2. Più tardi apparteneva di nuovo a Moab Ger 48:6,19. 2. Una città del sud della Giuda (1) a cui Davide mandò un dono 1Sam 30:28. Sama e Ieiel (2), due dei valorosi guerrieri di Davide, erano di questa Aroer, o possibilmente dell'altra 1Cr 11:44.
(Oppure 'Aroset delle nazioni') La città di Sisera (1), che adunò il suo esercito lì per combattere contro Barac Giudic 4:2,13-16. Si trovava nella Palestina nord-occidentale, vicino al fiume Chison, ma la posizione esatta è sconosciuta.
1. Uno dei figli di Sem, e padre di Sela (1) e altri figli. Visse 438 anni Gen 10:22, 24; 11:10-13; 1Cr 1:17-18, 24; Lu 3:36. In Luca, che inserisce Cainam (2) fra Arpacsad e Sela, è scritto Arfacsad. 2. Arfacsad in Giudit 1:1,5,13,15 non è un personaggio storico.
Una città della Siria settentrionale. Fu conquistata dall'Assiria sotto Tiglat-Pileser nel 740 a.C., ma dopo aver ribellato nel 720 (con Camat, Damasco e Samaria) fu riconquistata da Sargon. Per questo gli Assiri si vantarono davanti ai Giudei di aver catturato la città, pensando che siccome gli dèi di Arpad non l'avevano salvata, Gerusalemme (con meno idoli) non avesse speranza 2Re 18:34; 19:13; Is 10:9; 36:19; 37:13. In Ger 49:23 è menzionata in una profezia contro Damasco (Siria).
Il sovrintendente del palazzo di Tirsa (2), dove il re Ela (4) si ubriacò e fu ucciso da Zimri (3) 1Re 16:9-10.
Il re della Persia e della Media. Quando Demetrio (4) partì nel 140 a.C. per la Media per raccogliere rinforzi per combattere Trifone, Arsace mandò il suo generale contro di lui. Demetrio fu sconfitto e catturato, e costretto a sposare la figlia di Arsace; ci rimase per 11 anni 1Macc 14:1-3; 15:22.
Artaserse I, re di Persia 464-424 a.C. Il governatore della Palestina gli scrisse per fare sì con le mura di Gerusalemme non fossero ricostruite, e il re ordinò che il lavoro fosse sospeso Esd 4:7-23. Dopo questo, nel 457 a.C., Esdra (2) arrivò a Gerusalemme, con una lettera incaricandolo a restituire l'adorazione di Dio Esd 7:1,7,11-26; 8:1. Sempre durante il regno di Artaserse, nel 444 a.C., anche Neemia (2) lasciò Babilonia per andare a Gerusalemme, ritornando (temporaneamente) a Babilonia nell'ultimo anno del regno di Artaserse Ne 1:1; 2:1; 5:14; 13:6.
Un Cristiano mandato da Paolo a Tito Tito 3:12.
Vedi Diana.
Vedi Orsa maggiore.
La città del prefetto Ben-Esed 1Re 4:10.
Padre di Aarel 1Cr 4:8.
Una città dove Abimelec (2) si fermò dopo aver combattuto contro Sichem (1) Giudic 9:41.
Una piccola isola della Fenicia, una delle quattro città principali della Fenicia ma sempre meno importanti di Sidone (2) e di Tiro. È menzionata nel lamento su Tiro Ez 27:8,11. Gli abitanti erano gli Arvadei, discendenti di Canaan (1) e di Cam Gen 10:18; 1Cr 1:16. Nell'apocrifa è scritta Arado 1Macc 15:23.
1. Figlio di Abiia (4), marito di Azuba (1) e padre di Giosafat (3); re di Giuda (1)(910-869 a.C.). Sua nonna era Maaca (10), che probabilmente agiva da regina madre. Fece ciò che era giusto agli occhi del Signore. Combatté contro Baasa di Israele e sconfisse l'Etiopia, ma verso la fine del suo regno peccò alleandosi con la Siria 1Re 15:8-24,32; 1Cr 3:10; 2Cr 13:23-16:14; Ger 41:9; Mt 1:7-8. 2. Il figlio di Elcana (8) e il padre di Berechia (5), un Levita 1Cr 9:16.
Figlio di Chilchia (11) e padre di Sedechia (11) Bar 1:1.
1. Figlio di Seruia e padre di Zebadia (5). Fu uno dei 30 guerrieri valorosi di Davide e un capo dell'esercito. Era molto veloce, e dopo una battaglia inseguì Abner. Siccome non volle mollare, Asael lo uccise. Per vendicarsi, Ioab (1) il fratello di Asael uccise Abner, quando Abner decise di unirsi a Davide 2Sam 2:18-23,30-32; 3:27-30; 23:24; 1Cr 2:16; 11:26; 27:7. 2. Un Levita mandato a insegnare nelle città di Giuda 2Cr 17:8. 3. Impiegato a lavorare nel tempio sotto il re Ezechia (2) 2Cr 31:13. 4. Padre di Ionatan (4) Esd 10:15.
1. Figlio di Berechia (3), padre di Zaccur (4), Iosef, Netania (1) e Asarela; un Levita. Era un cantore al tabernacolo, come stabilito da Davide, e un veggente 1Cr 6:39; 15:17,19; 16:5,7,37; 25:1-9; 2Cr 5:12; 29:30; 35:15; Ne 12:46. Scrisse diversi salmi Sal 50:1; 73:1; 74:1; 75:1; 76:1; 77:1; 78:1; 79:1; 80:1; 81:1; 82:1; 83:1; 2Cr 29:30. I figli di Asaf erano i suoi discendenti, che continuarono nel servizio del tempio 2Cr 20:14; 29:13; 35:15; Esd 2:41; 3:10; 7:44; 11:17,22; 12:35. 2. Padre di Zicri (5) 1Cr 9:15. 3. Padre di Core (2) 1Cr 26:1. 4. Padre di Ioa (1) 2Re 18:18,37; Is 36:3,22. 5. Il guardiano del parco del re Artaserse, che doveva dare del legname per le porte del nuovo tempio Ne 2:8.
1. Un capofamiglia della tribù di Simeone (1) 1Cr 4:36. 2. Figlio di Agghia 1Cr 6:30. 3. Il capo dei figli di Merari (1), fu radunato con i suoi fratelli da Davide per portare l'arca 1Cr 15:6,11. 4. Il servitore del re Giosia (1), fu mandato dalla profetessa Culda per consultare il Signore 2Re 22:12-14; 2Cr 34:20. 5. Il primogenito dei Siloniti (vedi Silonita), si stabilì a Gerusalemme con i suoi figli 1Cr 9:5.
Una città menzionata in una profezia di Zaccaria (23) Zac 14:5.
Figlio di Mesullam (1) e padre di Safan (1) 2Re 22:3; 2Cr 34:8.
Una città levitica della regione bassa di Giuda (1), ma che apparteneva a Simeone (1) Gios 15:42; 19:7; 1Cr 4:32; 6:59.
Una città che faceva parte della frontiera dell'Israele ideale, sia prima della conquista di Canaan (2) che nella visione di Ezechiele (2) Nu 34:9-10; Ez 47:17; 48:1. Era all'angolo nord-orientale della frontiera, vicino a Damasco. Chiamata anche Casar-Enan.
Una città nel territorio meridionale della tribù di Giuda (1) Gios 15:27.
Una città della regione meridionale del territorio di Giuda (1), ma che appartenevano alla tribù di Simeone (1). Alcuni Giudei ci si stabilirono dopo il ritorno dall'esilio Gios 15:28; 19:3; 1Cr 4:28; Ne 11:27. Chiamata anche Casar-Sual.
Una località a cui il popolo ebreo rese un omaggio a Simone (13) Maccabeo 1Macc 14:27.
Figlio di Ieallelel 1Cr 4:16.
Figlio di Asaf (1), fu uno dei cantori nel tempio 1Cr 25:2,14. Chiamato anche Iesarela.
Figlio di Ioctan Gen 10:26; 1Cr 1:20. Chiamato anche Casarmavet e Cazarmavet.
Figlio di Beniamino (1), da cui discese la famiglia degli Asbeliti Gen 46:21; Num 26:38; 1Cr 8:1.
Una delle cinque città principali della Filistia Gios 13:3; 1Sam 6:17. Faceva parte del territorio non conquistato da Giosuè (1), ma fu presa da Giuda (1) Gios 13:3; Giudic 1:18. Sansone uccise 30 uomini di Ascalon Giudic 14:19. Fu presa dall'Assiria nel 733 e di nuovo nel 701 a.C., e dalla Babilonia nel 598 Giudit 2:28; Ger 47:5-7; Sof 2:4-7. I profeti parlarono contro la città anche in Ger 25:20; Am 1:8; Zac 9:5. Non fu catturata dai Maccabei, ma fu costretta a rendere loro omaggio 1Macc 10:86; 11:60; 12:33. Diventò una città libera nel 104 a.C. Erode (1) il Grande ci fu nato. È menzionata anche in 2Sam 1:20.
1. Un figlio di Giacobbe (1), il secondo con Zilpa. Fu il padre di Imna (1), Isva, Isvi (1), Beria (1) e Serac, e i suoi discendenti formarono la tribù di Ascer Gen 30:13; 35:26; 46:17; Es 1:1-4; Nu 26:44-47; 1Cr 2:1-2; 7:30. Altri riferimenti alla tribù o al territorio di Ascer: Gen 49:20; Nu 1:40-41; 2:27; De 27:13; 33:24; Gios 17:10-11; 19:24-31,34; 21:6,30; Giudic 1:31-32; 5:17; 6:35; 7:23; 1Re 4:16; 1Cr 6:62,74; 1Cr 7:40; 12:37; Ez 48:2-3,34; Ap 7:6; altri riferimenti a persone della tribù: Nu 1:13; 2:27; 7:72; 10:26; 13:13; Nu 34:27; 2Cr 30:11; Lu 2:36, di cui Anna (1) è la più famosa. Scritto Aser nel NT. 2. Un paese sul confine fra il territorio di Manasse (1) e quello di Efraim (1), possibilmente "gli Asuriti" (vedi Asurita) si riferiscono a questo paese Gios 17:7.

Figlio di Gomer (1) Gen 10:3; 1Cr 1:6. Il regno di Aschenaz, fondato da lui, abitava nella zone fra il mar Nero e il mar Caspio, ed è menzionato in documenti assiri dal 720 a.C. in poi. Il regno fu chiamato, con Ararat e Minni, contro Babilonia in una profezia Ger 51:27.
Una delle cinque città principali della Filistia Gios 13:3; 1Sam 6:17. Faceva parte del territorio non conquistato da Giosuè (1), ed era nel territorio di Giuda (1) Gios 11:21-22; 13:3; 15:46-47. I Filistei ci portarono l'arca quando la catturarono, ma quando Dio agì contro gli Asdodei e il loro dio Dagon la mandarono via 1Sam 5:1-7. Azaria (11) abbatté le mura di Asdod 2Cr 26:6. La città fu catturata dall'Assiria nel 711 a.C. Giudit 2:28; Is 20:1; Am 1:8; è anche menzionata in Am 3:9. Dopo essere conquistata dalla Babilonia fu molto debole Ger 25:20; So 2:4; Zac 9:6. Gli Asdodei erano fra i nemici di Neemia (2) dopo il ritorno dall'esilio, e alcuni Giudei sposarono delle donne di Asdod Ne 4:7; 13:23-24. Fu catturata anche nel periodo dei Maccabei 1Macc 4:15; 5:68; 9:15; 10:77-84; 11:4; 14:34; 16:10. Nel periodo del NT (in cui è chiamata Azot o Azoto - Filippo (1) ci fu portato At 8:40) fu data a Salome (vedi Erodiada) dall'imperatore Augusto, fino alla conquista da parte dei romani nel 70 d.C.
Figlio di Eleasa; fratello di Esec (1); padre di Azricam (2), Bocru, Ismaele (2), Searia, Obadia (1) e Canan (2) 1Cr 8:37-39; 9:43-44.
Un discendente di Giuda (1), del padre di Etam (4) 1Cr 4:3.
Una città della regione meridionale del territorio di Giuda (1) e del territorio di Simeone (1) Gios 15:29; 19:3. Probabilmente uguale a Esem.
Figlia di Potifera, moglie di Giuseppe (1), madre di Manasse (1) ed Efraim (1) Gen 41:45,50-52; 46:20.
Una città del confine di Israele nella visione di Ezechiele (2) Ez 47:16.
Un luogo dove Israele si fermò durante il tempo nel deserto Nu 11:35; 12:16; 33:17-18; De 1:1. Aaronne e Maria (8) parlarono contro Mosè lì, e Maria diventò lebbrosa.
Una cisterna nel deserto di Tecoa (1), dove i seguaci dei Maccabei si accamparono 1Macc 9:33.
Non il continente come oggi, ma nel Nuovo Testamento la provincia a sud-ovest della Turchia odierna attorno ad Efeso. Le sette città a cui Giovanni (2) scrisse l'Apocalisse sono in Asia Ap 1:4, come pure Colosse e Ierapoli. Anche Pietro scrisse alle chiese in Asia 1Piet 1:1. Dei Giudei dell'Asia furono a Gerusalemme alla Pentecoste, alla lapidazione di Stefano e all'arresto di Paolo At 2:9; 6:9; 21:27. In un primo momento a Paolo fu vietato di andarci, ma dopo nel viaggio di ritorno ci andò brevemente At 18:19-21. Durante il suo terzo viaggio ci abitò per almeno due anni, affinché tutti sentissero il suo messaggio At 16:6; 19:1, 10, 22, 26, ivi scrisse alcune delle sue lettere e fu perseguitato 2Cor 1:8. Vi andò di nuovo brevemente durante il ritorno del terzo viaggio At 20:16. Nel libro dei Maccabei significa il regno dei Seleucidi, un terzo del regno di Alessandro (6) Magno, di cui la capitale era Antiochia (1) 1Macc 8:6; 11:13; 12:39; 13:32; 2Macc 3:3; 10:24.
Il termine greco che corrisponde alla parola ebraica che vuol dire 'pio'. Veniva usato, già nel 200 a.C., dei Giudei che si opponevano all'ellenizzazione del paese e che difendevano la legge e la cultura ebraica. Alcuni si unirono alla resistenza iniziata da Mattatia (3) 1Macc 2:42. Avendo motivi religiosi e non politici (come i Maccabei), non erano sempre d'accordo con le decisioni dei Maccabei, e una volta gli costò caro 1Macc 7:13-17; 2Macc 14:6. Dopo il tempo dell'apocrifa, si trovavano sempre più in disaccordo con i sommi sacerdoti che erano diventati politici, e da loro nacque i farisei (vedi fariseo) e forse anche gli esseni.
1. Padre di Seraia (2) 1Cr 4:35. 2. Gabael (1) era un discendente di un certo Asiel Tob 1:1.
Il dio di Camat, che fu adorato a Samaria quando alcuni di Camat ci furono deportati 2Re 17:30.
Un credente a Roma Rom 16:14.
Un cattivo demonio che uccise i sette mariti di Sara (3) Tob 3:8,17. Molti credeva allora che la morte fosse causata da questo demonio.
Una città sul confine meridionale del territorio di Giuda (1), e quindi anche di Israele Nu 34:4-5; Gios 15:4.
1. Dei figli di Asna, Netinei (vedi Netineo), ritornarono a Gerusalemme con Zorobabele (1) Esd 2:49; Ne 7:52. 2. Due città della regione bassa del territorio di Giuda (1) hanno questo nome Gios 15:33,43.
Il nome vuol dire 'paese' o 'villaggio', per cui ci sono alcuni posti con questo nome nell'AT. 1. Una città della Palestina settentrionale, di cui al tempo della conquista Iabin (1) era il re; Giosuè (1) la distrusse Gios 11:1,10-13; 12:19. Fu una fortezza nel territorio di Neftali Gios 19:36. Però, più tardi Iabin (2), re di Canaan (2), regnava ad Asor; fu sconfitto da Barac Giudic 4:2,17,24; 1Sam 12:9. Salomone ricostruì la città 1Re 9:15, ma fu presa da Tiglat-Pileser 1Re 9:15. "Aser" in Tob 1:2 è probabilmente questa città. 2. Un paese nel territorio di Giuda (1) Gios 15:23. Alcuni mettono questa città con quella che segue, creando l'unica città Asor-Itnan. 3. Cheriot-Chesron, un paese nel territorio di Giuda (1) Gios 15:25. Vedi anche Asor-Adatta. 4. Un paese dove i figli di Beniamino (1) si stabilirono dopo l'esilio Ne 11:33. 5. Un regno arabo che Nabucodonosor sconfisse Ger 49:28-33.
Un paese nel territorio di Giuda (1) Gios 15:25. Il nome vuol dire 'Nuovo Asor', e potrebbe essere collegata a Asor (3).
Un uomo messo a morte nella residenza reale di Susa dai Giudei Est 9:7.
Il capo degli eunuchi del re Nabucodonosor Da 1:3.
1. Figlio di Manasse (1) e sua moglie 1Cr 7:14. 2. Figlio di Galaad (1), da cui discese la famiglia degli Asrieliti Nu 26:30-31; Gios 17:2.
1. Padre di Odaiva (3) 1Cr 9:7. 2. Padre di Giuda (5) Ne 11:9.
Il nome della stella che cadde sulla terza parte delle acque, che divennero amare Ap 8:11. È una pianta che ha un sapore amaro, e dunque è spesso usata come un simbolo per amarezza, tristezza e calamità De 29:18; Pr 5:4; Ger 9:15; 23:15; Lam 3:15, 19; Am 5:7; 6:12
1. Figlio di Core (1) e padre di Elcana (2) Es 6:24; 1Cr 6:22-23. 2. Figlio di Ebiasaf (1) e padre di Tacat 1Cr 6:23-24; 1Cr 6:37.
Il paese a nord della pianura della Mesopotamia, e il nome del regno che dominava il medio-oriente nell'ottavo e settimo secolo a.C. La capitale era Ninive, che fu costruita da Nimrod Gen 10:9-12. L'impero viene menzionato nella Bibbia per la prima volta all'incirca nel 745 a.C., quando Tiglat-Pileser, re di Assiria, invase il regno di Israele 2Re 15:19-20. Nel 734 Acaz chiese aiuto a Tiglat-Pileser, che sconfisse Israele e ne deportò alcuni abitanti; Acaz cominciò ad adorare gli dèi di Assiria 2Re 15:29; 16:7-18; 1Cr 5:6, 26; 2Cr 28:16-21; Ez 16:28; 23:5-12. Circa il 725 a.C. il nuovo re Salmaneser sottomise Israele, e nel 722 distrusse il regno, deportando gli abitanti, e fece venire altri popoli ad abitare il paese 2Re 17:3-6, 23-27; 18:9-11. Nel 715 il re Sargon catturò Asdod Is 20:1. Il re Ezechia (2) di Giuda (1) si ribellò ad Assiria nel 701, quando Sennacherib era re, e riuscì a liberare Giuda dall'Assiria 2Re 18:7; 18:13-19:36; 20:6; 2Cr 32:1-23; Is 36:1-37:37. Sennacherib fu ucciso dai suoi figli nel 681 e Esaraddon gli succedette nel regno 2Re 19:37. Il re Manasse (1) fu catturato dagli Assiri forse nel 675 a.C., e nel 663 Egitto fu conquistato dagli Assiri quando No-Amon fu catturata Na 3:8. L'impero assiro fu distrutto dalla Babilonia nel 608 a.C. Ger 50:18. Ci sono anche profezie che l'Assiria avrebbe attaccato altre nazioni Is 7:17-8:7; 20:1-6; Os 11:5, che sarebbe stata sconfitta Is 10:5-34; 14:24-27; 18:6; 30:31; 31:8; Mi 5:4-5; Na 3:1-19; So 2:13; Zac 10:10-11, e che adorerà Dio Is 19:23-25; Mi 7:12.
Un porto a 30 chilometri a sud di Troas, dove Paolo vi passò alla fine del suo terzo viaggio At 20:13-14.
Figlio di Cos (2) 1Cr 4:8.
1. Il padre di Dario (1) il Medo (vedi Media) Dan 9:1. 2. Identificato di solito con l'imperatore di Persia Xerxes o Serse (486-465 a.C.). Fu Assuero che si sposò con Ester Est 1:1-2, e tutto il libro di Ester. All'inizio del suo regno, alcuni nemici di Giuda (1) gli scrissero per accusare gli Ebrei Esd 4:6.
Una città sull'Eufrate, una delle tre città principali dell'impero assiro. Infatti, possibilmente il nome Assiria viene da questa città Giudit 16:3. La città può essere identificata con i discendenti di Assur, figlio di Sem Gen 10:22; 1Cr 1:17. Balaam profetizzò di Assur Nu 24:22-24, anche se alcuni identificano questo Assur con la tribù araba degli Assurim.
Una tribù araba, discesa da Dedan (3), il nipote di Abraamo Gen 25:3. Alcuni la identificano con Assur.
Una città, circa 30 chilometri est del mare di Galilea. È probabile che fosse un centro per l'adorazione della dea Astarte; nella lingua ebraica, l'unica differenza nei nomi è nelle vocali, che non venivano scritte. Era la capitale di Og, re di Basan, che fu sconfitto da Giosuè (1) De 1:4; Gios 9:10; 12:4. Fu assegnato alla tribù di Manasse (1) Gios 13:12,31; 1Cr 6:71. Fu una città levitica 1Cr 6:72. Uzzia (=Azaria (3)) era di Astarot 1Cr 11:44.
Una dea cananea 1Sam 31:10; 1Re 11:5,33; 2Re 23:13, spesso associata nell'AT con Baal (1) Giudic 3:7; 10:6; 1Re 18:19. La parola è usata non solo come nome della dea, per anche per le immagini fatte di lei. Israele doveva abbattere e dare alle fiamme questi idoli Es 34:13; De 7:5; 12:3 e non doveva adorarli De 16:21; 1Sam 7:3-4. Però, spesso Israele servì gli idoli di Astarte, anche se ci furono dei periodi di riforma in cui gli idoli furono tolti Giudic 2:13; 3:7; 10:6; 1Sam 12:10; 1Re 11:5,33; 14:15,23; 15:13; 16:33; 2Re 13:6; 17:16; 18:4; 21:3,7; 23:4-7; 23:13-15; 2Cr 14:2; 15:16; 17:6; 19:3; 24:18; 31:1; 33:3,19; 34:3-7; Is 17:8; 27:9; Ger 12:2; Mi 5:13.
La città dove Chedorlaomer sconfisse i Refaim Gen 14:5.
L'ultimo re della Media, fu sconfitto dal figlio di sua figlia, Ciro, nel 549 a.C. Lo storico Erodoto dice che non morì quando Ciro gli succedette, diversamente a quanto afferma Dan 14:1.
Figlio di Chesron (2) e Abia (2); marito di Chelea e Naara; padre di Tecoa (2), Auzam, Chefer (2), Temeni, Aastari, Seret, Iesocar, Etnan 1Cr 2:24; 4:5-7.
Abner nominò Is-Boset re degli Asuriti 2Sam 2:9. Questo popolo è sconosciuto; una traduzione alternativa è che lo nominò re della città di Ascer (2) Gios 17:7 e le altre città elencate.
Figlio di Iaflet 1Cr 7:33.
1. Un eunuco che serviva Ester, e che portò dei messaggi fra lei e Mardocheo (2) Est 4:5-10. 2. Una città del territorio di Giuda (1), a cui Davide mandò una parte di un bottino come dono 1Sam 30:26-30.
La persona a cui apparteneva l'aia Abel-Misraim, dove Giuseppe (1) fece un lutto per suo padre Gen 50:10-11.
Figlio di Uzzia (= Azaria (25)), si stabilì a Gerusalemme dopo il ritorno dall'esilio Ne 11:4.
1. Figlia di Acab (1) e nipote di Omri (4); moglie di Ioram (3) e madre di Acazia (2) re di Giuda (1) 2Re 8:18,26-27; 2Cr 22:2. Quando Acazia morì, sterminò tutta la famiglia del re (tranne Ioas (7)) e cominciò a regnare (841-835 a.C.). Ma fu uccisa quando Ioas diventò re 2Re 11:1-20; 2Cr 22:10-23:21; 24:7. 2. Un figlio di Ioram (5) e capo di una famiglia patriarcale nella tribù di Beniamino (1) che abitava a Gerusalemme 1Cr 8:26. 3. Il padre di Isaia (5) Esd 8:7.
Moglie di Ierameel (1) e madre di Onam (2) 1Cr 2:26.
La via per cui Israele si avvicinò a Canaan (2) Nu 21:1.
1. Una città di Galaad (4), data alla tribù di Gad (1) che la ricostruirono Nu 32:3,34. 2. Forse uguale a Aterot e Aterot-Addar. Era una città sul confine orientale del territorio di Efraim (1), fra esso e il territorio degli Architi (vedi Archita) Gios 16:2,5,7; 18:13.
Nel quinto e quarto secolo a.C. Atene era famoso per la sua cultura, letteratura e filosofia. Appare brevemente nei racconti dell'apocrifa 2Macc 6:1; 9:15. Ancora al tempo di Gesù Atene era il centro culturale dell'impero romano. Benché gli Ateniesi fossero religiosi e pronti a discutere la religione, la loro spiritualità non era alta come emerge nella visita di Paolo durante il suo secondo viaggio At 17:15-18:1; 1Tess 3:1.
Un "amico", cioè ufficiale, del re Antioco (5), mandato dal re per trattare con Simone (13) Maccabeo 1Macc 15:28-36.
1. 98 figli di Ater (della famiglia di Ezechia (5)) ritornarono a Gerusalemme con Zorobabele (1) Esd 2:16; Ne 7:21. 2. Dei figli di Ater, portinai, ritornarono a Gerusalemme con Zorobabele (1) Esd 2:42; Ne 7:45. 3. Un capo del popolo che applicò il proprio sigillo al patto di Neemia (2) Ne 10:17.
Una città attaccata da Giuda (14) Maccabeo 2Macc 12:26.
Un figlio di Bebai (1) che sposò una donna straniera Esd 10:28.
Una città ricostruita dalla tribù di Gad (1) Nu 32:35.
Il nome dato da Agar a Dio che le era apparso e le aveva parlato Gen 16:13. Il nome significa "tu sei un Dio che vede".
1. Figlio di Iara (1) e la figlia di Sesan (2); padre di Natan (7) 1Cr 2:35-36. 2. Della tribù di Gad (1), un guerriero che si unì a Davide 1Cr 12:12. 3. Figlio di Roboamo e Maaca (10) 2Cr 11:20.
Il porto principale della Panfilia (e soprattutto di Perga), è l'ultima tappa del primo viaggio di Paolo At 14:25.
Attalo II, re di Pergamo (159-138 a.C.). Lucio (1) gli scrisse per informarlo del patto fra Roma e Giudea 1Macc 15:22. Il suo successore Attalo III lasciò il suo regno ai Romani in eredità.
Quelli di Attrot-Bet-Ioab erano i figli di Salma (1) 1Cr 2:54. È possibile tradurre questo nome "corone della casa di Ioab ", e potrebbe così essere piuttosto una descrizione di quelli di Betlemme (1) e Netofa, che precedono questo nome. Altri invece traducono come due nomi, Attrot e Bet-Ioab.
Vedi Eleazaro (3).
Il nome della coorte romana di Giulio, il soldato che accompagnò Paolo a Roma At 27:1. Era un titolo di onore dato ad alcune coorti dell'esercito romano, che voleva dire 'di Augusto ' o 'dell'imperatore'; era una coorte ausiliare, cioè composto da non-romani, anche se Giulio probabilmente era un cittadino romano.
L'imperatore romano dal 43 a.C. al 14 d.C., durante il quale nacque Gesù Lu 2:1. Dopo il suo nome fu tramandato come un titolo dell'imperatore, come è tradotto in At 25:21,25.
Figlio di Iaat (1) 1Cr 4:2.
Il comandante dei 3000 soldati di Lisimaco, quando Gerusalemme si ribellò contro di lui 2Macc 4:40.
Un vento dal sud, che in alcune versioni è usato invece di scirocco, oppure come aggettivo con significato 'meridionale'.
Figlio di Asur e Naara (1) 1Cr 4:6.
Un amico di Abimelec (1); sono andati insieme con Picol da Isacco per fare un'alleanza Gen 26:26-31.
1. Figlio di Cus (1) Gen 10:7; 1Cr 1:9. 2. Figlio di Ioctan Gen 10:29; 1Cr 1:23. 3. Un paese, dove c'erano l'oro, il bdellio e l'onice, che era circondato dal fiume Pison che usciva dal giardino di Eden (1) Gen 2:11-12. 4. Sia i discendenti di Ismaele (1) che la nazione di Amalec abitarono da Avila a Sur (3); quindi questa Avila si trovava probabilmente in Arabia, vicino al deserto di Sinai Gen 25;18; 1Sam 15:7.
La città di Adad (2) Gen 36:35; 1Cr 1:46.
Una città conquistata dall'Assiria, da cui Tiglat-Pileser fece venire gente affinché si stabilisse nella Samaria, portando gli dèi Nibaz e Tartac 2Re 17:24,31. Alcuni la identificano con Ivva.
Gli Avvei abitavano a Gaza (1), prima di essere distrutti da Caftor, anche se al tempo di Giosuè (1) c'erano ancora alcuni Avvei nella Filistia De 2:23; Gios 13:3.
Una città del territorio della tribù di Beniamino (1) Gios 18:23.
Il re della Siria dal 843 al 797 a.C. circa; padre di Ben-Adad (2) 2Re 13:3,24-25. Fu unto da Elia (1) 1Re 19:15-17, una unzione confermata da Eliseo quando fu mandato dal re Ben-Adad (3) in Israele - Azael poi uccise il suo re 2Re 8:8-15. (Un'iscrizione assira ribadisce questi fatti, chiamandolo "figlio di nessun" e affermando che Ben-Adad era ucciso.) Sconfisse Israele e Giuda sotto Ioram (4) e Acazia (2) 2Re 8:28-29; 9:14-15; 2Cr 22:5-6; Israele sotto Ieu (5) 2Re 10:32; Gat e quasi Gerusalemme 2Re 12:17-18; ed Israele sotto Ioacaz (8) 2Re 13:3,22-25. La "casa di Azael" (cioè la Siria) è menzionata in una profezia di Amos (1) Am 1:4.
Figlio di Mesillemot (2) e padre di Azareel (4) Ne 11:13.
Figlio di Adaia (8) e padre di Col-Oze (2) Ne 11:5.
Padre di Iesua (= Giosuè (9)) Ne 10:9.
1. Della tribù di Beniamino (1), si unì a Davide mentre era a Siclag 1Cr 12:7. 2. Figlio di Ieroam (5). Fu capo della tribù di Dan (1) durante il regno di Davide 1Cr 27:22. 3. Uno dei figli di Bani (6) che sposò una donna straniera Esd 10:41. 4. Figlio di Azai e padre di Amassai Ne 11:13. 5. Fece parte del coro all'inaugurazione delle mura di Gerusalemme Ne 12:36.
1. Figlio di Etan (1) e bisnipote di Giuda (1) 1Cr 2:8. 2. Figlio di Ieu (1) e padre e Cheles(1) della tribù di Giuda (1) 1Cr 2:38-39. 3. (Uzzia) Uno dei forti e valorosi guerrieri di Davide; da Astarot 1Cr 11:44. 4. (Uzzia) Padre di Gionatan (5) 1Cr 27:25. 5. Figlio di Aimaas (1) e padre di Ioanan (=Ioacaz (4)) nella casa di Aaronne, uno dei principali funzionari di Salomone (era "figlio di" Sadoc(1) nel senso 'discendente di' (era infatti il nipote), e 'della stirpe di', perché Sadoc era il capofamiglia dei sommi sacerdoti) 1Cr 6:9; 1Re 4:2. 6. Figlio di Ioanan (=Ioacaz (4)) e padre di Amaria(2); esercitò il sacerdozio nel tempio di Salomone 1Cr 6:10-11. Probabilmente uguale a Azaria (19). 7. Figlio di Natan (5) e capo dei prefetti sotto Salomone 1Re 4:5. 8. Un profeta, figlio di Oded(1), che profetizzò al re Asa (1) 2Cr 15:1-8. 9. Due dei fratelli del re Ioram (3), figli di Giosafat (3), che furono uccisi da suo fratello 2Cr 21:2-4. 10. Figlio di Ieroam(6) e capo di una centuria che aiutò nella ribellione che fece re Ioas (7) 2Cr 23:1. 11. Figlio di Amasia (2) e Iecolia e re di Giuda (1)(767-739 a.C.; co-reggente dal 790 a.C.); marito di Ierusa; padre di Iotam(2). Fece ciò che è giusto agli occhi del Signore, anche se commise un'infedeltà verso la fine della sua vita, per cui divenne lebbroso 2Re 14:21; 15:1-7,34; 1Cr 3:12; 2Cr 26:1-23. Chiamato anche Uzzia (in alcune versioni Ozia) 2Re 15:13,30,32,34; Is 1:1; 6:1; 7:1; Os 1:1; Am 1:1; Zac 14:5; Mt 1:8-9 e sempre in 2Cronache. Nota che Matteo salta a questo punto tre generazione nella sua genealogia Mt 1:8. 12. Il sommo sacerdote nei giorni del re Azaria (11) 2Cr 26:20. 13. Un capo dei figli di Efraim (1), figlio di Iocanan (1), che si oppose alla cattura di prigionieri di Giuda (1) 2Cr 28:12. 14. Padre di Ioel (11), un Levita 2Cr 29:12. 15. Un Levita, figlio di Iealleleel durante il regno di Ezechia (2) 2Cr 29:12. 16. Il sommo sacerdote durante il regno di Ezechia (2) 2Cr 31:10,13. 17. Figlio di Osaia (3) che si oppose a Geremia (5) Ger 43:2. 18. Abed-Nego, uno degli amici di Daniele (1). 19. Figlio di Meraiot (1) e padre di Amaria (6), discendente di Aaronne e antenato di Esdra (2) Esd 7:3. Probabilmente è figlio di Meraiot nel senso di 'discendente di', ed Esdra ha saltato sei generazioni; in questo caso è la stessa persona di Azaria (6). 20. (Uzzia) Un sacerdote, dei figli di Carim(3), che sposò una donna straniera Esd 10:21. 21. Un residente di Gerusalemme dopo il ritorno dall'esilio, figlio di Maaseia(9), che aiutò nella costruzione delle mura Ne 3:23-24. 22. Qualcuno che ritornò a Gerusalemme Ne 7:7. 23. Un Levitache spiegò la legge al popolo Ne 8:7. 24. Un sacerdote che applicò il proprio sigillo al patto di Neemia (2) Ne 10:2. 25. (Uzzia) Figlio di Zaccaria (29) e padre di Ataia Ne 11:4. 26. Un membro del coro sulle mura di Gerusalemme Ne 12:33. 27. Figlio di Chilchia (4) e padre di Seraia (5), della discendenza dei sommi sacerdoti 1Cr 6:13-14. 28. (Uzzia) Figlio di Uriel (1) e padre di Saul(4) nella tribù di Levi (1) 1Cr 6:24. 29. Figlio di Sofonia (1) e padre di Ioel (6) 1Cr 6:36. 30. Figlio di Chilchia (7) 1Cr 9:11. 31. Figlio di Anania (23). Raffaele fece finta di essere questo Azaria Tob 5:13; 6:7,14; 7:1,9; 9:2. 32. Un capo del popolo. Fu lasciato per presidiare la Giudea, con l'ordine di non attaccare gli altri popoli. Ma volle farsi un nome e attaccò Gorgia a Iabneel (1), rimanendo vinto 1Macc 5:18-19,56-62.
Figlio di Sema e padre di Bela (6) 1Cr 5:8.
Una parola ebraica che è usata nella descrizione del capro espiatorio Lev 16:8,10,26. Il significato preciso è incerto, ci sono quattro possibilità: 1. il capro (ez) che va via (azal); 2. per rimuovere (come la parola araba azala); 3. un deserto; 4. il nome di un demonio di quella zona, da 'essere forte' (=azaz) e 'dio' (=el).La maggior parte degli studiosi preferisce l'ultima spiegazione, soprattutto perché nel versetto 8 la parola è parallela al nome di Dio.
1. Un Levita che suonava la cetra per guidare il canto 1Cr 15:21. 2. Padre di Osea (2) 1Cr 27:20.
Padre di Neemia (3) Ne 3:16.
Una città nella regione bassa del territorio della tribù di Giuda (1) Gios 15:35. Dopo una sconfitta, Gabaon (1) fu inseguito fino ad Azeca Gios 10:10-11. La Filistia si accampò vicino ad Azeca prima di attaccare Israele 1Sam 17:1. Roboamo la ricostruì 2Cr 11:9. Fu una delle ultime città a resistere l'invasione di Babilonia Ger 34:7. Dopo il ritorno dall'esilio, alcuni Giudei si stabilirono ad Azeca Ne 11:30.
1. 1222 o 1322 figli di Azgad ritornarono a Gerusalemme con Zorobabele (1) Esd 2:12; Ne 7:17. Ioanan (=Ioacaz (11)) e 120 figli di Azgad ritornarono invece con Esdra (3) Esd 8:12. 2. Un capo del popolo che applicò il proprio sigillo al patto di Neemia (3) Ne 10:15.
Figlio di Simei (5), capo di una famiglia patriarcale di Libni (1) 1Cr 23:9. In 1Cr 15:20, Aziel è Iaaziel (2).
Dei figli di Zattu, sposò una donna straniera Esd 10:27.
1. Figlio di Iara (2) 1Cr 8:36; 9:42. 2. Padre di Ieziel e Pelet 1Cr 12:3. 3. Di Barum; uno dei guerrieri valorosi di Davide 2Sam 23:31; 1Cr 11:33. 4. Figlio di Adiel (3), era preposto ai tesori del re Davide 1Cr 27:25. 5. 42 uomini di (Bet-)Azmavet ritornarono a Gerusalemme con Zorobabele (1) Esd 2:24; 7:28. Alcuni cantori si radunarono a Gerusalemme dal territorio di Azmavet Ne 12:29.
Una città del confine del territorio della tribù di Neftali Gios 19:34.
Figlio di Naor (2) e Milca (1) Gen 22:22.
Figlio di Eliachim (6) e padre di Sadoc (8) nella genealogia di Gesù Mt 1:13-14.
1. Figlio di Nearia (1) 1Cr 3:23. 2. Figlio di Asel 1Cr 8:38; 9:44. 3. Maggiordomo del palazzo reale di Giuda (1), fu ucciso da Zicri (10) perché il re non faceva ciò che è giusto agli occhi del Signore 2Cr 28:7. 4. Figlio di Casabia (2) e padre di Cassub (1) 1Cr 9:14; Ne 11:15.
1. Il capo di una casa patriarcale di Manasse (1) 1Cr 5:24. 2. Padre di Ierimot (5) 1Cr 27:19. 3. Padre di Sesaia Ger 36:26.
1. Figlia di Sili, moglie di Asa (1) e madre di Giosafat 1Re 22:42; 2Cr 20:31. 2. Moglie di Caleb (1), madre di Ieser (2), Sobab (1) e Ardon 1Cr 2:18-19.
Padre di Paltiel Nu 34:26.
Vedi la Pasqua.
1. Un capo del popolo che applicò il proprio sigillo al patto di Neemia (2) Ne 10:17. 2. Padre di Anania (19) Ger 28:1. 3. Padre di Iaazania (4) Ez 11:1.
1. In ebraico, 'baal' vuol dire signore, possessore o marito. Quando è usato con un suffisso, la parola ha di solito questo significato, ma in generale Baal nell'AT è il nome del dio principale di Canaan (2). Da altri documenti storici, si sa che aveva come consorte Astarte, ed è chiamato il figlio di Dagon. La parola può riferirsi anche ad altri dèi pagani, soprattutto quando è usato il plurale Baali Giudic 10:10; 1Re 18:18; 2Cr 17:3. Da quando Israele entrò nel paese di Canaan, cominciò a seguire e servire Baal e i suoi idoli Giudic 2:11, 13; 3:7; 8:33; 10:6; 1Sam 12:10; 16:31-32; 1Re 22:54; 2Re 17:16; 21:3; Ger 2:8; 9:14; Os 2:8, 13 e così via. Un confronto importante fra Dio e Baal avvenne sul monte Carmelo con Elia (1) 1Re 18:16-40; pochi anni dopo tutti gli adoratori di Baal furono uccisi da Ieu (5) 2Re 10:18-28. Solo una volta il NT ha un riferimento a Baal Rom 11:4. 2. Figlio di Reaia (2) e padre di Beera (1), della tribù di Ruben 1Cr 5:5. 3. Un figlio di Gabaon (2) della tribù di Beniamino (1), della famiglia di Saul (3) 1Cr 8:30; 9:36. 4. Un villaggio nel territorio di Simeone (1) 1Cr 4:33.
Una città dove Salomone aveva una vigna CC 8:11.
1. Figlio di Acbor (1), fu uno dei re di Edom (vedi Esaù) Gen 36:38-39; 1Cr 1:49-50. Chiamato anche Baal-Canan. 2. Di Gheder, era preposto agli uliveti e ai sicomori di Davide 1Cr 27:28.
Una montagna, alta 1016 metri, a 9 chilometri a nord di Betel (1). Lì Absalom (1) faceva tosare le sue pecore, invitò i suoi fratelli, e fece uccidere Amnon (1) 2Sam 13:23-29.
Un dio di Canaan (2), che Israele ricominciò a servire dopo la morte di Gedeone (1), soprattutto a Sichem (1) Giudic 8:33; 9:4,46. Chiamato anche El-Berit ('baal' vuol dire 'signore' e 'el' vuol dire 'dio'; 'berit' vuol dire 'del patto).
Il limite settentrionale delle conquiste di Giosuè (1), ai piedi del monte Ermon nella valle del Libano Gios 11:17; 12:7; 13:5.
Una città ad est del fiume Giordano, data alla tribù di Ruben, e dove risiedeva Bela (6) Nu 32:3,38; Gios 13:17; 1Cr 5:8. Nel sesto secolo a.C. era una città di Moab Ger 48:23; Ez 25:9. Chiamata anche Beon, Bet-Baal-Meon e Bet-Meon - i Rubeniti cambiarono il nome Nu 32:38.
Un dio a cui alcuni Israeliti si unirono fornicando con le figlie di Moab, sacrificando e prostrandosi davanti ai loro dèi Nu 25:1-5; 31:16; De 4:3; Gios 22:1 7; Sal 106:28; Os 9:10. Siccome è anche scritto che succedette a Peor, probabilmente il nome va tradotto 'Baal(che significa padrone, usato degli dèi) di Peor'.
Un luogo dove Davide sconfisse la Filistia. Il nome significa 'padrone di rotture' 2Sam 5:20; 1Cr 14:11. È probabilmente il monte a cui il profeta si riferisce in Is 28:21.
La città di un uomo che portò del cibo a Eliseo 2Re 4:42. Potrebbe essere il santuario di Salisa.
Una città egiziana, vicino al mar Mediterraneo. Quando gli Israeliti partirono dall'Egitto, prima di attraversare il mar Rosso, tornarono indietro verso questa città, affinché gli egiziani li inseguissero Es 14:2,9; Nu 33:7.
Una città vicina a Ghibea (4), a cui l'esercito di Israele si ritirò durante una battaglia con la tribù di Beniamino (1), per fare un'imboscata Giudic 20:33.
1. Una città del confine del territorio di Dan (1) Gios 19:44. 2. Una città della parte deserta di Giuda (1) ricostruita da Salomone 1Re 9:18; 2Cr 8:6.
Re di Ammon (1), mandò Ismael (=Ismaele (5)) per uccidere il governatore Ghedalia (4) Ger 40:14.
1. Figlio di Rimmon (4) di Beerot, con suo fratello Recab (1) comandava una delle bande armate di Is-Boset. Lo uccisero, e quando lo riferirono a Davide, li fece uccidere 2Sam 4. 2. Padre di Cheleb 2Sam 23:29; 1Cr 11:30. 3. Figlio di Ailud (2), fu il prefetto di Salomone per la regione di Taanac, Meghiddo e Bet-Sean 1Re 4:12. 4. Figlio di Cusai, fu il prefetto di Salomone per la regione di Ascer e Alot 1Re 4:16. 5. Ritornò a Gerusalemme con Zorobabele (1) Esd 2:2; Ne 7:7. 6. Padre di Sadoc (5) Ne 3:4. 7. Un capo del popolo che mise il proprio sigillo al patto di Neemia (2) Ne 10:27.
Moglie di Saaraim (1), che poi fu ripudiata 1Cr 8:8.
Figlio di Aiia (2) e padre di Ela (4). Fu il terzo re di Israele (908-865 a.C.) e fondatore della seconda dinastia, avendo ucciso il re Nadab (4) 1Re 15:27-29. Fece ciò che è male agli occhi del Signore, per cui la sua casa fu distrutta. Ci fu una guerra continua fra lui e Asa (1) di Giuda 1Re 15:16-22,15:32-16:8; 16:11-13; 21:22; 2Re 9:9; 2Cr 16:1-6; Ger 41:9.
Figlio di Malchia (1) e padre di Micael (4) 1Cr 6:40.
Sia l'impero, che la città che ne era la capitale e che fu costruita da Nimrod. Vengono usati anche i nomi Scinear e Caldea. Nell'AT, era il luogo della torre di Babel Gen 11:1-9, ma il riferimento principale è come l'impero che distrusse il regno di Giuda (1) e che portò gli Israeliti in esilio (587-538 a.C.) 2Re 24-25; 2Cr 36:6-21; Esd 5:12; Ger 20:4-6, 21:1-10, 25:8-12, 39:1-9, 52; Dan 1:1-2; Mt 1:11-12, 17; At 7:43. Per altri riferimenti vedere quando il re di Assiria portò gente da Babilonia a Samaria quando conquistò il regno di Israele 2Re 17:24, 30, e quando alcuni ambasciatori dei Babilonesi vennero dal re Ezechia (2) 2Re 20:12-19; 2Cr 32:31; Is 39. Ci sono anche alcuni oracoli contro la Babilonia Is 13:1-14:23, 21:1-10; Ger 50-51. Nel NT viene usata metaforicamente come simbolo di opposizione al popolo di Dio Ap 14:8; 16:19; 17:5; 18:2, 10, 21. La maggior parte degli studiosi ritiene che il riferimento a Babilonia in 1Piet 5:13 sia un codice per Roma.

Una valle vicina a Gerusalemme Sal 84:6. Altri invece traducono la parola invece di usarla come un nome, per esempio 'la valle del pianto' o 'valle arida'.
Un Levita che si stabilì a Gerusalemme dopo l'esilio 1Cr 9:15.
Alcuni figli di Bacbuc, Netinei (vedi Netineo), ritornarono a Gerusalemme con Zorobabele (1) Esd 2:51; Ne 7:53.
1. Un Levita, secondo fra i cantori, che si stabilì a Gerusalemme dopo il ritorno dall'esilio Ne 11:17. 2. Un Levita, portinaio, che tornò a Gerusalemme dopo l'esilio con Zorobabele (1) Ne 12:9,25.
Un ufficiale del re Demetrio (3), preposto alla regione dell'Oltrefiume. Nel 161 a.C. fu mandato in Giudea con Alcimo, per fare vendetta contro i Giudei, che fece con molto inganno, prima di affidare il paese ad Alcimo e ritornare dal re 1Macc 7:8-20. Dopo una ribellione da parte dei Giudei, l'anno successivo Bacchide e Alcimo furono nuovamente mandati in Giudea con un esercito; nella battaglia che seguì Giuda(14) Maccabeo morì. Bacchide scelse gli uomini più empi per governare la regione, e cercò i Maccabei e i loro amici per vendicarsi e per ucciderli. Fu sconfitto da Gionata (vedi Gionatan(10)) Maccabeo, si ritirò a Gerusalemmee fortificò il paese. Alla morte di Alcimo ritornò dal re 1Macc 9:1-57; 10:12; 2Macc 8:30. Dopo due anni, gli empi che governavano richiesero che Bacchide ritornasse per catturare Gionata e i suoi uomini. Non ci riuscirono, ma quando i Maccabei fortificarono Bet-BasiBacchide li attaccò a fu sconfitto; ritornò nuovamente nella Siria e fece pace con i Maccabei 1Macc 9:58-73.
Il nome di una certa famiglia o gruppo di Giudei, di cui Dositeo (3) ne era un membro 2Macc 12:35.
Il funzionario (il nome vuol dire 'eunuco') incaricato di tutte le cose di Oloferne Giudit 12:11-15; 13:1-3; 14:14.
Figlio di Beor (2), di Petor (in Aram - vedi Ram (1)), un indovino. Balac di Moab gli mandò degli ambasciatori per chiedergli di maledire Israele, che era appena uscito dall'Egitto. La prima volta Dio non glielo permise, ma la seconda volta lo lasciò andare. Durante il suo viaggio la sua asina gli parlò per avvertirlo del pericolo, e l'angelo del Signore gli comandò di dire solo quello che Dio gli avrebbe detto di dire. Per tre volte invece di maledire Israele lo benedisse secondo le parole dategli da Dio, e in più la terza volta maledisse Moab e Amalec. Più tardi fu ucciso dagli Israeliti quando sconfissero Madian; secondo Mosè Balaam aveva suggerito che le donne di Moab potevano trascinare gli Israeliti in idolatria, come fecero Nu 25. Nel NT è un esempio di iniquità da evitare Nu 22-24; 31:8, 16; De 23:4-5; Gios 13:22; 24:9-10; Ne 13:2; Mi 6:5; 2Piet 2:15; Giuda 11; Ap 2:14. La maggior parte dei manoscritti di 2Piet 2:15 hanno "figlio di Bosor " invece di "figlio di Beor".
Figlio di Sippor e re di Moab. Aveva paura di Israele, e pagò Balaam per maledirlo. Ma Balaam, seguendo il comando di Dio, benedisse Israele e maledisse Moab. Balaam poi insegnò a Balac il modo di far cadere gli Israeliti in idolatria con le donne moabiti Nu 22-25:3; Gios 24:9-10; Giudic 11:25; Mi 6:5; Ap 2:14.
Padre di Merodac-Baladan 2Re 20:12; Is 39:1.
Una città vicina a Dotan e Betulia Giudit 8:3.
Figlio di Nabucodonosor, fu il re di Babilonia (della Caldea) quando fu conquistata da Dario (1) nel 539 a.C. Fu ucciso la notte della conquista, la stessa notte in cui vide la scrittura sul muro Dan 5; 7:1; 8:1; Bar 1:11-12. Storicamente, è da identificarsi con il nipote di Nabucodonosor e il figlio di Nabonido, re di Babilonia dal 556 al 539 a.C. Ma siccome Nabonido era spesso via in campagne militari (per esempio 10 anni in Arabia), Babilonia fu affidata a Baldassar che governava come re.
Uno degli accampamenti di Israele dopo l'esodo, fra Naaliel e Pisga Nu 21:19-20. Forse uguale a Bamot-Baal.
Una città della tribù di Ruben, una montagna dove Balaam costruì degli altari Nu 22:41-23:2; Gios 13:17. Il nome vuol dire 'altezze di Baal ' - Baal, forse nel senso di signore e non il dio Baal (1), in quanto il Signore di Israele parlò con Balaam. Possibilmente è il Bamot dove Israele si accampò.
1. Di Gad (1), uno dei guerrieri valorosi di Davide 2Sam 23:36. 2. Figlio di Semer (2) e padre di Amsi (1) 1Cr 6:46. 3. Padre di Imri (1) 1Cr 9:4. 4. Un capo del popolo che applicò il proprio sigillo al patto di Neemia (2) Ne 10:14. 642 o 648 "figli di Bani/Binnui" (cioè probabilmente la famiglia di cui era capo) ritornarono a Gerusalemme con Zorobabele (1) Esd 2:10; Ne 7:15. Uguale a Bani (5) o Bani (6). 5. Sei persone - Mesullam (12), Malluc (2), Adaia (6), Iasub (2), Seal e Ramot (3) - erano dei figli di Bani e sposarono una donna straniera Esd 10:29. 6. 27 figli di Bani sposarono una donna straniera Esd 10:34. 7. (Binnui) Dei figli di Paat-Moab, sposò una donna straniera Esd 10:30. 8. Dei figli di Bani (6), sposò una donna straniera Esd 10:38. 9. (Binnui) Dei figli di Bani (6), sposò una donna straniera Esd 10:38. 10. Padre di Reum (3) Ne 3:17. 11. Figlio di Chenadad, un Levita. Restaurò una parte delle mura di Gerusalemme, spiegò la legge al popolo, e applicò il proprio sigillo al patto di Neemia (2) Ne 3:24; 8:7; 9:4-5; 10:9; 12:8. Chiamato anche Binnui. 12. Un Levita che applicò il proprio sigillo al patto di Neemia (2) Ne 10:13. 13. Figlio di Casabia (10) e padre di Uzzi (5) Ne 11:22.
Un mago e falso profeta giudeo che cercò di convincere Sergio Paolo di non ascoltare Paolo e Barnaba in Cipro, per cui fu accecato At 13:6-11.
Un ladrone Gv 18:40 arrestato per omicidio durante una sedizione Mar 15:7, e noto Mt 27:16. Pilato offrì di rilasciare o lui o Gesù, ma i capi sacerdoti e gli anziani persuasero i Giudei a chiedere Barabba, che Pilato rilasciò Mt 27:20-21,26. L'usanza di rilasciare un prigioniere a Pasqua è indipendentemente affermata da Marco e Giovanni, ma non è attestata altrove.
Figlio di Abinoam. Con l'incoraggiamento della profetessa/giudice Debora, attaccò e sconfisse Sisera (1) Giudic 4:4-24; 5:1,12,15; Eb 11:32. Alcune traduzioni antiche hanno Barac invece di Bedan a 1Sam 12:11.
Un Buzita, della tribù di Ram (1), padre di Eliu (1) Giob 32:2,6.
Il padre di Zaccaria (35) Mt 23:35.
Alcuni figli di Barco, Netinei (vedi Netineo), ritornarono a Gerusalemme con Zorobabele (1) Esd 2:53; Ne 7:55. Chiamato anche Barcos.
Figlio di Semaia (14) 1Cr 3:22.
Ag 2:16; Lu 16:6: vedi bat. Gv 2:6: vedi misura (3).
Il soprannome dato a Giuseppe dagli apostoli At 4:36, probabilmente perché manifestava nella sua vita la consolazione che è il significato di questo nome, come vediamo molte volte nel NT. Era un Giudeo, un Levita; con origini a Cipro, anche se faceva parte della chiesa di Gerusalemme fin dall'inizio. Marco, di Gerusalemme, era il suo cugino Col 4:10. È chiamato apostolo, in senso generale At 14:4, 14; 1Cor 9:5-6. Luca lo descrive come "un uomo dabbene, e pieno di Spirito Santo e di fede". Presentò Paolo, appena convertito, agli apostoli quando tutti pensavano che fosse una spia At 9:27. Fu inviato dalla chiesa di Gerusalemme ad Antiochia quando sentirono della prima grande evangelizzazione dei Gentili, dove si rallegrò e li esortò, e portò Paolo da Tarso per aiutarlo nella nuova chiesa At 11:22-26; questo ministero gli fu riconosciuto dagli apostoli quando lui e Paolo andarono a Gerusalemme quale rappresentanti della chiesa ad Antiochia At 11:30; Gal 2:1, 9; At 12:25. Però, anche lui si astenne una volta dal mangiare con i Gentili Gal 2:13, anche se il viaggio missionario in cui lui e Paolo fondarono nuove chiese di Gentili (cominciando da Cipro) dimostra il suo impegno per i Gentili At 13-14. Durante questo viaggio la leadership dell'evangelizzazione ai Gentili passò da Barnaba a Paolo. Alla Conferenza di Gerusalemme argomentò che i Gentili non dovevano essere circoncisi per essere Cristiani At 15:1-6, 12. Barnaba voleva prendere Marco con loro per un secondo viaggio, ma Paolo rifiutò perché li aveva abbandonati durante il primo; quindi si separarono e si divisero nell'evangelizzazione At 15:36-40. Non lavorarono più insieme, anche se sappiamo che Barnaba lavorò allo stesso modo di Paolo 1Cor 9:6.
1. Uno delle due persone nominate al posto di Giuda Iscariota At 1:23. 2. Un membro e profeta della chiesa di Gerusalemme, chiamato anche Giuda, mandato con Paolo e Barnaba a riferire alla chiesa di Antiochia le decisioni